Home > Altro > Ridimensionamento scolastico. L’Unione Madonie chiede all’assessore Lagalla di modificare il decreto

Ridimensionamento scolastico. L’Unione Madonie chiede all’assessore Lagalla di modificare il decreto

scritto da: LOsservatorio | segnala un abuso

Ridimensionamento scolastico. L’Unione Madonie chiede all’assessore Lagalla di modificare il decreto

Il nuovo piano varato non ha tenuto conto della deroga prevista dalla legge di stabilità che consente, per il prossimo anno scolastico, di mantenere autonome le istituzioni con almeno 300 alunni


L’Unione Madonie contro il decreto di ridimensionamento scolastico dell’assessore regionale all’istruzione Roberto Lagalla.  Il nuovo piano varato non ha tenuto conto della deroga prevista dalla legge di stabilità che consente, per il prossimo anno scolastico, di mantenere autonome le istituzioni con almeno 300 alunni.

Una scelta che ha determinato la soppressione dell’Istituto Comprensivo “21 Marzo” di Petralia Sottana, che ingloba le scuole di Alimena e Geraci Siculo.  Il decreto prevede altresì altre indicazioni che l’Unione Madonie contesta; dallo smembramento del comprensivo “Oddo” di Caltavuturo, al quale viene tolta la scuola di Scillato che andrebbe con il neo Istituto di Collesano, alla non tenuta in considerazione della proposta del Comune di Caccamo di accorpare i due istituti superiori presenti nel proprio comune in un unico Istituto autonomo lasciandole sedi staccate degli istituti di Termini Imerese.

Scelte inaccettabili che, in funzione del nuovo quadro normativo, dovevano essere rimandate automaticamente. Per tale ragione la Giunta dell’Unione Madonie, assieme alla conferenza dei sindaci e dei presidenti dei Consigli comunali riunitisi in video conferenza, ha stabilito di opporsi al ridimensionamento.

Un atto dovuto per la Giunta dell’Unione Madonie che lo scorso 24 febbraio, in vista della pubblicazione del decreto, aveva ugualmente chiesto all’Assessore di mantenere la rete scolastica attuale. Niente da fare. Il 10 marzo viene pubblicato il decreto che conferma il piano di ridimensionamento così come ipotizzato nel mese di novembre del 2020 quando erano in vigore altre direttive che dettavano le scelte da compiere. In funzione di quelle norme, infatti, i sindaci dell’Unione, con saggezza e maturità, avevano pensato a delle aggregazioni scolastiche che potessero garantire una autonomia almeno quinquennale.

Oggi tutto ciò non era più necessario, almeno per il prossimo anno scolastico. Le norme erano state modificate e quindi non c’era la necessità di apportare modifiche all’attuale organizzazione scolastica nelle Madonie.

Per tale ragione, l’Unione Madonie chiede all’assessore all’istruzione Roberto Lagalla di rivedere il piano di ridimensionamento andando in contro alle esigenze degli alunni e delle famiglie.

Una delegazione di sindaci, guidata dal presidente dell’Unione Pietro Macaluso e dall’assessora Daniela Fiandaca, chiederà un incontro a Lagalla per rappresentargli anche lo stato di disagio e le proteste dei cittadini. La delegazione chiederà un incontro anche al Presidente della Regione Nello Musumeci, al Presidente dell’ARS Gianfranco Miccichè e ai capigruppo all’Ars.

È in fase di valutazione anche la possibilità di impugnare il Decreto assessoriale che non ha tenuto conto della norma statale che ha abbassato a 300 il numero di alunni minimo per mantenere l’autonomia scolastica. 

ridimensionamento scolastico sicilia | petralia sottana | unione madonie | ic21marzo | lagalla |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il GAL Madonie modello di sviluppo da applicare in Albania


Strada di Piano Battaglia. Via libera alla realizzazione del progetto dell’Unione Madonie


DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO. LA SCUOLA COME PRESIDIO DI COMUNITA’ NON PUO’ ESSERE LEGATA SOLAMENTE AI NUMERI


Strada di Piano Battaglia, l’Unione Madonie consegna il progetto all’Assessorato Infrastrutture per l’emissione del decreto di finanziamento


Il CdM approva il nuovo decreto PNRR per semplificare gli obiettivi del Recovery Plan


Madonie Living Lab, verso la costituzione del gruppo di lavoro che programmerà le attività


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Unione Madonie, finanziati i primi interventi per la riqualificazione di case di riposo e protette oltre a strutture socio assistenziali per l’accoglienza.

