Home > Primo Piano > "PIÙ DEL QUARANTA PER CENTO DELLE IMPRESE NON RICEVERÀ ALCUN CONTRIBUTO": LA CIDEC SICILIA INTERVIENE SUL DECRETO SOSTEGNI

"PIÙ DEL QUARANTA PER CENTO DELLE IMPRESE NON RICEVERÀ ALCUN CONTRIBUTO": LA CIDEC SICILIA INTERVIENE SUL DECRETO SOSTEGNI

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

"La modalità di controllo della spettanza del ristoro - chiarisce il presidente regionale Salvatore Bivona - viene attuata in modo tale da impedire a molte aziende l'accesso alle risorse".


Forte preoccupazione per il futuro delle imprese siciliane e il mantenimento dei livelli occupazionali nelle realtà produttive viene espressa dalla Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Sicilia che, attraverso il presidente regionale Salvatore Bivona, critica alcuni punti del Decreto Sostegni 2021.

"A causa di un meccanismo perverso - osserva l'esponente dell'associazione di categoria - in Sicilia circa il quaranta per cento delle imprese non riceverà alcun contributo".

"La modalità di controllo della spettanza del ristoro - chiarisce il presidente regionale - viene attuata in modo tale da impedire a molte aziende l'accesso alle risorse".

"I conteggi vengono eseguiti in considerazione della media mensile del volume d'affari - spiega - e ciò significa che, se nel 2020 un'impresa ha registrato una perdita superiore al trenta per cento, il contributo che spetta corrisponde al sessanta per cento della differenza rispetto al 2019".

"Tutto ciò - aggiunge - per via di un software elaborato dall'Agenzia delle Entrate nel quale si inseriscono le medie mensili senza tenere conto, ovviamente, delle peculiarità aziendali".

"Laddove, invece, il calcolo viene eseguito dai commercialisti - spiega ancora - si tiene conto delle singole specificità delle imprese: sono gli attuali parametri ad escludere molte di esse dai ristori".

"Il reddito di cittadinanza non va certo stigmatizzato - osserva Salvatore Bivona - tuttavia non si comprende affatto la ragione per la quale esso venga erogato a chi non ha un'occupazione e non lo si conceda, invece, a chi non riesce più a portare avanti la propria attività a causa delle conseguenze del Covid 19".

"La CIDEC, in Sicilia come altrove - prosegue - riceve quotidianamente dai propri iscritti richieste di sostegno e messaggi carichi di sconforto : personalmente, come uomo e sindacalista, soffro a causa dell'impossibilità di fornire risposte adeguate e mi rendo perfettamente conto che gli inviti all'ottimismo e alla speranza non servono più a nulla".

"Il governo - propone il presidente - provveda a fornire i ristori a tutte le imprese e conceda agli esercizi commerciali maggiore flessibilità negli orari di apertura: non è un invito alla deregulation bensì al buon senso in una fase critica che richiede iniziative speciali per consentire alle imprese in ginocchio di risollevarsi".

"In questo momento storico - conclude il presidente lanciando un appello - le organizzazioni datoriali e le sigle che rappresentano i lavoratori hanno il dovere di guardare alla stessa direzione: tutto il mondo sindacale deve essere coeso ed esigere dalla classe politica una prova di maturità ed efficienza, che si manifesti concretamente nel supporto immediato alle imprese in sofferenza, prima che la disperazione dei titolari si traduca nel ricorso agli usurai e alla criminalità organizzata". 

CIDEC | Sicilia | Decreto Sostegni | Agenzia delle Entrate | Salvatore Bivona |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

FEDERART, MARCO AMATO NOMINATO COORDINATORE. IL PRESIDENTE DELLA CIDEC SICILIA SALVATORE BIVONA: "FIGURA DI ALTO PROFILO CULTURALE"


NUOVE AREE PEDONALI A PALERMO, LA CIDEC CHIEDE CHIARIMENTI SULLE DELIMITAZIONI : “FORTE IMPATTO SUL COMMERCIO"


Mandrarossa Vineyard Tour 2017


DISCIPLINA SUL COMMERCIO, CIDEC SICILIA : "BENE L'INTERLOCUZIONE CON L'ASSESSORE MIMMO TURANO". L'ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA CHIEDE DI VALORIZZARE LE AREE PRIVATE PER I MERCATI E LE FIERE


