Home > Economia e Finanza > La ricetta di Serenissima Ristorazione per il contenimento delle perdite a causa della pandemia

La ricetta di Serenissima Ristorazione per il contenimento delle perdite a causa della pandemia

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

La ricetta di Serenissima Ristorazione per il contenimento delle perdite a causa della pandemia

Tommaso Putin, CFO di Serenissima Ristorazione, racconta le strategie adottate per affrontare i cambiamenti causati dal Covid-19 nella ristorazione collettiva


Tommaso Putin, CFO di Serenissima Ristorazione, ha parlato in un’intervista della situazione attuale dell’azienda dopo un 2020 influenzato dallo scoppio della pandemia e delle strategie adottate per fronteggiarla.

Serenissima Ristorazione: differenziazione di portafoglio e consegna soluzioni vincenti nel contrasto al Covid-19

Il 2020 nella ristorazione collettiva ha comportato una flessione generale di ricavi e vendite equivalente a 1,5 miliardi di euro, conseguenza di 329 milioni di pasti non consegnati. Un contesto nel quale le imprese del comparto hanno provato a far fronte investendo in servizi continuativi, regole più stringenti e revisione dei contratti d'appalto. Tra queste anche Serenissima Ristorazione, capofila nel settore della ristorazione commerciale e collettiva, la cui situazione attuale è stata raccontata dal CFO Tommaso Putin. Infatti, a fronte di un bilancio ancora da definire ma che verosimilmente si attesterà intorno al -15% sul fatturato, la società è comunque riuscita a contenere le perdite grazie a un portafoglio molto differenziato, che spazia dalla ristorazione ospedaliera a quella scolastica, e ancora a quella commerciale e aziendale. Inoltre, è risultata vincente anche la strategia di investire, in ottica di flessibilità, su target di imprese di media e piccola grandezza. La modalità di lavoro agile ha avuto conseguenze importanti sul comparto e, per ovviare alla riduzione della domanda, Serenissima Ristorazione ha puntato sulla consegna come servizio opzionale. Inoltre, diversi avventori di locali e self-service hanno scelto la delivery al tavolo con il personale impiegato senza ricorrere a nessun aggregatore.

Serenissima Ristorazione: la ristorazione scolastica e le soluzioni vending

Tommaso Putin, CFO di Serenissima Ristorazione, ha proseguito l’intervista raccontando la ripartenza del servizio di ristorazione nelle scuole a settembre 2020, in concomitanza con la riapertura degli istituti, che è stato garantito in totale sicurezza grazie all’implementazione di regole ancora più severe e all’introduzione di pasti monoporzione per ovviare al metodo di scodellamento. Infine, è stata impostata una ripartizione del servizio nel corso della giornata. Per quanto riguarda invece la rinegoziazione dei contratti, la realtà di Vicenza ha verificato l’esistenza di un’ampia collaborazione da parte di partner e clientela nel giungere a proposte condivise per continuare a fruire del servizio. A livello di innovazione dei processi, fenomeno divenuto più rapido a causa della pandemia, Serenissima Ristorazione ha tentato lo sviluppo della ristorazione automatica venendo così incontro, per mezzo di soluzioni tipo vending, alle nuove richieste dei clienti aziendali. Questo ha condotto anche all’utilizzo di piatti unici, alternativa più comoda, e di locker refrigerati con ritiro di pasti preordinati. Nell’opinione del CFO Tommaso Putin, infine: “Il 2021 sarà sicuramente l’anno della ripresa, lo possiamo percepire già ora. Certo, da un lato la ristorazione ospedaliera ha ridotto i propri volumi perché le strutture sono state impegnate dall’emergenza con interi reparti tradizionali riconvertiti in reparti covid. Dall’altro, la ristorazione commerciale e aziendale è sottoposta a una questione psicologica. Con il tempo si riprenderanno le proprie abitudini”.


