Home > Libri > Tracce parallele, giallo di Mauro Zanetti

Tracce parallele, giallo di Mauro Zanetti

scritto da: Nulla Die | segnala un abuso

Tracce parallele, giallo di Mauro Zanetti

Il romanzo racconta la storia di Alessandro di Trento e Antonio di Roma, due uomini che ignorano l'uno l'esistenza dell'altro fino a quando il destino li farà incontrare in un modo bizzarro e inaspettato. Grazie a una donna misteriosa e a un vicequestore illuminato, i due iniziano a indagare sul loro passato, portando a galla una storia inimmaginabile che sconvolgerà per sempre la loro vita, mentre le indagini vengono ostacolate da chi sta cercando di occultare la verità, tra omicidi e colpi di scena.


Il romanzo Tracce Parallele è un giallo che intreccia delle indagini di stampo poliziesco con la personalissima vicenda dei due protagonisti, psicologicamente destabilizzante e umanamente complicata.

La storia raccontata è quella di Alessandro di Trento e Antonio di Roma, due uomini che ignorano l'uno l'esistenza dell'altro, fino a quando il destino e un losco notaio li fanno incontrare. Grazie alla complicità di una donna misteriosa e ad un vicequestore illuminato, i due iniziano ad indagare sul loro passato e le loro ricerche vengono ostacolate da chi sta cercando di insabbiare tutto, tra omicidi e virate impreviste, portando a galla una storia inimmaginabile che svela il loro legame ancorato in un passato oscuro e macchiato dal crimine.

Il notaio si rivela essere lo snodo fondamentale della trama e attorno a lui si muovono personaggi solo apparentemente innocui e ordinari. Da queste premesse si dipana un’intricata vicenda che spezza la quotidianità dei protagonisti e trasforma la città di Trento nell’inatteso scenario di un complesso giallo urbano.

Il romanzo procede con continui colpi di scena che complicano di volta in volta la ricerca della verità e la conseguente soluzione del mistero.

Mauro Zanetti è nato a Trento nel 1977, dove tuttora vive. Insegna italiano e storia in un istituto professionale.

Nel 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo Vellutum, di seta e di altri intrecci, per IBUC. Tracce Parallele segna il suo esordio con Nulla Die.


Fonte notizia: http://nulladie.com/catalogo/456-mauro-zanetti-9788869153303.html?search_query=zanetti&results=1


giallo | letteratura | nulla die |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mauro Sentinelli: il manager Tim nelle testimonianze di colleghi e amici


La carriera del manager Mauro Ticca, manager del settore logistica e trasporti


Leonardo, consegnati i Premi Innovazione 2016: le parole dell’AD Mauro Moretti


Mauro Ticca riflette sul cargo aereo italiano


“Aperitivo criminale”, l’ultimo giallo della scrittrice Anna Allocca


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Alessio Martini, Salvare i naufraghi

Alessio Martini, Salvare i naufraghi
Alessio Martini è il nom de plume di uno scrittore genovese. Il suo romanzo "Salvare i naufraghi" è ambientato nel 1943, sul fronte russo. Fronte russo, 1943.Un treno armato della Regia Marina riceve l’ordine di spostarsi dalla base di Jalta al fronte del Don, ma prima che giunga a destinazione l’armata italiana ivi schierata è annientata e il treno resta fermo e senza ordini in una sperduta stazioncina.In un giorno di gennaio, il comandante del treno s’imbatte in una ragazza russa, che dice di chiamarsi Svetlana: gli ricorda che un (continua)

Era il nostro tempo, raccolta poetica di Matteo Canevari

Era il nostro tempo, raccolta poetica di Matteo Canevari
Questa cospicua silloge di Matteo Canevari (filosofo-poeta o poeta-filosofo?) è testimonianza vibrante e persuasiva dello stretto legame esistente tra riflessione filosofica e straniamento poetico. Matteo Canevari, Era il nostro tempo. Poesie diverseSe è indubbiamente vero, come ci ricorda Giovan Battista Marino, che «musica e poesia son due sorelle», qualche ragionevole dubbio ha diritto di sussistere sulla sorellanza di filosofia e poesia. Ma è anche vero che poesia e filosofia possono convivere, e “armonizzarsi”, in una sola voce. Questa cospicua silloge di Matteo Canevari (filosofo-poeta (continua)

Dell’amore nelle forme del tempo, la nuova raccolta di poesie della giovanissima Giulia Coppa

Dell’amore nelle forme del tempo, la nuova raccolta di poesie della giovanissima Giulia Coppa
Nella collana iCanti di Nulla die Edizioni, la nuova silloge poetica della giovanissima Giulia Coppa Dell’amore nelle forme del tempo indaga un passo conflittuale e profondo dell’evoluzione e dello sviluppo del sentimento più controverso, affascinante e insondabile del sentire umano: l’amore. Che sia in forma materiale e amorosa o che si tratti dell’Amore incondizionato e universale, il termine raccoglie in sé le necessità, le voci naturali e le impressioni interiori dell’essere come le espe (continua)

Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa

Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa
La nuova silloge poetica di Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa, esce nella collana iCanti, Nulla die edizioni. Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa è la nuova silloge poetica di Andrea Biscaro, poeta e scrittore italiano che risiede all’Isola del Giglio, pubblicata nella collana iCanti da Nulla die edizioni.Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosaè un viaggio amoroso in forma poetica. Una biografia in versi che indaga il rapporto di coppia. Dal momento topico, magico e drammatico (continua)

Intervista a Simone Corvasce, autore di Algoritmi di scacchi e passi d’angeli

Intervista a Simone Corvasce, autore di Algoritmi di scacchi e passi d’angeli
L'intervista a Simone Corvasce, filologo, musicista e poeta, offre spunti di profonda riflessione sulla poesia e le sue caratteristiche. Quanti piani di lettura può avere un’opera? Fino a che punto possono convivere l’immediatezza del sentimento e l’erudizione letteraria? Questa è la sfida alla base di Algoritmi di scacchi e passi d’angeli. Dietro una scrittura piana, scorrevole e intima è celata un’intricata giungla di riferimenti letterari. Ma il fine ultimo resta il viaggio, un viaggio attraverso le angosce dell’uomo, le re (continua)