Home > Keyword : libro giallo cliccata 619 volte

Quando a Venezia la si faceva a cazzotti

Quando a Venezia la si faceva a cazzotti
Rivalità tra Castellani e Nicolotti - Il sestiere di Dorsoduro e il "doge dei Nicolotti" - Il “Ponte di Pugni” - Il Malcanton e i contrabbandieri Castellani e NicolottiIl sestiere di Dorsoduro a Venezia resta affacciato a settentrione sul canale della Giudecca, isola una volta chiamata Spinalonga per la sua forma di pesce. Il cambio del nome era dovuto al fatto che il governo dell’antica Serenissima un bel giorno decise di confinare lì chi veniva condannato per reati minori contro lo stato, “zudecá” in lingua veneta, cioè “giudicato”. Invece recenti studi hanno smentito definitivamente la credenza popolare che vi fossero vissuti degli ebrei, cioè giudei. Infatti costoro erano confinati altrove, precisamente nei tre ghetti, quello Nuovo,...

Venezia | sestiere | ponte | pugni | doge | cultura | libro | libro giallo | thriller | Il Signore di Notte |


Quando a Venezia si praticava la tortura

Quando a Venezia si praticava la tortura
I “tratti di corda” scelta prediletta tra i molti sistemi di tortura – Indiziati e testimoni reticenti prime vittime – Tempi di applicazione ed esenzioni – Un metodo d’inquisizione riconosciuto come imperfetto e le confessioni estorte – Un caso di rigetto della tortura come metodo d’indagine Non solo a Venezia, ma ovunque per secoli la tortura è stata concepita come funzionale al concetto stesso di giustizia. Solo l’Illuminismo e la rivoluzione francese porteranno a una sua progressiva messa al bando. I “tratti di corda” e la “camera del tormento” Se l’elenco dei metodi di tortura per estorcere confessioni è piuttosto lungo e variegato, pare che quello più diffuso in occidente consistesse nei cosiddetti “tratti di corda”, detti anche “scassi di corda” e Venezia non faceva eccezione. Tuttavia ci si arrivava per gradi, un supplizio per nulla scontato, con regole ben prec...

signore di notte | libro | libro giallo | tortura | Venezia | tormento | magistrature | camera | giudice |



Prostitute e cortigiane nella Venezia del Rinascimento

Prostitute e cortigiane nella Venezia del Rinascimento
Il mondo dell'amore a pagamento e dell'erotismo nel secolo dello splendore Veneziano - Donne colte, affascinanti e disinibite per i più ricchi, povere prostitute per il popolo - Come il governo della Serenissima controllava e tassava la prostituzione - Pittori e nobiluomini affascinati dalle cortigiane. Una delle particolarità della società veneziana in ogni sua epoca, e in particolare durante il Cinquecento, è stato il gran numero di donne dedite alla prostituzione. Gli storici hanno giustificato questo fenomeno con la stessa connotazione di una città tutta orientata verso il commercio e con molti “foresti”, mercanti soprattutto, che vi si recavano per curare i propri affari. Si trattava per lo più di uomini soli … il resto potete immaginarlo.Eros a pagamento nel secolo dello splendore VenezianoA favore delle “femene publiche” ci si erano messi pure i costumi del tempo: le ragazze ...

Il Signore di Notte | libro giallo | Venezia | prostitute | cortigiane | Venezia | rinascimento | libro | thriller |


Quando nell’antica Venezia si spadellava in cucina

Quando nell’antica Venezia si spadellava in cucina
Una cucina di antiche origini tramandata fino a noi - Pesce, cacciagione e carni, ma anche salumi e altro ancora – Prezzi abbordabili e no - I grandi cuochi, le loro ricette e i trattati - La storia del baccalà arrivato a Venezia in seguito a un naufragio in Norvegia - I Provveditori alle Pompe e la Marangona Come tante delle cucine nostrane, anche quella veneziana ha origini lontane con piatti che sono arrivati fino a noi.Il pesceCucinati secondo molteplici ricette, delizie spesso comuni sulle tavole plebee e nobili, erano diffusi piatti a base di “barbonzini” e “sfogi”, cioè piccole triglie e sogliole, rombi, passere, orate, sgombri, le “scarpene”, che erano gli scorfani, ma anche di pesca minuta a prezzi abbordabili. Più costoso il pesce di acqua dolce. Molto apprezzate le anguille allo spiedo delle quali era molto ghiotto il 77° doge della Serenissima, Andrea Gritti, tanto che una ...

