Home > Cultura > Il gatto Grisù esce dal trasportino sul treno Lecce-Torino, il controllore lo fa scendere a Pescara: è stato ritrovato

Il gatto Grisù esce dal trasportino sul treno Lecce-Torino, il controllore lo fa scendere a Pescara: è stato ritrovato

scritto da: Webtvstudios | segnala un abuso

Il gatto Grisù esce dal trasportino sul treno Lecce-Torino, il controllore lo fa scendere a Pescara: è stato ritrovato

Momenti di paura per il gatto Grisù, un gatto anziano di 14 anni che era in viaggio in treno da Lecce, destinazione Torino


Durante il viaggio, iniziato domenica scorsa, però l’animale (che era uscito dal trasportino) è stato fatto scendere dal convoglio dal controllore che l’aveva preso per un gatto randagio. Il felino disperso a Pescara per alcuni giorni finalmente è stata ritrovata questa mattina alle ore 8 grazie anche al tam tam mediatico dei due anziani proprietari (originari di Andrano, nel Leccese) disperati per la perdita del loro amico a 4 zampe e delle reti ambientaliste che si sono mobilitate in lungo e in largo sull’asse Salento-Pescara. Il gatto è stato ritrovato in una zona interdetta al pubblico e pattugliata solo dalla Polfer.

Il felice epilogo della vicenda si è concluso con la telefonata alla padroncina residente a Torino che, nel frattempo, aveva trovato alloggio a Pescara sperando nel ritrovamento del gatto. Il micione era stanco ed affamato. Anche per questo gli agenti sono riusciti ad avvicinarlo senza problemi, con la “promessa” di qualche croccantino

Da Lecce l’animalista Maria Teresa Corsi si è tenuta costantemente in contatto con i colleghi di Pescara ed ora, a nome del sodalizio Verdi Ambiente e Società, ringrazia i “gattari” abruzzesi e gli uomini in divisa. “Abbiamo assistito ad una bella gara di solidarietà verso questa famiglia di amici degli animali”. Corsi ribadisce la necessità di utilizzare trasportini omologati per far viaggiare gli animali d’affezione. La vicenda non finisce qui perché, probabilmente, ci sarà uno strascico per l’accertamento delle responsabilità. Sulla vicenda ci sono state diversi esposti ed anche una interrogazione parlamentare

Il Padrone di Grisù con la Moglie

Io ho lavorato nelle ferrovie per tanti anni e ancora non mi spiego come il capotreno possa aver fatto scendere il mio gatto senza prima accertarsi se fosse di qualcuno” , Luigi, un’ottantina d’anni, vive a Nichelino con la moglie, è il padrone di Grisù, il gatto di 14 anni che mezza Italia ha cercato per cinque giorni. Il capotreno del Frecciarossa partito da Lecce domenica mattina lo aveva fatto scendere alla stazione di Pescara pensando si trattasse di un gatto randagio. Ieri mattina un addetto delle ferrovie in servizio alla stazione lo ha ritrovato seduto su un muretto al sole. “Non si è mai mosso dalla stazione “, raccontano i volontari dell’Enpa di Pescara che, insieme ad altre associazioni animaliste di tutt’Italia si sono mobilitate per ritrovare il micio della coppia

“Stava comodamente prendendo il sole in un posticino tranquillo appena fuori la stazione, sul binario in direzione Ancona ” , raccontano i volontari Enpa. Paolo Piersante, l’addetto delle Ferrovie ha consegnato il gatto alla Polfer in servizio alla stazione e l’animale è stato recuperato poche ore dopo dalla figlia della coppia che nel frattempo era tornata a Torino. “Tutto è bene quel che finisce bene ma questa storia mi suona ancora come incredibile ” , ammette Luigi. “Io e mia moglie ci siamo addormentati e avevamo lasciato la cerniera del trasportino leggermente aperta, Grisù deve essere uscito e si è messo a vagare per il vagone. Quando ci siamo svegliati non lo abbiamo più visto, abbiamo chiesto agli altri passeggeri e ci hanno detto che il gatto era stato fatto scendere perché una signora si era spaventata. Lo hanno dovuto far scendere due volte perché lo avevano messo fuori da una porta e lui era risalito dall’altra ” . Luigi e sua moglie stavano rientrando da Lecce dove hanno una casetta che hanno dovuto raggiungere per dei lavori di manutenzione ma Grisù è abituato a seguirli in tutti i loro spostamenti e lo ha fatto anche domenica.

L’ex ferroviere non ha sporto querela contro chi ha sfrattato il suo gatto dal treno ma la vicenda ha sollevato comunque un polverone tanto da approdare persino in parlamento con un’interrogazione annunciata dalla deputata M5S Daniela Torto. L’Enpa, al contrario del padrone del gatto, ora chiede provvedimenti nei confronti del capotreno responsabile di aver lasciato in stazione Grisù. “Sono davvero contento che Grisù sia tornato a casa – conclude il proprietario.  Non era per niente scontato, il mio gatto è un miracolato e devo ringraziare tutti quelli che si sono dati da fare per cercarlo e tutta la mia riconoscenza va a quell’addetto della stazione che lo ha riconosciuto ha avuto la prontezza di consegnarlo alla polizia”.

