Home > Ambiente e salute > Al via ONCOnnection ‘La rete oncologica al servizio dei pazienti’

Al via ONCOnnection ‘La rete oncologica al servizio dei pazienti’

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

22 marzo 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più a lungo.


22 marzo 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro.

Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti.

Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più a lungo.

Ci sono però ancora problemi: dalla presa in carico del paziente alla revisione organizzativa,

dall’accesso rapido ed uniforme a terapie innovative ai problemi nutrizionali che moltissimi

pazienti presentano. Il coordinamento tra Centri ‘Hub e Spoke’ e medicina territoriale, è

fondamentale nei processi organizzativi/gestionali. Per fare il punto sul tema, Motore Sanità

ha creato ‘ONCOnnection’, serie di webinar incentrati sul mondo dell'oncologia, che prendono

il via oggi con ‘L’ONCOLOGIA TERRITORIALE TRA NUOVE TECNOLOGIE E NUOVI SCENARI

ASSISTENZIALI’, realizzato grazie al contributo incondizionato di Pfizer, Amgen, Boston

Scientific, Nestlé Health Science, Takeda, Kite a Gilead Company e Kyowa Kirin

 

“Per sconfiggere il cancro ci vuole una forte connessione tra tutti gli attori coinvolti nel panorama

della Sanità, dalle reti oncologiche, alle associazioni pazienti, alla medicina territoriale,

all’innovazione digitale, alla creazione dei Molecular Tumor Board, alla formazione di team

multidisciplinari, fino alla condivisione dei dati clinici “Real world”. Con Motore Sanità abbiamo

voluto dare il nostro contributo per vincere questa battaglia, creando ONCOnnection, una serie

di incontri che vedranno il coinvolgimento e il confronto tra i massimi esperti a livello nazionale

del panorama oncologico”, ha dichiarato Claudio Zanon, Direttore Scientifico di Motore Sanità

 

"Oltre 3.600.000 casi prevalenti oncologici non possono avere come unico riferimento le oncologie

ospedaliere. Il percorso del paziente oncologico presenta brevi periodi in ospedale e lunghe fasi che

si svolgono nel territorio e a domicilio. I bisogni del paziente oncologico sono diversi e articolati e

vanno da una domanda di alta specializzazione a problematiche socio sanitarie. Occorre inserire nel

territorio competenze specialistiche che lavorino in continuità con il Medico di Medicina Generale e

con l'Oncologo ospedaliero per trasferire a livello territoriale alcune attività, dal follow-up alla gestione

della tossicità, dalla psiconcologia alla delocalizzazione di alcuni farmaci. Si tratta di ridisegnare i PDTA

delle patologie oncologiche, avendo a disposizione più setting assistenziali che oltre al ricorrere al DH

ospedaliero prevedono anche i letti di cure intermedie, le articolazioni del Chronic Care Model e anche

il domicilio del paziente”, ha spiegato Gianni Amunni, Associazione Periplo, Responsabile Rete

Oncologica Toscana, Direttore Generale ISPRO, Regione Toscana



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tumori e Covid, l’appello delle associazioni dei pazienti al Governo. «Abbiamo un’emergenza oncologica. Affrontiamo il problema ma in una visione europea perché solo così salveremo l’oncologia italiana»


ESMO2020: presentati i risultati di fase I di Patritumab Deruxtecan


Studio Nemawashi: Congresso SIFO primi dati sui nuovi anticoagulanti orali (NAO)


Lixiana lancio Italia edoxaban il nuovo anticoagulante di Daiichi Sankyo


Risultati preliminari positivi per l’anti-HER3 Patritumab Deruxtecan


Fibrillazione atriale, i pazienti diabetici e insulina aumenta rischio di ictus


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Farmaci equivalenti ancora poco diffusi. La spinta potrebbe arrivare dai medici di famiglia e dai farmacisti promotori di formazione e informazione

