Home > Keyword : infanzia rubata cliccata 32 volte

“Vite strappate in Italia dagli anni ’70 ad oggi”, il saggio d’inchiesta di Antonella Betti

“Vite strappate in Italia dagli anni ’70 ad oggi”, il saggio d’inchiesta di Antonella Betti
Con partecipazione e professionalità l’autrice parla del dilagante fenomeno degli allontanamenti coatti dei bambini dalle loro famiglie d’origine, e della piaga delle adozioni e degli affidi gestiti da enti istituzionali disonesti, che hanno interesse solo nel guadagno e non nel benessere del minore. Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta Vite strappate in Italia dagli anni ’70 ad oggidi Antonella BettiLa scrittrice e assistente sociale romana Antonella Betti presenta “Vite strappate in Italia dagli anni ’70 ad oggi”, un libro autobiografico d’inchiesta in cui espone un’appassionata difesa dell’infanzia rubata attraverso il racconto di storie vere e della sua esperienza personale. Con partecipazione e professionalità l’autrice parla del dilagante fenomeno degli allontanamenti coatti dei bambini dalle loro famiglie d’origine, e della piaga delle adozioni e degli affidi gestiti...

Vite strappate in Italia dagli anni ’70 ad oggi | Antonella Betti | saggio | Editrice Italia Semplice | scrittore | libri | inchiesta | infanzia rubata | adozione | affido | legislazione | allontanamento coatto | Il Taccuino ufficio stampa | ufficio stampa |



 

Pag: [1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

Mille, il nuovo singolo "La vita le cose" esce in radio venerdì 3 luglio

Mille, il nuovo singolo
Dal 3 luglio sarà in rotazione radiofonica “LA VITA LE COSE” (Mirai Rec), il nuovo singolo di ELISA PUCCI, in arte MILLE, disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 1° luglio. Se con il suo singolo d’esordio, “Animali”, ha disegnato e descritto le sfaccettature tipiche di ogni essere umano, in questo nuovo inedito, dal titolo “LA VITA LE COSE”, Mille vuole raccontarsi un po’ più da vicino: soggetto e complemento oggetto del nuovo brano è, infatti, un rapporto caro all’autrice, cantato e raccontato attraverso diversi, preziosi scorci di quotidianità. In questo brano Mill (continua)

MAX PAIELLA racconta il suo lockdown ai microfoni di Lingue a Sonagli

MAX PAIELLA racconta il suo lockdown ai microfoni di Lingue a Sonagli
Max Paiella racconta ai microfoni di “Lingue a Sonagli”: «Il lockdown ci ha fatto riscoprire il valore storico della radio»Intervistato da Bussoletti durante la puntata del talkshow “Lingue a Sonagli” trasmessa in diretta radio alla mezzanotte di mercoledì 17 giugno su RadioRock106, MAX PAIELLA racconta il suo lockdown come una fase di insperata creatività.Max Paiella, è un comico, un cantaut (continua)


Sanificazione del Tessile per gli Hotel

Sanificazione del Tessile per gli Hotel
L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nelle sue considerazioni operative per la gestione del virus COVID-19, ha preparato un documento, indirizzato ad alberghi e strutture ricettive per il turismo, che prevede raccomandazioni per le diverse attività svolte all’interno dell’hotel, al fine di proteggere la salute del personale e dei suoi clienti, essendo queste strutture caratterizzate da un alto (continua)

L'ALCOOL È LA DROGA CHE UCCIDE DI PIÙ

L'ALCOOL È LA DROGA CHE UCCIDE DI PIÙ
L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente. La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della societàProbabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcoolÈ classificato come un sedat (continua)

La via verso una vita libera dalla droga

La via verso una vita libera dalla droga
L'individuo, in qualche modo, è portato a credere che le droghe possono curare ciò che lo tormenta, in effetti è solo una cosa temporanea. Le droghe non solo non risolvono quelle condizioni indesiderate, ma possono portare alla dipendenza. Il primo passo verso l'eliminazione del problema della droga è quello di accrescere la conoscenza delle persone sulle droghe in relazione alla verità: che cosa sono, come cambiano e condizionano il corpo e lo spirito, cosa fanno insomma alla persona La crociata internazionale d'istruzione sulle droghe che la Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, porta avanti da molti anni, è dedicata a quest (continua)