Salute e sicurezza sul lavoro nel “decreto del fare”


Sicilia, terra che da sempre richiama a sé


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AGENZIA ENTRATE SICILIA, UILPA: "A RISCHIO L'EQUILIBRIO PSICO - FISICO DEI LAVORATORI"

AGENZIA ENTRATE SICILIA, UILPA:
A preoccupare il sindacato, inoltre, sono le conseguenze legate alla chiusura e all'accorpamento di alcuni uffici dell' Agenzia ubicati in plessi storici: secondo il segretario generale Alfonso Farruggia, per il personale si tratta di un ulteriore motivo di stress Carichi di lavoro eccessivi e disorganizzazione negli uffici caratterizzano le condizioni in cui operano i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate in Sicilia.A sostenerlo è Alfonso Farruggia, segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia che, in una nota trasmessa al direttore regionale Pasquale Stellacci, chiede un cambio di passo a tutela dei lavoratori.Nella lettera ind (continua)

"PREMIO NIKE DONNE DI SICILIA E MALTA" A CURA DEL ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2110, IL 19 GIUGNO A CATANIA LA QUARTA EDIZIONE


Tra i momenti più significativi, la presentazione del libro "Nella buona e nella cattiva sorte", di Marina Di Guardo. L'autrice di romanzi thriller di origini siciliane risponderà alle domande della scrittrice e poetessa Myriam De Luca, tra le donne premiate nell'edizione del 2019 Donne simbolo che si sono distinte nei rispettivi settori di appartenenza: imprenditoria, cultura, arte, musica, sport e volontariato.Sono loro le protagoniste dell'edizione 2021 del "Premio Nike", che si terrà a Catania il prossimo 19 giugno.Un riconoscimento per coloro che, in ambito nazionale e internazionale, hanno svettato per capacità professionali e qualità umane nei ruoli rivestiti.L'event (continua)

RIFORMA EDILIZIA ALL' ARS, IL PRESIDENTE DEI GEOMETRI PALERMITANI CARMELO GAROFALO:

  RIFORMA EDILIZIA ALL' ARS, IL PRESIDENTE DEI GEOMETRI PALERMITANI CARMELO GAROFALO:
Nel capoluogo le pratiche in attesa di esame sono circa ventunomila; in tutta la Sicilia circa sessantamila "Soltanto nella provincia di Palermo, sono ben ventunomila le pratiche di condono pendenti: prima di analizzare eventuali criticità e punti di forza della riforma edilizia, chiediamoci tutti come sia stato possibile accumulare nel tempo un numero così alto di richieste": il presidente provinciale del Collegio dei Geometri e Geometri laureati Carmelo Garofalo interviene sul dibattito in atto (continua)

VIGILI DEL FUOCO, FP CGIL E UILPA PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE IN SICILIA

VIGILI DEL FUOCO, FP CGIL E UILPA PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE IN SICILIA
Le proteste hanno preso il via ufficialmente lo scorso 26 gennaio. La categoria punta il dito contro l'assenza di relazioni sindacali e la delegittimazione, secondo i sindacati, del ruolo dei rappresentanti dei lavoratori da parte della Direzione In Sicilia ha preso il via la mobilitazione dei Vigili del Fuoco: ad annunciarla sono le sigle Fp Cgil VVF e Uilpa VVF. Lo stato di agitazione, in realtà, era già stato proclamato lo scorso 26 gennaio, per protestare contro l'assenza di relazioni sindacali e "l' atteggiamento della Direzione volto a delegittimare e svilire il ruolo dei rappresentanti dei lavoratori (continua)

Prima edizione del "Tour delle eccellenze di Palermo": la CIDEC consegna una targa a Gloria Ciprì, imprenditrice del centro storico

 Prima edizione del
L'idea porta la firma di Marco Amato, coordinatore generale di FEDERART, l'organismo che, all'interno dell'associazione di categoria, si occupa di valorizzare le realtà culturali, le arti figurative, i talenti letterari, musicali e teatrali locali Premiare le attività economiche e imprenditoriali che, nel tessuto cittadino, svettano per qualità, capacità di mescolare tradizione e innovazione e adattamento alle difficoltà.  É questa la nota caratterizzante della prima edizione del "Tour delle Eccellenze di Palermo" ideato e promosso dalla Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Sicilia presieduta da Salvatore Bivona.Nello sp (continua)