Fonte notizia: https://www.italiaatavola.net/ristorazione-collettiva-1/ristorazione-collettiva/2021/2/20/diversificazione-delivery-vending-ricetta-di-gruppo-serenissima/73825/


Serenissima Ristorazione |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Serenissima Ristorazione, attiva nella distribuzione di pasti e nella fornitura di alimenti freschi


Serenissima Ristorazione ratifica l’esercizio del 2019


Mario Putin: il sostegno di Serenissima Ristorazione al plesso scolastico di Costabissara


Expo Salute 2015 ospita Serenissima Ristorazione, società del Presidente Mario Putin


Serenissima Ristorazione si aggiudica il 261esimo posto nelle 400 migliori aziende italiane in cui lavorare


Serenissima Ristorazione collabora ad una iniziativa in territorio lucano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio
Nello stabilimento siderurgico Riva Acciaio di Lesegno il rottame viene trasformato in un’infinità di nuovi prodotti, grazie anche all’aiuto del sofisticato sistema Gleeble 3800 Lo stabilimento Riva Acciaio di Lesegno è l'unico in Italia ad avere un sistema di simulazione della fabbricazione dell'acciaio che permette di riprodurre tutte le varie fasi del processo.Riva Acciaio di Lesegno: nuova vita ai rottamiL'acciaio è un elemento estremamente versatile che può assumere diverse forme ed essere utilizzato in qualsiasi campo. Inoltre, date le sue caratteristiche, (continua)

Trovare un equilibrio tra innovazione e protezione dei cittadini: la soluzione proposta da Pompeo Pontone

Un recente articolo di “EUreporter” riaccende il dibattito sulla gestione dell’intelligenza artificiale da parte di persone e imprese dell’Unione Europea: l’esperto Pompeo Pontone si esprime sull’argomento Pompeo Pontone, Investor e Investment specialist, con all'attivo diversi progetti di Fintech e Data Science, fornisce la sua analisi sul complesso equilibrio tra benefici e rischi legati all'intelligenza artificiale.L'AI nella vita di tutti i giorni: le riflessioni di Pompeo PontoneL'intelligenza artificiale è riuscita, oltre che a farsi sempre più sofisticata, a divenire parte integrante delle pi (continua)

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità
“Verso un modello di economia circolare per l’Italia”: il documento stilato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente è stato accolto a pieno da Riva Acciaio Riva Acciaio, come player di riferimento nell'ambito siderurgico, ha abbracciato la sfida della sostenibilità, puntando al raggiungimento degli impegni presi dal nostro Paese verso l'Accordo di Parigi e l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.Riva Acciaio: l'Italia sul podio della circular economy ma bisogna guardare avantiRiva Acciaio supporta la transizione energetica in corso in Italia, condivid (continua)

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista
Massimo Malvestio: “Le banche come sono state per 150 anni stanno scomparendo. La vera novità è nella tecnologia finanziaria e in chiunque saprà affrancarsi dalle banche e dai regolatori” L'avvocato Massimo Malvestio, editorialista del "Corriere del Veneto" e collaboratore di "Nordesteuropa.it", ha denunciato per anni la situazione in cui versava il Veneto e il sistema bancario: in "Mala Gestio, perché i veneti stanno tornando poveri" i prodromi della catastrofe finanziaria che ha investito negli scorsi anni il territorio.Il Veneto, le banche, la crisi: la lungimirante inchies (continua)

FME Education: la cultura a portata di click

FME Education: la cultura a portata di click
FME Education ha aiutato a portare l’infinito patrimonio storico-culturale italiano sulle piattaforme digitali per valorizzare il Paese attraverso le nuove tecnologie Nata a Milano come Editore che si propone di promuovere contenuti didattici innovativi, FME Education è in prima linea nella promozione della cultura italiana sul digitale.FME Education: la tecnologia al servizio della culturaLa digitalizzazione era una rivoluzione che si aspettavano tutti. Prima di marzo 2020 nessuno però avrebbe mai creduto che si sarebbe rivelata l'unica via per acced (continua)