Unione Madonie, finanziati i primi interventi per la riqualificazione di case di riposo e protette oltre a strutture socio assistenziali per l’accoglienza.
I Comuni interessati sono: Castelbuono, Caltavuturo, Isnello e Geraci Siculo Arrivano i finanziamenti relativi ai progetti per la riqualificazione, ristrutturazione e adeguamento di Case di riposo, Case protette e strutture socio-assistenziali per l’accoglienza ricadenti nei Comuni dell’Unione delle Madonie. Tre i progetti ammessi a finanziamento per il recupero e riqualificazione delle case di riposo per anziani.  Gli interventi sono localizzati nei comuni d (continua)

Mischio le carte, il nuovo singolo di Alessio Alessandra con Peppe Servillo

Mischio le carte, il nuovo singolo di Alessio Alessandra con Peppe Servillo
È online Mischio le carte, il nuovo singolo Alessio Alessandra che vede la partecipazione straordinaria di Peppe Servillo, noto frontman degli Avion Travel. Il cantautore siciliano, che si autodefinisce un antropologo della musica, si presenta sulla scena con un pezzo ispirato alla vita quotidiana e a chi è alla continua ricerca della propria identità provando ad essere tutto e il contrario di tutto. Mischio le carte si colloca in questo tempo, nel nostro tempo e fotografa il difficile momento che stiamo attraversando. L'autore "mischia le cart (continua)

Il FLAG “Golfo di Termini Imerese”, del quale fa parte il GAL Madonie, è tra i protagonisti del Festival del Mare e del Gusto.

Il FLAG “Golfo di Termini Imerese”, del quale fa parte il GAL Madonie, è tra i protagonisti del Festival del Mare e del Gusto.
Presentata alla BIT di Milano la prima edizione del Festival del Mare e del Gusto che vedrà coinvolti quattro FLAG Siciliani. Tra questi anche il FLAG Golfo di Termini Imerese del quale fa parte il GAL Madonie. Il Festival, che si terrà da aprile ad ottobre, punta su cultura e enogastronomia. Saranno, infatti, realizzati momenti di degustazione e intrattenimento organizzati in luoghi di eccellenza di alto valore storico-artistico. Nel caso del FLAG dell’imerese i luoghi scelti sono Villa Sant’Isidoro De Cordova a Bagheria e piazza del Duomo a Cefalù.Il denominatore comune del Festival del Mare e del (continua)

Mario Incudine racconta “I Mille del Ponte”

Mario Incudine racconta “I Mille del Ponte”
Lo spettacolo dedicato a tutti coloro che hanno costruito il Ponte di Genova è in programma al Teatro Metropolitan di Catania sabato prossimo 9 aprile Sbarca a Catania “I Mille del ponte”, lo spettacolo dedicato alle lavoratrici e ai lavoratori che hanno costruito, in tempo record per l’Italia, il Ponte Genova. Un esempio virtuoso di sinergia tra uomini e donne, tra professionisti e imprese, tutti al servizio della città ferita dal crollo del ponte Morandi.  Nasce da questo esempio di determinazione “I Mille del ponte”. L’idea di (continua)

GAL Madonie, 945 mila euro alle imprese del territorio con il BonusSicilia

GAL Madonie, 945 mila euro alle imprese del territorio con il BonusSicilia
Fino a un massimo di 5000 euro è il contributo a fondo perduto richiedibile Anche le imprese ricadenti nell’area del GAL ISC Madonie, ma fuori dai confini dell’area interna identificata con la SNAI, potranno beneficiare dei fondi riprogrammati dal Governo regionale e dai GAL, nell’ambito delle risorse CLLD del PO FESR Sicilia 2014/2020, per supportare il sistema produttivo siciliano a seguito della emergenza sanitaria Covid 19. Il bando, "BonusSicilia CLLD", vede (continua)