Home > Altro > Italia e dossier industriali, Vito Gamberale: “Non serve nazionalizzare le autostrade”

Italia e dossier industriali, Vito Gamberale: “Non serve nazionalizzare le autostrade”

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Italia e dossier industriali, Vito Gamberale: “Non serve nazionalizzare le autostrade”

Alitalia, Ilva e banda larga alcuni dei temi cruciali per il Paese: in un intervento su “Il Foglio”, Vito Gamberale analizza l’attuale situazione dei dossier industriali in Italia


“Non penso che questo governo abbia bisogno di compiere una mossa demagogica. Sembrerebbe quasi distonico. Salvo che non sia un’iniziativa autonoma di CDP, magari in coincidenza di prossime scadenze”: affidate alle pagine de “Il Foglio”, le considerazioni di Vito Gamberale su alcuni importanti fascicoli industriali in Italia.

Vito Gamberale: un passo indietro sul dossier ASPI da parte del Governo

“Siamo il Paese che non sa se usare il Recovery Fund per fare investimenti nuovi o dirottare le risorse su progetti già in cantiere per non aumentare il debito. E poi che facciamo, nazionalizziamo Autostrade?”: questa la domanda posta da Vito Gamberale in un recente intervento pubblicato su “Il Foglio”. Già alla guida di Sip poi divenuta Telecom, primo AD di Tim, promotore del fondo F2i e oggi Presidente e cofondatore di Iter Capital Partners, il manager esprime la propria visione netta su quali debbano essere i temi al centro delle agende del Governo in questo momento. “Autostrade è un’azienda di servizi e andrebbe governata dal punto di vista del controllo, non del recupero della proprietà”, scrive nel suo intervento, “non mi pare che il Ministero si sia organizzato per potere controllare i gestori autostradali”. Ed evidenziando come quella di Autostrade sia una questione “che si tende a rimuovere”, Vito Gamberale aggiunge che lo Stato dovrebbe dotare il Ministero delle Infrastrutture di un vero servizio di sorveglianza, in modo da evitare il ripetersi di sciagure come quella avvenuta a Genova. “I 43 morti richiedono colpevoli e condanne, non giustizia sommaria”, scrive, “se c’è stata una cattiva gestione c’è stata anche una mancanza di controllo”.

Vito Gamberale: Alitalia, Ilva e intervenire sulla banda larga

“Non penso che questo Governo abbia bisogno di compiere una mossa demagogica. Sembrerebbe quasi distonico”, prosegue Vito Gamberale in merito alla questione Autostrade, “salvo che non sia un’iniziativa autonoma di CDP, magari in coincidenza di prossime scadenze”. Per il Presidente di Iter Capital Partners, già AD di Autostrade tra il 2000 e il 2006, è tuttora possibile fare un passo indietro sul dossier ASPI, facendo saltare l’accordo con CDP e lasciando libertà di scelta agli azionisti su come gestire presente e futuro della società. Il momento è quello del passaggio di consegne nell’Esecutivo, in seguito all’uscita di scena di Conte: “Una politica inesperta, basata sulla demagogia e non sull’esperienza, specie all’inizio”, è il commento di Vito Gamberale, “che si era data un obiettivo dettato in parte dall’emozione e in parte dall’inesperienza”. Cambiare strategia su Autostrade è dunque quanto auspicato dal manager, che affida a “Il Foglio” un ulteriore riflessione su quali debbano essere le priorità politiche in ambito industriale. “Il problema reale è Alitalia, trovare un modo per ridarle fiato. È reale l’Ilva, che rappresenta il perno del sistema industriale del Paese”, ma non solo: “Intervenire sulla banda larga è un tema concreto: lì c’è un’esigenza del Paese, una difficoltà dell’incumbent a portare avanti un progetto per via delle scorrerie che ha subito nel passato”.