Canale di Informazione News Sport e Spettacolo
Servizi Audiovisivi – TV – Riprese Video – Interviste 
https://www.facebook.com/webtvstudios
https://www.webtvstudios.it/


Fonte notizia: http://www.webtvstudios.it/il-gatto-grisu-esce-dal-trasportino-sul-treno-lecce-torino-il-controllore-lo-fa-scendere-a-pescara-e-stato-ritrovato


amico a 4 zampe | controllore | gato anziano | gato micione | gatto Grisù | gatto persiano di 14 anni | gatto presiano | gatto randaggio | lecce torino | polfer pescara | ritrovato a pescara | stato ritrovato | tam tam | viaggiando sul treno lecce torino | viaggio |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La cooperativa Cearpes, oggi gestito dalla coop LILIUM. non era un lager ma un centro di eccellenza a livello nazionale.


Partenza con Micio: tanta preoccupazione poche azioni concrete


Il controllore CompactLogix 5380 migliora l'accuratezza e le prestazioni delle applicazioni ad alta velocità


Il controllore CompactLogix 5380 migliora l'accuratezza e le prestazioni delle applicazioni ad alta velocità


Treno merci Cina-Italia: ecco perché agevolerà l'economia italiana


Sepulveda torna in Italia con Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Milano: Polizia in azione! la vita delle Nibbio con Andrea Perfetti di Moto.it

Milano: Polizia in azione! la vita delle Nibbio con Andrea Perfetti di Moto.it
Le Nibbio con gli agenti in moto della Polizia di Stato in forza alla Questura di Milano. Si chiamano Nibbio e sono le pattuglie più rapide a intervenire nelle tante situazioni di emergenza. Vi raccontiamo chi sono e come lavorano Hanno una passione sconfinata per la moto, ma non possono scegliere di usarla solo col bel tempo. Lei è la loro compagna ogni giorno. Anche col freddo e con la pioggia. E hanno fatto un giuramento solenne di fedeltà alla Repubblica, nell’interesse del pubblico bene. Oggi vi parliamo dei poliziotti in moto. Per la precisione delle Nibbio, le pattuglie moto montate in servizio presso la Questur (continua)

Dimmi Dove Sei … Regista Michele Conidi

Dimmi Dove Sei … Regista Michele Conidi
Da un’idea di Michele Conidi e di Giorgia Floridi, prende forma questo progetto cinematografico che vede al centro della vicenda i coniugi Francesca (Giorgia Floridi) e Michele (Michele Conidi), con i piccoli Gioia e Domenico (i fratellini Colantuono) Intorno a questa famiglia gravitano le figure di Fabio (Fabio Bosco), fratello di Francesca, sua figlia Siria (Siria Buonocore) e Lorena (Pepita Currenti), collega d’ufficio di Michele, che si rivelerà esser la chiave di volta della storia, il cortometraggio descrive la quotidianità di una famiglia qualsiasi, la cui serenità viene turbata da spiacevoli episodi e, con una nota garbata, intende risv (continua)

Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia, al Giro premiati gli “Eroi della sicurezza”

Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia, al Giro premiati gli “Eroi della sicurezza”
Prima del via della carovana rosa a Frasassi premiati anche alcuni agenti della Polizia Stradale del Compartimento di Ancona Oggi, alla partenza della sesta tappa della competizione ciclistica, Grotte Frasassi-Ascoli Piceno, Autostrade per l’Italia ha consegnato i riconoscimenti agli Assistenti Capo Paolo Zaffini, Manola Bartolacci, Marco Renzi e all’Agente Giulia Mafezzoni in servizio presso la Sottosezione Autostradale di Fano del Compartimento Stradale di Ancona, per aver garantito la sicurezza degli automobilisti in (continua)

Hotel Simon **** Pomezia per il tuo Bisness e per la tua Vacanza

Hotel Simon **** Pomezia per il tuo Bisness e per la tua Vacanza
Hotel Simon Situato nel centro di Pomezia, il Simon Hotel offre un bar, un parcheggio privato gratuito, la connessione Wi-Fi gratuita in tutta la struttura e moderne sistemazioni climatizzate. Le camere dell’Hotel Simon sono tutte dotate di TV a schermo piatto, cassaforte, minibar e bagno privato con asciugacapelli e set di cortesia. Alcune sistemazioni vantano un balcone. Ogni mattina vi attende una colazione a buffet con prodotti dolci e salati e bevande calde. La struttura dista 15 minuti di auto dal parco acquatico Zoomarine e 10 km dalla stazione ferroviaria di Pomezia – S. Palomba (continua)

Ottimo Successo Per La Prima Edizione Del Trofeo Nazionale Aci Sport Club, Riservato Ai Kart, Presso Il Circuito Internazionale D’abruzzo Di Ortona

Ottimo Successo Per La Prima Edizione Del Trofeo Nazionale Aci Sport Club, Riservato Ai Kart, Presso Il Circuito Internazionale D’abruzzo Di Ortona
Ortona, Si è tenuta nel weekend del 1 e 2 maggio la prima edizione del “Trofeo Nazionale Aci Sport Club”, riservato alle varie categorie di Kart, con piloti e team provenienti da ogni parte d’Italia L’organizzazione èstata curata da U.P.N. INTERNATIONAL Srls , sotto egida ACI Sport Club, con la presenza di Luigi Russocoordinatore regionale settore Karting e Sergio Di Dato coordinatore nazionale settore ACI Sport Club emembro commissione karting nazionale, con un nutrito gruppo di ufficiali di gara rappresentati da:Annunzio Amatucci D.G. Simone Faenza D.G.A.; dai commissari tecnici: Gabriele L (continua)