Home > Cultura > “OGGI SIAMO IN GUERRA” COME ALLORA: IL BRANO DI FOLCO SBAGLIO E LE ORE PERDUTE

“OGGI SIAMO IN GUERRA” COME ALLORA: IL BRANO DI FOLCO SBAGLIO E LE ORE PERDUTE

scritto da: Elisaiacono | segnala un abuso

“OGGI SIAMO IN GUERRA” COME ALLORA: IL BRANO DI FOLCO SBAGLIO E LE ORE PERDUTE

Più di una volta, da un anno a questa parte, sarà capitato ad ognuno di noi di leggere che quella con il Coronavirus è una guerra. Alla parola “guerra” si associano la paura, la privazione, il sacrificio, la perdita di persone care, bombe che esplodono e proiettili che volano. Nella battaglia con il Covid le bombe le stiamo sganciando adesso con i vaccini, ogni persona guarita ha fatto da proiettile contro il virus e abbiamo imparato bene cosa vuol dire rinunciare a tante cose importanti ogni giorno.


E’ sulla base di queste analogie che Folco Sbaglio e Le Ore Perdute hanno voluto pubblicare “Oggi siamo in guerra”, un brano che Folco scrisse nel 1998, quando a Napoli si sentivano spesso i boati dei caccia bombardieri che notte tempo decollavano alla volta del Kosovo. Pensando che quegli aerei, mentre a lui causavano insonnia, a molta gente invece facevano rischiare la vita, una notte imbracciò la chitarra e si mise a scrivere.

Un pezzo che fonde nel classic rock anche atmosfere folk grazie a flauto e violino e che racconta uno scenario bellico condannando la violenza e i politici che ne alimentano la diffusione. Il video non poteva che essere casalingo viste le restrizioni, ma realizzato con cura in tutta la sua semplicità; Folco Sbaglio e Le Ore Perdute si fanno menestrelli del rock: l’aspetto più importante è il messaggio che la canzone vuole trasmettere.

Folco Sbaglio nasce in Irpinia e si sposta a Roma per qualche anno per studiare. Cresce con la scuola cantautorale italiana e con riferimenti angloamericani come Dylan, Rolling Stones e Lou Reed. Dal 2009 suona con Le Ore Perdute, un gruppo di ottimi musicisti che rispondono ai nomi d’arte di Leda Fancini (flauto), Merlina Plaza (Violino), Nitto Lasco (chitarre), Rebbo Anzio (basso), Vanni Panovus (chitarre), Nonio Nass (batteria).

La band ha all’attivo un album pubblicato nel 2015 il cui brano di punta nonché title track è “Storia di un pettirosso”.

Nel 2017 l’album è stato trasmesso interamente su Radio Rock, emittente seguitissima di Roma e del Lazio, dal noto conduttore Luigi Vespasiani. Ne nasce un live proprio a Radio Rock, poi al Traffic, punto di riferimento della musica dal vivo a Roma, seguito da altre date sempre nella capitale.

Folco Sbaglio e Le Ore Perdute sono pronti da tempo per lavorare sul secondo album: ci sono otto tracce pronte per essere registrate e partirà quanto prima la campagna di crowdfunding che era rimasta in sospeso a causa della pandemia.

A cura di Francesca Saglia


Fonte notizia: https://youtu.be/ldya_PG3wkA


Cultura | musica | cantautori | cantautorale | musica italiana | rock | folk |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

FOLCO TERZANI AL CONVITTO NAZIONALE DI AREZZO


La Municipàl - ITALIAN POLAROID è il nuovo brano della band salentina


Non piu' Guerre tra di noi


Alessandro Cortese, Eden e Ad Lucem: da Roma a Pescara, una settimana di Perdute Genti


Dal 19 al 25 aprile, @ AREA STORIE METROPOLITANE, Street Beer Fest Salone Del Mobile.


