Home > Ambiente e salute > CURA DEL DIABETE E MMG: un attore chiave del processo di cura con le armi spuntate - 9 Aprile 2021, ORE 15:30

CURA DEL DIABETE E MMG: un attore chiave del processo di cura con le armi spuntate - 9 Aprile 2021, ORE 15:30

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

il prossimo venerdì 9 Aprile dalle ore 15:30 alle 18, si terrà il webinar: ‘CURA DEL DIABETE E MMG: un attore chiave del processo di cura con le armi spuntate’, organizzato da Motore Sanità e Diabete Italia Onlus.


il prossimo venerdì 9 Aprile dalle ore 15:30 alle 18

, si terrà il webinar: 

‘CURA DEL DIABETE E MMG: un attore chiave del processo di cura

con le armi spuntate’, organizzato da Motore Sanità Diabete Italia Onlus.

I cambiamenti di scenario avvenuti con la recente pandemia hanno messo in luce

la fragilità della presa in carico territoriale. Ma ad una prima impressione sembra

che la lezione Covid sull’importanza di una Medicina territoriale efficace e fornita

dei giusti strumenti resti inascoltata. “Abbiamo scritto l’impossibile ma realizzato poco….

occorre ora trasformare tutto in operatività”. Questo il monito condiviso da tutto il panel

presente per celebrare la Giornata Mondiale del diabete 2020. Alcuni punti discussi:

- Riorganizzare il sistema assistenziale sul diabete; 

- Covid-19 ha drammaticamente mostrato la necessità IMPROROGABILE di dare

accesso da parte della medicina territoriale all’innovazione; 

- Il MMG deve tornare ad essere prescrittore anziché trascrittore; 

- Sburocratizzare e semplificare. 

Per avere risposte su questi interrogativi le Associazioni di pazienti in primis insieme a

tutti gli Stakeholders di sistema, chiedono alle Istituzioni deputate un confronto aperto

oramai non più rimandabile.

 

PARTECIPANO: 

- Agostino Consoli, Presidente SID Professore ordinario di Endocrinologia, Università

‘G. d’Annunzio’ di Chieti e Responsabile della Uoc Territoriale di Endocrinologia e Malattie

Metaboliche della Ausl di Pescara

- Claudio Cricelli, Presidente SIMG

- Paolo Di Bartolo, Presidente AMD

 

- Federico Gelli, Responsabile del rischio in Sanità di Federsanità ANCI, Roma

- Giulia Gioda, Presidente Motore Sanità

- Paolo Guzzonato, Direzione Scientifica Motore Sanità

- Beatrice Lorenzin, Parlamentare già Ministro della Salute

- Gerardo Medea, Responsabile Nazionale della ricerca SIMG

- Francesco Saverio Mennini, Professore di Economia Sanitaria e Economia Politica,

Research Director-Economic Evaluation and HTA, CEIS, Università degli Studi di Roma

“Tor Vergata” -  Presidente SIHTA Presidente SIHTA

- Stefano Nervo, Presidente Diabete Italia

- Paola Pisanti, Consulente esperto malattie croniche, Ministero della Salute

- Flavia Pricci, Primo Ricercatore del Dipartimento malattie cardiovascolari, dismetaboliche

e dell'invecchiamento ISS

- Rita Lidia Stara, Membro del Comitato Direttivo Diabete Italia e Presidente Fe.D.E.R

Federazione Diabete Emilia- Romagna

 

 

⇒ SCARICA IL PROGRAMMA

⇒ ISCRIVITI AL WEBINAR



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Diabete e MMG: “Riorganizzare il sistema sanitario e dare accesso all’innovazione alla medicina territoriale, solo così il medico di base riprenderà il ruolo centrale di cura”


GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE, ECCO COME FRENARLO


INVITO STAMPA - 'Diabete Italia e Motore Sanità insieme per gli appuntamenti della Settimana del Diabete’ - Dall'11 al 14 Novembre 2020


Diabete: come non rimanere fregato dal Covid


Autostrada Diabete: “Dall’innovazione tecnologica, necessari nuovi modelli di assistenza”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ONCOnnection “Le reti oncologiche sono fondamentali per la massima efficacia ed efficienza dei percorsi di cura”

