Home > Altro > Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati

Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati

scritto da: Carlospinelli | segnala un abuso

Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati

Carlo Spinelli responsabile per la politica interna del movimento Italia dei Diritti invita il governo italiano a prendere in considerazione l'eventualità di inserire in via prioritaria nel programma vaccinale commesse e commessi dei supermercati per tutelarne la salute e rompere una possibile catena veicolare del virus.


Roma 11 Aprile 2021: In questi giorni si sta discutendo molto su chi debba avere priorità sui vaccini e le categorie a rischio che necessitano di un'accelerazione nel piano vaccinale e dal governo le linee guida sono le stesse ovvero over 80 per poi passare ai settantenni e così via comprendendo le persone più fragili senza limite di età; la regione Lazio ha poi indicato, con l'arrivo del nuovo vaccino monodose J&J, di vaccinare detenuti e lavoratori penitenziari per prevenire eventuali focolai all'interno delle sovraffollate carceri. Restano però escluse da questo aggiornamento del piano vaccinale categorie che rimangono comunque a rischio di infezione da coronavirus in quanto esposte quotidianamente alla trasmissione del virus in quanto a contatto continuo con il pubblico. Da queste categorie che possiamo definire dimenticate, ci sono i lavoratori dei supermercati che da quando è esplosa la pandemia non si sono mai fermati continuando nel loro lavoro garantendo alla popolazione un servizio primario quale l'approvvigionamento delle materie prime per la sopravvivenza. Il movimento politico Italia dei Diritti fondato e presieduto dal giornalista Antonello De Pierro per bocca del responsabile alla politica interna Carlo Spinelli interviene chiedendo che anche ai lavoratori dei supermercati e dei negozi di alimentari in genere venga riconosciuta la priorità al vaccino:" E' più di un anno che stiamo vivendo questa emergenza sanitaria dovuta al Covid 19 e mai e sottolineo mai, ci siamo trovati di fronte a supermercati, negozi alimentari e panifici chiusi; i lavoratori del settore hanno sempre garantito con la loro presenza l'approvvigionamento di ciò che ci serve per sopravvivere senza tra l'altro ricevere indennità di rischio oltre il normale stipendio come successo invece ad altre categorie di lavoratori che hanno continuato nonostante il virus a prestare la propria opera lavorativa. Mi chiedo come mai questi lavoratori non siano stati presi in considerazione per avere una priorità sulle vaccinazioni. Spesso commesse e commessi non superano i 1000 euro di paga mensile a fronte di un lavoro già stressante di per sé al quale nell'ultimo anno si è aggiunta la paura di entrare a contatto con persone positive al Sars-Cov2, spesso - continua Spinelli - i lavoratori stessi sono costretti a rifornirsi dei dispositivi di protezione individuale come mascherine e guanti perchè non forniti dall'attività per la quale lavorano e spesso questi dispositivi non sono sufficienti per arginare il contagio in quanto non a norma o comunque non del tipo di protezione richiesta ( ad esempio FFP2).Nella provincia romana in questi giorni si sono registrati due decessi da coronavirus, il direttore di una nota catena di discount e un commesso di un'altra catena di supermercati francese mentre il tasso dei contagi relativi alla categoria sfiora il 30% ma questi numeri per chi decide chi deve fare il vaccino in via prioritaria evidentemente non sono sufficienti a dare loro la priorità vaccinale. Noi del movimento Italia dei Diritti ci schieriamo a fianco dei lavoratori della grande distribuzione alimentari ma anche dei commessi dei piccoli negozi di alimentari e dei panifici e chiediamo al governo italiano, in primis al Premier Draghi e al ministro Speranza nonchè al generale Figliuolo di prendere in considerazione l'eventualità di inserire nelle priorità del piano vaccinale questa categoria di lavoratori in quanto esposti giornalmente a rischio di contagio e ci rendiamo fin da ora disponibili a partecipare a qualsiasi iniziativa di protesta che i sindacati di dette categorie intendono intraprendere per far valere i propri diritti ed in questo caso il diritto alla salute, inoltre sarà mia premura inviare una mail formale al Premier Draghi ed al ministro Speranza per chiedere che il lavoratori del settore alimentare vengano inseriti nel piano vaccinale sin da subito affinché venga garantito loro il diritto alla salute. Intorno alle commesse ed ai commessi dei supermercati - conclude Carlo Spinelli - gravitano tante altre persone in particolar modo i loro familiari e vanno tutelate; se si vuole uscire da questa situazione emergenziale al più presto, occorre intensificare il piano vaccini e dare priorità alle persone più esposte e che possono veicolare in maniera più massiccia il contagio e chi è a contatto con il pubblico sicuramente è un vettore pericoloso ed importante". 