Il Signore di Notte | libro giallo | Venezia | libro | cucina | pesce | sale | zucchero | spezie | campana |


Quando a Venezia ci si giocava la camicia

Quando a Venezia ci si giocava la camicia
Un male trasversale a tutte le classi sociali della Serenissima - Dalle prime bische sotto le colonne in piazza San Marco, al difficile contrasto del gioco d'azzardo - Gli infiniti modi per rovinarsi alle carte e con i tanti giochi del lotto Dicono che tutto ebbe inizio nel 1172.Un capo mastro di origine bergamasca, tale Nicolò Barattieri, riesce a rizzare due enormi colonne trasportate dall’Oriente come bottino di guerra. Erano rimaste abbandonate per decenni sul molo di San Marco perché nessuno sapeva come fare.A lavori conclusi alle loro sommità svetteranno le statue di San Totaro, cioè San Teodoro, e del leone alato di San Marco, segnando per sempre l’accesso all’area marciana per chi proveniva dal mare. Ci sarebbe stata anche una terza colonna, ma andò perduta nel fango della laguna durante le operazioni di scarico...

signore di notte | libro | libro giallo | thriller | Venezia | bische | azzardo | camicia |


Il Signore di Notte al Salone del Libro e a Libri in Piazza

 Il Signore di Notte al Salone del Libro e a Libri in Piazza
Per la prima volta “in piazza” Il Signore di Notte, un giallo nella Venezia del 1605 – Primo appuntamento a Rivoli (Torino) nel contesto dell’evento “Libri in Piazza” nel primo week end di aprile – Seguirà il Salone Internazionale del Libro a Torino dopo la metà di maggio – Presente per due giorni Gustavo Vitali, autore del libro Sono una cinquantina gli stand che attendono i visitatori di “Libri in Piazza” in programma il 2 e 3 aprile a Rivoli (Torino), comprese tre emittenti radio televisive. Due le aree che li suddividono, una dedicata al genere “comics” e l’altra agli editori.La manifestazione prevede un nutrito programma di eventi collaterali, dalla cerimonia di benvenuto con le autorità locali e la madrina Elena Mirullo, agli incontri con gli autori, dalla presentazione di opere e scrittori nella Sala Convegni di piazza Martiri della Libertà, agli aperitivi letterari presso le attività commerciali di via...

Il Signore di Notte | libro giallo | Venezia | libri in piazza | salone del libro | Rivoli | Torino | autori | lettori |


Quando a Venezia si andava a cavallo

Quando a Venezia si andava a cavallo
Una città tutta case – Leggende e miti sulla fondazione di Venezia – Spazi verdi a lungo sfruttati per allevare animali o coltivazioni - La fuga dalla terraferma – I cavalli a Venezia dipinti a tinte vivaci – Il verde arretra con l’aumento della popolazione – Il “brolo” Una cosa che balza subito agli occhi vistando Venezia è la mancanza di spazi verdi. Credo che l’area più estesa siano i giardini pubblici napoleonici, detti anche della Biennale, cioè la Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia, ubicati nel sestiere di Castello. Per il resto la città è tutta case e palazzi … e che palazzi! Ma non è sempre stato così. Le origini di Venezia tra evangelisti, apostoli, carpentieri e consoli Per la tradizione, probabilmente basata su una leggenda, la nascita di Venezia sarebbe avvenuta il 25 marzo 421 d.C. con la consacrazione della Chiesa di San Giac...

signore di notte | libro | libro giallo | Venezia | cavallo | laguna | campi | piazza |


Quando a Venezia si profumavano le monete

Quando a Venezia si profumavano le monete
Venezia per molti secoli legata all'oriente - L'eredità di Bisanzio nei cerimoniali, architettura e stile di vita, uso del profumo compreso - L'arte del profumo diventa scienza - Forchette e rugiada, acqua arabesca, sapone, lisciva e imbiondire i capelli - Diluvio di libri su profumi e cosmesi Venezia era rimasta a lungo nella sfera di influenza bizantina assorbendo parecchio dalla cultura orientale. Infatti, dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente e sessant'anni di dominio goto, tutta la regione “Venetia”, era stata conquistata dal generale Narsete e unita all'Impero Romano d’Oriente nel 555 alla fine della terribile guerra greco-gotica. Tuttavia nel 568 erano sopraggiunti i Longobardi che avevano lasciato ai Bizantini solo la parte costiera, la cosiddetta “Venetia Maritima”, sottoposta all'Esarcato di Ravenna.La conquista dell’autonomiaMan mano che Bisanzio, in un...