Fonte notizia: https://www.ilfoglio.it/economia/2021/02/24/news/-no-a-draghi-non-serve-nazionalizzare-le-autostrade-ci-dice-vito-gamberale-1932839/


Vito Gamberale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Revoca Autostrade, Vito Gamberale: “Punire sommariamente i Benetton penalizza gli azionisti”


Strade al grafene: Iterchimica, presieduta da Vito Gamberale, annuncia Gipave


Iterchimica, presieduta da Vito Gamberale, sperimenta il Gipave sulle strade milanesi


Vito Gamberale: asfalto al grafene per strade più sicure a Milano grazie ad Iterchimica


“Il Foglio”, intervista a Vito Gamberale: il manager come “trofeo di caccia” dei PM


Il portale di Vito Gamberale, top manager italiano e Amministratore Delegato di F2i


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio
Nello stabilimento siderurgico Riva Acciaio di Lesegno il rottame viene trasformato in un’infinità di nuovi prodotti, grazie anche all’aiuto del sofisticato sistema Gleeble 3800 Lo stabilimento Riva Acciaio di Lesegno è l'unico in Italia ad avere un sistema di simulazione della fabbricazione dell'acciaio che permette di riprodurre tutte le varie fasi del processo.Riva Acciaio di Lesegno: nuova vita ai rottamiL'acciaio è un elemento estremamente versatile che può assumere diverse forme ed essere utilizzato in qualsiasi campo. Inoltre, date le sue caratteristiche, (continua)

Trovare un equilibrio tra innovazione e protezione dei cittadini: la soluzione proposta da Pompeo Pontone

Un recente articolo di “EUreporter” riaccende il dibattito sulla gestione dell’intelligenza artificiale da parte di persone e imprese dell’Unione Europea: l’esperto Pompeo Pontone si esprime sull’argomento Pompeo Pontone, Investor e Investment specialist, con all'attivo diversi progetti di Fintech e Data Science, fornisce la sua analisi sul complesso equilibrio tra benefici e rischi legati all'intelligenza artificiale.L'AI nella vita di tutti i giorni: le riflessioni di Pompeo PontoneL'intelligenza artificiale è riuscita, oltre che a farsi sempre più sofisticata, a divenire parte integrante delle pi (continua)

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità
“Verso un modello di economia circolare per l’Italia”: il documento stilato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente è stato accolto a pieno da Riva Acciaio Riva Acciaio, come player di riferimento nell'ambito siderurgico, ha abbracciato la sfida della sostenibilità, puntando al raggiungimento degli impegni presi dal nostro Paese verso l'Accordo di Parigi e l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.Riva Acciaio: l'Italia sul podio della circular economy ma bisogna guardare avantiRiva Acciaio supporta la transizione energetica in corso in Italia, condivid (continua)

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista
Massimo Malvestio: “Le banche come sono state per 150 anni stanno scomparendo. La vera novità è nella tecnologia finanziaria e in chiunque saprà affrancarsi dalle banche e dai regolatori” L'avvocato Massimo Malvestio, editorialista del "Corriere del Veneto" e collaboratore di "Nordesteuropa.it", ha denunciato per anni la situazione in cui versava il Veneto e il sistema bancario: in "Mala Gestio, perché i veneti stanno tornando poveri" i prodromi della catastrofe finanziaria che ha investito negli scorsi anni il territorio.Il Veneto, le banche, la crisi: la lungimirante inchies (continua)

FME Education: la cultura a portata di click

FME Education: la cultura a portata di click
FME Education ha aiutato a portare l’infinito patrimonio storico-culturale italiano sulle piattaforme digitali per valorizzare il Paese attraverso le nuove tecnologie Nata a Milano come Editore che si propone di promuovere contenuti didattici innovativi, FME Education è in prima linea nella promozione della cultura italiana sul digitale.FME Education: la tecnologia al servizio della culturaLa digitalizzazione era una rivoluzione che si aspettavano tutti. Prima di marzo 2020 nessuno però avrebbe mai creduto che si sarebbe rivelata l'unica via per acced (continua)