Ufficio stampa Italia dei Diritti politica interna
e mail idd.polinterna@gmail.com

Covid19 | Coronavirus | Commessi | Draghi | Italia dei Diritti | Speranza | Spinelli | Figliuolo |



 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Bloccheremo le elezioni, Italia dei Diritti si scaglia contro la legge elettorale

Bloccheremo le elezioni, Italia dei Diritti si scaglia contro la legge elettorale
Il movimento fondato e presieduto dal giornalista romano Antonello De Pierro critica aspramente il Rosatellum giudicandolo incostituzionale e minaccia di portare il caso nelle aule di tribunale Roma 12 Agosto 2022: Non sono bastati i teatrini, le polemiche, gli accordi e i susseguenti disaccordi che hanno e stanno condendo questa campagna elettorale, un'altra bomba sta per scoppiare. Ad armarla è il movimento Italia dei Diritti di Antonello de Pierro che minaccia di bloccare questa tornata elettorale in quanto, a loro dire, la legge con la quale si vota presenta dei punti di incostit (continua)

Salvini attacca De Pierro sui social ma sfugge al confronto diretto

Salvini attacca De Pierro sui social ma sfugge al confronto diretto
Il leader leghista definisce sui suoi profili social Antonello De Pierro un ominicchio ma si nasconde non accettando un confronto pubblico richiesto ufficialmente tramite una pec indirizzata dal movimento Italia dei Diritti alla pec di Noi per Salvini premier Roma 30 luglio 2022: Non è passato inosservato ai più l'attacco diretto che il Senatore Matteo Salvini ha portato nei confronti del presidente del movimento Italia dei Diritti Antonello De Pierro sui profili social del leader leghista in risposta ad una opinione espressa dal presidente IdD in merito all'elettorato della Lega. Per non far morire la cosa sui social giustamente il movimento presiedut (continua)

Italia dei Diritti segnala cumuli di rifiuti a Villanova di Guidonia

Italia dei Diritti segnala cumuli di rifiuti a Villanova di Guidonia
Enrico Perniè vice responsabile per Tivoli e Guidonia del movimento e consigliere ombra per le due città tiburtine denuncia abbandoni indiscriminati di rifiuti sul territorio di Villanova di Guidonia Roma 20 luglio 2022:Italia dei Diritti torna ad occuparsi di Guidonia e precisamente della frazione di Villanova già presa in considerazione in passato dal movimento attraverso le denunce dei responsabili IdD in loco per il dissesto stradale e i rifiuti che stazionavano in strada. Adesso dopo le elezioni e l'insediamento del nuovo sindaco le cose non sembra siano cambiate come sottolinea il vi (continua)

Carlo Spinelli IdD, ecco chi ci guadagna dalle dimissioni di Draghi

Carlo Spinelli IdD, ecco chi ci guadagna dalle dimissioni di Draghi
Il responsabile per la Politica Interna del movimento effettua una disamina sulla crisi di governo che si è aperta sotto la spinta dei Cinquestelle ed ipotizza sui benefici o meno che le singole formazioni politiche potranno trarre dalle dimissioni di Draghi Roma 15 luglio 2022: Ci risiamo! Questa legislatura non conosce pace, altra crisi di governo, altre dimissioni da parte del Premier respinte dal Presidente della Repubblica Mattarella, e confronto alle camere previsto per mercoledì prossimo. Ma cosa succederà mercoledì? Lo sapremo tra cinque giorni intanto si cominciano a fare le prime supposizioni su ciò che sarà: elezioni subito? Draghi bis? Gov (continua)

Povero ominicchio, Salvini attacca De Pierro Spinelli solidarizza

Povero ominicchio, Salvini attacca De Pierro Spinelli solidarizza
Il leader leghista in risposta ad un tweet del presidente del movimento Italia dei Diritti lo apostrofa sui propri profili social un povero ominicchio e i sostenitori della Lega rincarano la dose con commenti anche offensivi contro la persona. Carlo Spinelli solidarizzando con De Pierro ripercorre alcuni momenti censurabili della vita politica del capitano Roma 12 luglio 2022: Italia dei Diritti stavolta mira al bersaglio grosso e lo fa in risposta ad un attacco subito dal presidente del movimento il giornalista Antonello De Pierro ad opera del leader della Lega Matteo Salvini. Il capitano così come viene chiamato dai suoi sostenitori, si è permesso di giudicare sia sulla propria pagina facebook che sul suo profilo instagram De Pierro un "povero omi (continua)