22 aprile 2021 – Sono 270 mila le persone colpite dal cancro in Italia ogni anno, di questi, fortunatamente, una metà vince la battaglia e l’aspettativa di vita in generale si è allungata. Per affrontare però i problemi che esistono, è imprescindibile sia attivare reti oncologiche regionali per rendere omogeneo l’accesso alle cure ai pazienti su tutto il territorio nazionale sia accelerare l’uso della tecnologia, realizzando piattaforme digitali utilizzabili in tempo reale dagli specialisti. 22 aprile 2021 – Sono 270 mila le persone colpite dal cancro in Italia ogni anno, di questi,fortunatamente, una metà vince la battaglia e l’aspettativa di vita in generale si è allungata.Per affrontare però i problemi che esistono, è imprescindibile sia attivare reti oncologicheregionali per rendere omogeneo l’accesso alle cure ai pazienti su tutto il territorio nazionalesia accelerare l’uso (continua)

ONCOnnection La rete oncologica strumento di governo e di programmazione delle risorse necessarie - 22 Aprile 2021, ORE 10:30

il prossimo giovedì 22 Aprile dalle ore 10:30 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘ONCOnnection LA RETE ONCOLOGICA STRUMENTO DI GOVERNO E DI PROGRAMMAZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE’, organizzato da Motore Sanità, in collaborazione con Periplo. il prossimo giovedì 22 Aprile dalle ore 10:30 alle13:30, si terrà il webinar: ‘ONCOnnection LA RETE ONCOLOGICA STRUMENTO DI GOVERNO E DI PROGRAMMAZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE’, organizzato da Motore Sanità, in collaborazione con Periplo.In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50%dei malati r (continua)

Cancro e Covid: come uscire dall’emergenza?

Il dramma della pandemia: diminuzione di circa il 30% dell’attività di screening e degli interventi chirurgici per tumore, che varia dal 20% al 24% al 30%. Impatto significativo sul numero di nuove diagnosi e trattamenti, oltre che sulle richieste di visite specialistiche ed esami. Gli oncologi visitano 25-30 pazienti in meno la settimana. Il dramma della pandemia: diminuzione di circa il 30% dell’attività di screeninge degli interventi chirurgici per tumore, che varia dal 20% al 24% al 30%.Impatto significativo sul numero di nuove diagnosi e trattamenti, oltre chesulle richieste di visite specialistiche ed esami. Gli oncologi visitano 25-30pazienti in meno la settimana. 17 Aprile 2021 - Secondo una recente analisi delle attivi (continua)

Cancro e Covid: il grido d’allarme dei pazienti e delle loro Associazioni Contro l’emergenza oncologica serve subito un nuovo Piano Nazionale

L’appello di FAVO al Governo: «Bisogna garantire la sicurezza ai malati oncologici, tra le persone più fragili, l’immediato ricorso alla vaccinazione e percorsi differenziati negli ospedali. Le associazioni dei malati chiedono il diritto ad un Piano di emergenza per abbattere le liste di attesa in chirurgia oncologica». L’appello di FAVO al Governo: «Bisogna garantire la sicurezza ai malati oncologici,tra le persone più fragili, l’immediato ricorso alla vaccinazione e percorsidifferenziati negli ospedali. Le associazioni dei malati chiedono il diritto ad unPiano di emergenza per abbattere le liste di attesa in chirurgia oncologica». «L’Italia resterà fanalino di coda se non si attiverà un piano che preveda i (continua)

Ancora troppo bassi i livelli di aderenza terapeutica. Le conseguenze sono drammatiche: decessi e costi altissimi per il SSN

Cittadinanzattiva: «Serve più tempo da dedicare ai pazienti, formazione a personale sanitario, caregiver familiare e professionale e attuare il Piano della Cronicità su tutto il territorio». Cittadinanzattiva: «Serve più tempo da dedicare ai pazienti, formazione apersonale sanitario, caregiver familiare e professionale e attuare il Pianodella Cronicità su tutto il territorio». Il 50% dei pazienti in trattamento con antidepressivi sospende i farmacientro 3 mesi, oltre il 70% entro 6 mesi; solo il 13,4% dei pazienti è risultatoaderente ai trattamenti con i farmaci pe (continua)