Home > Economia e Finanza > Paresan Olindo, strategie innovative per superare una crisi aziendale

Paresan Olindo, strategie innovative per superare una crisi aziendale

scritto da: OrbisComunication2020 | segnala un abuso

Paresan Olindo, strategie innovative per superare una crisi aziendale


MILANO. In una situazione economica altalenante, dovuta a numerosi fattori, molto spesso le aziende si trovano in difficoltà nel gestire le situazioni di crisi. La figura e il profilo dell’imprenditore Peresan Olindo oggi è sempre più apprezzata proprio nella sua missione di consulenza innovativa per superare varie problematiche.

La crisi economica degli ultimi anni e il Covid sono certamente tra le principali cause del calo dei fatturati delle società; molto spesso però le aziende non riescono ad uscire dalla propria crisi interna anche perché, inconsapevolmente, hanno una gestione sbagliata nei vari segmenti: produzione, marketing, gestione magazzini, amministrazione.

La professionalità di Peresan Olindo in questi anni ha permesso non solo di salvare numerose aziende, ma anche di rilanciare i fatturati e i margini di utile delle stesse. Attraverso la consulenza si elaborano strategie di marketing non convenzionali, utilizzando la sua professionalità e le sue esperienze trasversali, la capacità di ascolto e l’osservazione dei particolari con occhio critico e attento.

Per Peresan Olindo qualsiasi progetto che lo vede coinvolto, viene vissuto come se l’azienda cliente fosse la sua attività imprenditoriale. La sua professionalità porta a ripensare completamente l’esperienza dell’azienda, sviluppando nuovi modelli di business, innovando prodotti e servizi e risolvendo le più complesse sfide. Ecco che le aziende vengono proiettate a disegnare il loro futuro attraverso una nuova visione e consapevolezza, massimizzando la creazione di valore.

Molte testate hanno parlato di lui, della sua visione innovativa ma, soprattutto, della sua capacità di individuare in modo attento le criticità trovando soluzioni vincenti ed efficaci.


Fonte notizia: https://notizia24ore.blogspot.com/2021/04/paresan-olindo-strategie-innovative-per.html


olindo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Catapano Giuseppe: Incubatori doc per le start up


TRIBUNALE DI TREVISO, UNINDUSTRIA TREVISO E ORDINE DEI COMMERCIALISTI DI TREVISO INSIEME NELLA “RETE DI SUPPORTO ALLE IMPRESE IN CRISI”


Un corso sulla resilienza e sulla gestione dello stress


Il Timbro Aziendale Per Personalizzare Documenti E Non Solo


Antonio Preziosi giornalista Rai: Il ruolo dell’informazione in un contesto di crisi


Sviluppare la Resilienza con Ultramaratone e Ultratrail


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nasce il movimento “Giovani per cambiare”, Di Santillo: “È tempo di far sentire la nostra voce”

Nasce il movimento  “Giovani per cambiare”, Di  Santillo: “È tempo di far sentire la nostra voce”
SANT’ARPINO. Un nuovo mood gira in città. Nasce  il movimento “Giovani per cambiare”; un nome, una sigla che preannuncia palpabilmente qual è il suo intento. Il gruppo, presieduto da Aniello Di Santillo, ha come scopo principale quello di dare sostegno ai giovani e alle associazioni del territorio, portando una ventata di innovazione a Sant’Arpino. I volti del team sono: i (continua)

Ninaì, una cantante “attivatrice di processi” e progetti che non si fermano alla sola musica

Ninaì, una cantante “attivatrice di processi” e progetti che non si fermano alla sola musica
Dare voce e visibilità al suo territorio, il biellese, e all’intera Italia, con uno sguardo attento alle realtà piccole e artigiane con le quali condividere messaggi, valori e costruire sinergie ROMA. Ninaì, cantante, pianista e compositrice, ha all’attivo un primo Ep “Musica in testa”, uscito nel 2020 e prodotto dalla “Maninalto Records”, dal quale sono stati estratti tre singoli e i relativi video: “Musica in testa”, “Feel it” e “Senza di te”. Nella sua musica convergono molteplici influenze, che l’hanno portata ad esibirsi con le crew di DJ e rappers hip hop, fino alla musica popolare (continua)

Vittime della strada. “N’ergastolo e dulore”: la canzone dedicata da Agatino Crisafulli al fratello Mimmo

Vittime della strada. “N’ergastolo e dulore”: la canzone dedicata da Agatino Crisafulli al fratello Mimmo
CATANIA. Un ergastolo di dolore. E’ questo il titolo della canzone che Agatino Crisafulli ha cantato per il fratello Mimmo, scomparso il 6 marzo del 2017 (ore 22:43) in un incidente stradale avvenuto all’altezza dell’incrocio da via Del Bosco e via De Logu, nel quartiere Barriera di Catania. Per il giovane 25enne, padre di due bambini ed in sella al suo scooter Honda SH, fu fatale l’impatto con una Smart Fortwo. A distanza di poco più di quattro anni, continua la battaglia della famiglia, contrariata per la sentenza pronunciata contro l’imputata Anastasia Conti dal Giudice dell’udienza Preliminare. La conducente della Smart Fortwo, a seguito di richiesta di patteggiamento accordata dal PM, fu condannata a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con la condizionale, per omicidio stradale. A fronte del rifiuto de (continua)

Giovanni Improta karateka, Fiamme Gialle per un giorno

Giovanni Improta karateka, Fiamme Gialle per un giorno
TEVEROLA. Era il 15 febbraio del 2015 quando Giovanni Improta, reduce dalla conquista della terza cintura di campione del mondo professionista di Kick Boxing, fu ospite presso il centro sportivo della Finanza. Un evento possibile grazie alla sensibilità del colonnello Pariniello, comandante del centro sportivo “Fiamme Gialle” di Monte Porzio Catone, in provincia di Roma. Nell’occasione fu pre (continua)

Punti operativi del Gen. Paolo Serino, Itamil Esercito esprime soddisfazione: “In piena linea con noi, continueremo senza sosta a rappresentare nostri colleghi. Onorevole Guerini pensi ai militari”

Punti operativi del Gen. Paolo Serino, Itamil Esercito esprime soddisfazione: “In piena linea con noi, continueremo senza sosta a rappresentare nostri colleghi. Onorevole Guerini pensi ai militari”
ROMA. Addestramento, personale, sistemi, infrastrutture e organizzazione. Sono queste le linee programmatiche che si è posto il nuovo Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Pietro Serino, e che ha esposto alle commissioni di Camera e Senato. L’attenzione è rivolta al riconoscimento delle specificità dei militari, alla valorizzazione delle competenze professionali, alla formazione, all (continua)