signore di notte | libro | libro giallo | thriller | Venezia | profumi | monete | sapone |


Quando a Venezia otto secchi di acqua costavano un soldo

Quando a Venezia otto secchi di acqua costavano un soldo
Venezia, città in mezzo all'acqua, ma... senza acqua - Il pozzo veneziano, strumento indispensabile alla sopravvivenza della città: come lo si costruiva per incanalare la pioggia - I puteali, o "vere da pozzo", assunte con i secoli a opere d'arte - Il lavoro degli “acquaroli” per integrare la pioggia con l'acqua del fiume Brenta "Venexia è in aqua et non ha aqua". Con queste parole qualcuno cinque secoli or sono ha sentenziato quanto fosse paradossale per una città come Venezia, circondata dall’acqua, avere invece notevoli difficoltà nell'approvvigionamento di acqua potabile. Addirittura l’acqua dolce bisognava comprarla!Dobbiamo l’osservazione alla penna di Marin Sanudo il Giovane, personaggio politico e scrittore vissuto tra il 1466 e il 1536, noto per i suoi diari che ci sono pervenuti in 58 volumi manoscritti per complessive 40.000 carte, tutt’oggi insostituibile punto di riferimento per gli studiosi di ...

signore di notte | libro | libro giallo | acqua | Venezia | pozzo | pietra | mattoni | pioggia | campo |


Un anno e mezzo con il Signore di Notte

Un anno e mezzo con il Signore di Notte
Soddisfazione dell'autore per le opinioni dei lettori: appassionante, avvincente, interessante, coinvolgente, di spessore storico e altro ancora - Circa trecento tra recensioni, segnalazioni e rilanci di notizie in diciotto mesi - Piace la trama incentrata sulle peripezie di un investigatore agli antipodi di quelli usuali Un anno e mezzo con il Signore di NotteOltre ai tradizionali festeggiamenti, la fine dell’anno coincide anche con i bilanci e non solo quelli economici. In particolare quello del libro Il Signore di Notte, un libro giallo ambientato nella Venezia del 1605, è insolitamente lungo perché abbraccia un periodo di diciotto mesi, cioè da quando è stato pubblicato. I lettori lo hanno definito appassionante, avvincente, interessante, coinvolgente, di spessore storico e addirittura istruttivo, con riferimento in tal caso alle informazioni storiografiche che contiene. Infatti, pur restando un g...

signore di notte | libro | libro giallo | Venezia | segnalazioni | opinioni | recensioni | lettori |


Quando a Venezia si remava sulle galee

Quando a Venezia si remava sulle galee
Un’immagine abusata - Armata “grossa” e armata “sottile” - L’Arsenale, “officina del mondo” - I “bonevoglie” - La paga e il vestiario - Alla voga prigionieri di guerra, detenuti, schiavi e altra marmaglia - Il rancio - Il resto dell’equipaggio La protagonista assoluta della politica commerciale ed espansionistica dell’antica Venezia è stata soprattutto la galea, detta anche galera nel senso più detentivo del termine.Per alcuni l’etimologia sarebbe derivata dal greco “galeos”, squalo, per la forma lunga, sottile e filante, ma c’era anche chi lo faceva derivare da altro. Un’immagine abusataDistorta e abusata l’immagine della galea che navigava a forza di remi. In realtà la navigazione avveniva prevalentemente a vela per risparmiare i rematori, pena trovarsi con uomini esausti di fronte al nemico o in condizioni di tempo a...