In arrivo dal 7 al 9 ottobre un altro Bellissimo evento al Joy di Milano/Lambrate targato Peperoncino Sud Festival/Produzioni Folk D'Autore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

DENIS ONGARO CON IL NUOVO SINGOLO “AEROPLANI”

DENIS ONGARO CON IL NUOVO SINGOLO “AEROPLANI”
E’ fresco di pubblicazione su tutte le piattaforme “Aeroplani”, il nuovo singolo di Denis Ongaro.Un brano tremendamente attuale, composto e realizzato nell’ultimo mese in collaborazione con Domenico De Luca e Gabriele Molinari.L’intro di pianoforte ci rimanda ad un’atmosfera sognante; mentre la voce di Denis ci racconta del sogno di viaggiare per raggiungere una persona lo (continua)

UNO SGUARDO TENERO AGLI ANZIANI PER L’ULTIMO SINGOLO DI TRA NISIDA ED ATLANTIDE “NEL FONDO DEL BICCHIERE”

 UNO SGUARDO TENERO AGLI ANZIANI PER L’ULTIMO SINGOLO DI TRA NISIDA ED ATLANTIDE “NEL FONDO DEL BICCHIERE”
E’ fresco di pubblicazione il videoclip ufficiale del brano “Nel fondo del bicchiere”, ultimo singolo a firma Tra Nisida ed Atlantide. Atmosfera semplice e malinconica per una canzone dedicata alle memorie ed esperienze degli anziani, in cui il sapore retrò viene reso dall’uso del bianco e nero nelle scene in cui i protagonisti giocano a carte e sorseggiano vino, mentre le immagini in riva al mare di Tenerife raccontano dove è nato il pezzo. Il duetto con Simona Piscitello arricchisce delicatamente questo brano importante, in cui (continua)

Marco Sciarretta con il singolo “Sul tetto del Tram” inaugura il progetto "Tra Nisida ed Atlantide"

Marco Sciarretta con il singolo “Sul tetto del Tram” inaugura il progetto
Il brano “Sul tetto del tram” inaugura, assieme ad altre tre tracce, il progetto di Marco Sciarretta, cantautore milanese attualmente trapiantato su suolo spagnolo, dal titolo Tra Nisida ed Atlantide, sulle piattaforme principali dal 21 agosto 2020. Il rumore di un veicolo appena entrato in stazione introduce ritmi dal sapore gitano tra chitarra, percussioni e fisarmonica: musica folk che fa da sfondo alla voce vellutata dell’autore e ad un testo dai risvolti fiabeschi. “Era facile guardare, era facile sognare / Da quel regno lì al sicuro. / Ed era tutto irreale, già di corsa anche allora…”. Si apre con queste parole “Sul tetto del tram”, per raccontare degli anni della fanciullezza, del periodo in cui il cantautore, abitando di fianco ad una rimessa, aspettava impaziente l’entrata del muso del tram. Immaginava di saltare sul tetto di un vagon (continua)

“Estate in plexiglass”: la vacanza surreale 2020 secondo Efrem Lake e Alessia Orlando

“Estate in plexiglass”: la vacanza surreale 2020 secondo Efrem Lake e Alessia Orlando
Se avete figli in età scolare che non si perdono una puntata delle Winx, molto probabilmente la voce che sentirete in questo brano vi suonerà familiare. Lei è Alessia Orlando ed è quando conosce Efrem Lake che riesce a realizzare uno dei tanti obiettivi che da sempre le frullano in testa Se avete figli in età scolare che non si perdono una puntata delle Winx, molto probabilmente la voce che sentirete in questo brano vi suonerà familiare. Lei è Alessia Orlando ed è quando conosce Efrem Lake che riesce a realizzare uno dei tanti obiettivi che da sempre le frullano in testa: i due decidono di scrivere un pezzo e l’idea sin da subito è quella di creare qualcosa di fresco, attuale, ba (continua)