Home > Cibo e Alimentazione > Casatiello Figliato, un’altra grande sfida vinta dal Mastro Fornaio Domenico Fioretti

Casatiello Figliato, un’altra grande sfida vinta dal Mastro Fornaio Domenico Fioretti

scritto da: OrbisComunication2020 | segnala un abuso

Casatiello Figliato, un’altra grande sfida vinta dal Mastro Fornaio Domenico Fioretti


CARINARO. Rievocare la tradizione in un viaggio salato nell’antichità. E’ questa la grande avventura abbracciata dal mastro fornaio Domenico Fioretti, che ha vinto la sua ennesima sfida con il “Casatiello Figliato”, simbolo della natività, richiamante, nella sua profondità, la famiglia nella sua accezione più intima e condivisa. La specialità, che in quel di Pignataro Maggiore, con la classica “Pizza Figliata”, ha costruito la sua fama indiscussa, è stata scelta da Fioretti come sprono alla ripartenza, alla rinascita dalla ceneri in cui è caduta l’umanità intera con il COVID-19. D’altronde le eccellenza si fondono sin dall’impasto con una scelta accurata degli ingredienti: farine di Grano Nostrum di “Caputo - Il Mulino di Napoli” e salumi dei Mazzoni di Bellanca Salumi. 

“Ho approfondito ogni aspetto del casatiello figliato, ritrovandoli pienamente in quell’amore e in quel calore umano che solo la famiglia sa donare ad ogni suo componente - ha affermato Fioretti -. E’ come se avessi rivissuto quegli attimi dell’infanzia in cui si sta tutti insieme intorno ad una tavola e la spensieratezza la fa da padrone. Insomma, la mia ricetta della felicità”.

Il casatiello figliato sposa ogni periodo dell’anno, anche se diventa un “must” nel periodo pasquale. D’altronde, le radici di questo particolarissimo prodotto affondano nel passato, o meglio nell’idillio del paradiso agreste: “Tutti gli ingredienti portanti sono figli della terra, tesori incontrastati che dominavano le tavole dei nostri nonni - ha detto il mastro fornaio direttamente dalla sede di via Casignano 23, in Carinaro -. Un esempio concreto è l’immancabile salsiccia del Pezzentiello del Volturno, composta al 70% da carne ed al 30% da cotenna. Un piacere che vale davvero la pena di provare perché unico nel suo genere. Vi aspettiamo”. 


Fonte notizia: https://notizia24ore.blogspot.com/2021/04/casatiello-figliato-unaltra-grande.html


figliato |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gruppo di chef stellati a Villa di Bacco il 23 novembre, cena stellata e raffinata con una brigata di fuoco


La cucina campana e veneta insieme per una sera nei piatti della cena evento al Nereidi di Amalfi


cameo insieme a SOS Villaggi dei Bambini per il progetto “Pane Quotidiano”


Buona la 1^Corri Lesina vinta da Dario Santoro che precede Domenico Ricatti


-Brusciano Sindaco Montanile solidarizza con Del Mastro Sindaco di Pomigliano. (Scritto da Antonio Castaldo)


VICENZA ATTENDE LA GF LIOTTO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nasce il movimento “Giovani per cambiare”, Di Santillo: “È tempo di far sentire la nostra voce”

Nasce il movimento  “Giovani per cambiare”, Di  Santillo: “È tempo di far sentire la nostra voce”
SANT’ARPINO. Un nuovo mood gira in città. Nasce  il movimento “Giovani per cambiare”; un nome, una sigla che preannuncia palpabilmente qual è il suo intento. Il gruppo, presieduto da Aniello Di Santillo, ha come scopo principale quello di dare sostegno ai giovani e alle associazioni del territorio, portando una ventata di innovazione a Sant’Arpino. I volti del team sono: i (continua)

Ninaì, una cantante “attivatrice di processi” e progetti che non si fermano alla sola musica

Ninaì, una cantante “attivatrice di processi” e progetti che non si fermano alla sola musica
Dare voce e visibilità al suo territorio, il biellese, e all’intera Italia, con uno sguardo attento alle realtà piccole e artigiane con le quali condividere messaggi, valori e costruire sinergie ROMA. Ninaì, cantante, pianista e compositrice, ha all’attivo un primo Ep “Musica in testa”, uscito nel 2020 e prodotto dalla “Maninalto Records”, dal quale sono stati estratti tre singoli e i relativi video: “Musica in testa”, “Feel it” e “Senza di te”. Nella sua musica convergono molteplici influenze, che l’hanno portata ad esibirsi con le crew di DJ e rappers hip hop, fino alla musica popolare (continua)

Vittime della strada. “N’ergastolo e dulore”: la canzone dedicata da Agatino Crisafulli al fratello Mimmo

Vittime della strada. “N’ergastolo e dulore”: la canzone dedicata da Agatino Crisafulli al fratello Mimmo
CATANIA. Un ergastolo di dolore. E’ questo il titolo della canzone che Agatino Crisafulli ha cantato per il fratello Mimmo, scomparso il 6 marzo del 2017 (ore 22:43) in un incidente stradale avvenuto all’altezza dell’incrocio da via Del Bosco e via De Logu, nel quartiere Barriera di Catania. Per il giovane 25enne, padre di due bambini ed in sella al suo scooter Honda SH, fu fatale l’impatto con una Smart Fortwo. A distanza di poco più di quattro anni, continua la battaglia della famiglia, contrariata per la sentenza pronunciata contro l’imputata Anastasia Conti dal Giudice dell’udienza Preliminare. La conducente della Smart Fortwo, a seguito di richiesta di patteggiamento accordata dal PM, fu condannata a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con la condizionale, per omicidio stradale. A fronte del rifiuto de (continua)

Giovanni Improta karateka, Fiamme Gialle per un giorno

Giovanni Improta karateka, Fiamme Gialle per un giorno
TEVEROLA. Era il 15 febbraio del 2015 quando Giovanni Improta, reduce dalla conquista della terza cintura di campione del mondo professionista di Kick Boxing, fu ospite presso il centro sportivo della Finanza. Un evento possibile grazie alla sensibilità del colonnello Pariniello, comandante del centro sportivo “Fiamme Gialle” di Monte Porzio Catone, in provincia di Roma. Nell’occasione fu pre (continua)

Punti operativi del Gen. Paolo Serino, Itamil Esercito esprime soddisfazione: “In piena linea con noi, continueremo senza sosta a rappresentare nostri colleghi. Onorevole Guerini pensi ai militari”

Punti operativi del Gen. Paolo Serino, Itamil Esercito esprime soddisfazione: “In piena linea con noi, continueremo senza sosta a rappresentare nostri colleghi. Onorevole Guerini pensi ai militari”
ROMA. Addestramento, personale, sistemi, infrastrutture e organizzazione. Sono queste le linee programmatiche che si è posto il nuovo Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Pietro Serino, e che ha esposto alle commissioni di Camera e Senato. L’attenzione è rivolta al riconoscimento delle specificità dei militari, alla valorizzazione delle competenze professionali, alla formazione, all (continua)