il signore di notte | libro | libro giallo | Venezia | galea | rematori | vela |


Breve storia della gondola tra sfarzi e asimmetrie

Breve storia della gondola tra sfarzi e asimmetrie
Una imbarcazione assunta a simbolo di Venezia - Ricostruzioni di gondole storiche da parte di una associazione di volontari - Salvaguardato il cantiere quattrocentesco di Casal ai Servi in Venezia - Evoluzione della gondola da barca di servizio a simbolo di potere - La lotta del governo della Serenissima contro lo sfarzo - I legni e i colori della gondola Di recente nel sito di Antenna 3 ho letto un interessante articolo corredato da un video: si parla dello “squero” quattrocentesco di Casal ai Servi in Venezia dove fino al 1920 si sono costruite e si fatta la storia della gondola. Per i non veneziani lo “squero” è un cantiere navale.Oggi sopravvive grazie all’opera di molti volontari e tra costoro quelli dell’associazione Arzanà che ha come fine statutario lo studio, il restauro e la conservazione delle imbarcazioni tradizionali della laguna di Venezia. Arzanà è anche il nome antico dell’Arsenale di Venezia tramandato da Dante Aligh...

il signore di notte | libro | libro giallo | Venezia | gondola | cantiere | evoluzione |


La schiava che il sultano amò

La schiava che il sultano amò
Dal mercato degli schiavi al trono: un amore tra intrighi e lotte per il potere alla corte della Sublime Porta Quella di Rosselana è una storia di schiavitù, passione, amore, intrighi, potere, sangue e poesia. Origini “Donna di nation Rossa, giovane non bella ma grassiada”, aveva scritto di lei Pietro Bragadin in un rapporto diplomatico al governo di Venezia. Sulle origini di questa donna tra verità e leggenda c’era solo l’imbarazzo della scelta, tutteben confuse a partire dal nome: Roxolana, Roksa, Roksolana e in occidente Roxelana o “la Rosselana” per i suoi capelli rossi. Infine Hürrem Haseki Sulṭān o Khurrem Sulṭān, in turco la sultana ridente. Il suo vero nome par...

signore di notte | libro | libro giallo | thriller | Venezia | schiava | sultano |


Quando a Venezia ci si sposava per contratto

Quando a Venezia ci si sposava per contratto
I riti matrimoniali nell'antica Repubblica di Venezia - Il matrimonio come alleanza politica ed economica tra famiglie patrizie - Il complesso iter matrimoniale e le fastose cerimonie - Dote, lusso e sperperi invano contrastati dalle leggi suntuarie - Il ruolo della donna da nubile e da sposata Nell’antica Serenissima i matrimoni tra membri del patriziato, cioè la classe nobiliare che deteneva il potere, seguivano rigide procedure dettate soprattutto dalla tradizione, uno schema codificato nel tempo, sebbene suscettibile di qualche variante.Più che il convolo degli sposi al nido d’amore, le nozze patrizie erano avvenimenti con i quali le famiglie stringevano alleanze economiche e politiche. In esse risaltava nettamente il ruolo privilegiato dei capifamiglia che si accordavano più negli interessi dei rispettivi nuclei famigliari che in quello degli sposi.I preliminari del co...

signore di notte | libro | libro giallo | thriller | Venezia | matrimoni |


Il Signore di Notte: presentazioni sospese e recensioni del libro

Il Signore di Notte: presentazioni sospese e recensioni del libro
A malincuore l'autore sospende le presentazioni del libro Il Signore di Notte, un giallo nella Venezia del 1605 - Ottime recensioni nei blog e siti letterari L’emergenza sanitaria ha costretto l’autore del giallo Il Signore di Notte a soprassedere a organizzare le presentazioni del libro, una scelta presa a malincuore e della quale si riparlerà quando questi brutti tempi saranno alle spalle. Tuttavia la promozione dell’opera procede per altre strade e tra queste alcune lusinghiere recensioni apparse in blog letterari, social e anche grazie ad articoli di stampa. Circa le prime segnaliamo in Eroica Fenice la recensione di Marianna de Falco: “Ciò che colpisce, infatti, al di là degli sviluppi della trama, sicuramente inaspettati e ben costr...

libro | libro giallo | letteratura | cultura | romanzo | racconto | romanzo storico | racconto giallo | romanzo giallo |