11 giugno 2021 - Medici di famiglia e farmacisti potrebbero avere un ruolo strategico nell’informazione e nella comunicazione sul tema dei farmaci equivalenti e il loro utilizzo perché sono i più vicini alle esigenze dei pazienti, operando sul territorio. L’uso del farmaco equivalente in Italia è ancora basso, pari al 39,6%, rispetto ad altri paesi come Gran Bretagna (53,2%), Germania (45,7%), Francia (45,5%), Spagna (42,3%) e anche rispetto ai farmaci di marca. 11 giugno 2021 - Medici di famiglia e farmacisti potrebbero avere un ruolo strategico nell’informazione e nella comunicazione sul tema dei farmaci equivalenti e il loro utilizzo perché sono i più vicini alle esigenze dei pazienti, operando sul territorio. L’uso del farmaco equivalente in Italia è ancora basso, pari al 39,6%, rispetto ad altri paesi come Gran Bretagna (53,2%), German (continua)

Invito stampa - Focus Veneto: Interstiziopatie polmonari - 16 giugno 2021, Ore 15:30

mercoledì 16 giugno, dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar ‘Focus Veneto: Interstiziopatie polmonari’, organizzato da Motore Sanità. Gentile collega, mercoledì 16 giugno, dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar ‘Focus Veneto: Interstiziopatie polmonari’, organizzato da Motore Sanità. Le interstiziopatie polmonari malattie rare dell’apparato respiratorio, sono patologie a complessa gestione. Tra queste la prevalenza della sola IPF in Italia è di circa 15.000 pazienti, ma con diagnosi ac (continua)

Invito stampa - Puglia/Sicilia/Calabria: Il valore dell'aderenza per i sistemi sanitari regionali. Dal bisogno all'azione - 15 giugno 2021, ORE 14:30

martedì 15 giugno, dalle ore 14:30 alle 18, si terrà il webinar: ‘Puglia/Sicilia/Calabria: Il valore dell'aderenza per i sistemi sanitari regionali. Dal bisogno all'azione’, organizzato da Motore Sanità. martedì 15 giugno, dalle ore 14:30 alle 18, si terrà il webinar: ‘Puglia/Sicilia/Calabria: Il valore dell'aderenza per i sistemi sanitari regionali. Dal bisogno all'azione’, organizzato da Motore Sanità. L’OMS definisce come aderenza terapeutica il grado in cui il paziente segue le raccomandazioni del medico riguardanti dosi, tempi e frequenza dell’assunzione di (continua)

Women for Oncology Italy presenta le nuove referenti regionali «Creati i gruppi per essere ancora più vicine alle oncologhe italiane».

9 Giugno 2021 - Women for Oncology – Italy ha costituito i gruppi regionali che coinvolgeranno sul territorio le donne oncologhe per un obiettivo importante: analizzare le criticità già note a livello nazionale con maggiore capillarità regionale, in modo da poter trovare rapidamente delle soluzioni omogenee sul territorio, coinvolgendo le Istituzioni locali e nazionali. 9 Giugno 2021 - Women for Oncology – Italy ha costituito i gruppi regionali che coinvolgeranno sul territorio le donne oncologhe per un obiettivo importante: analizzare le criticità già note a livello nazionale con maggiore capillarità regionale, in modo da poter trovare rapidamente delle soluzioni omogenee sul territorio, coinvolgendo le Istituzioni locali e nazionali.Sono nove le (continua)

Roadshow Troponina cardiaca. Focus Piemonte - 10 giugno 2021, Ore 15

giovedì 10 giugno 2021, dalle ore 15 alle 17, si terrà il webinar ‘Roadshow Troponina cardiaca. Focus Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. giovedì 10 giugno 2021, dalle ore 15 alle 17, si terrà il webinar ‘Roadshow Troponina cardiaca. Focus Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. Gli eventi ischemici di carattere miocardico rappresentano ancora oggi la prima causa di morte e morbilità nei paesi industrializzati nonostante negli anni recenti vi sia stato un sostanziale miglioramento dei dati di mortalità (continua)