Il Signore di Notte: caccia all'assassino nella Venezia dei dogi

Il Signore di Notte: caccia all'assassino nella Venezia dei dogi
Dopo la scoperta del cadavere di un aristocratico, comincia la caccia all'assassino nella Venezia dei dogi - Il protagonista si rivela presto inadatto al ruolo di investigatore - Con l'aiuto di altri personaggi riuscirà a portare a termine l'indagine tra colpi di scena, agguati e nuovi delitti - Finale sorprendente e del tutto inaspettato Venezia, 16 aprile 1605. Viene rinvenuto nella sua modesta dimora il cadavere di un nobile caduto in miseria, primo delitto di un giallo fitto fitto che ha come sfondo la Venezia alle soglie del Barocco.Sul luogo si precipita il protagonista del racconto, Francesco Barbarigo. Come “Il Signore di Notte”, dà il titolo al racconto e richiama espressamente la magistratura incaricata dell’ordine pubblico, sei giudici e insieme capi della polizia. Si tratta di una persona realmente vissuta ai tempi così come i principali personaggi della storia che, al contrario, è di pura invenzione. Que...

libro | libro giallo | letteratura | cultura | romanzo | racconto | romanzo storico | racconto giallo | romanzo giallo |


 

[1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

Unsere Brautkleider sind für jeden Körpertyp

Anfang dieses Jahres starteten wir unsere Be You-Kampagne mit Iskra Lawrence – britisches Model und Verfechterin der Körpervielfalt. Bei der Be You-Kampagne geht es darum, selbstbewusst zu sein und darauf zu vertrauen, dass es Ihr Traumkleid gibt. Unsere Brautkleider sind für jeden Körpertyp, jede Persönlichkeit und jeden Stil erhältlich.Wir freuen uns, Ihnen mitteilen zu können, dass wir uns für (continua)

Bonfrisco (Lega), donna con hijab maldestra campagna di comunicazione

Bonfrisco (Lega), donna con hijab maldestra campagna di comunicazione
“Pensavamo che la laicità dello Stato e dei nostri trattati fosse garanzia di convivenza, mentre questo vile mercimonio dei simboli religiosi, che per altro poco hanno a che fare con la nostra Storia" soli fini pubblicitari è la negazione di quella libertà di espressione su cui si fonda l’Ue. Per questo motivo la pubblicità utilizzata per la campagna dell’Anno Europeo dei Giovani 2022, affidata a una giovane donna con l’hijab, non può far altro che accentuare le discriminazione nei confronti di queste donne. L’Ue pensi piuttosto a difendere i principi tutelati dalla Carta dei suoi diritti fonda (continua)


Startup, nasce Crowdstats.eu: il primo data report interattivo

Startup, nasce Crowdstats.eu: il primo data report interattivo
Crowdstats.eu non solo raccoglie i dati su tutte le campagne sviluppate da tutte le piattaforme di equity crowdfunding attive lo scorso anno in Europa e li racconta attraverso grafici, mappe e tabelle interattive, ma permette anche agli utenti di applicare e combinare una serie di filtri in modo facile e intuitivo, allo scopo di visualizzare di volta in volt (continua)

La Galleria Accademica presenta l’arte in perifrastica attiva di Ionel Cuculiuc. Il participio futuro di una rinascita.

La Galleria Accademica presenta l’arte in perifrastica attiva di Ionel Cuculiuc. Il participio futuro di una rinascita.
L’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, accreditata dalla Regione Lazio, iscritta all’albo di Roma Capitale e del Comune di Canale Monterano, presidente fondatrice la prof.ssa Fulvia Minetti, vicepresidente il dott. Renato Rocchi, direttore artistico Antonino Bumbica, inaugura la mostra di Ionel Cuculiuc alla Galleria Accademica d’Arte Contemporanea della Città d’Arte Canale Monterano di Roma in Corso della Repubblica n.50 il 9 luglio 2022 alle ore 19.00, fino al 23 luglio 2022 ore 10,30-12,30 con ingresso gratuito. L’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, accreditata dalla Regione Lazio, iscritta all’albo di Roma Capitale e del Comune di Canale Monterano, presidente fondatrice la prof.ssa Fulvia Minetti, vicepresidente il dott. Renato Rocchi, direttore artistico Antonino Bumbica, inaugura la mostra di Ion (continua)

Chi è il Rapper Alaska ? Biografia

Chi è il Rapper Alaska ? Biografia
Alaska è Matteo, polistrumentista e artista poliedrico classe ‘99 nel Novarese.Esordisce nel gennaio del 2022 con l’album Oceanica, in cui l’artista presenta sé stesso, con le sue fragilità, in un lavoro introspettivo e colmo di metafore: l’elemento principale dell’album è la metafora in cui l’artista rappresenta l’insieme dei suoi pensieri con un vasto oceano in cui è difficile orientarsi. L’idea (continua)