Home > Altro > Riqualificazione energetica degli edifici pubblici, l’Unione Madonie invia il terzo lotto di progetti al Dipartimento dell’Energia

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici, l’Unione Madonie invia il terzo lotto di progetti al Dipartimento dell’Energia

scritto da: LOsservatorio | segnala un abuso

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici, l’Unione Madonie invia il terzo lotto di progetti al Dipartimento dell’Energia

Quattro i progetti presentati dall’Unione delle Madonie che si aggiungono ai 10 già inviati nelle settimane scorse.


Prosegue l’attività dall’Unione Madonie in favore della riqualificazione energetica degli edifici pubblici. Anche il terzo lotto di progetti è stato inviato al Dipartimento regionale energia per l’emissione dei decreti di finanziamento.

Quattro i progetti presentati dall’Unione delle Madonie che si aggiungono ai 10 già inviati nelle settimane scorse. Si tratta di progetti tutti afferenti alla Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) – APQ Madonie come viene evidenziato dal Presidente dell’Unione Pietro Macaluso e dall’assessore al ramo Michele Panzarella.

Gli edifici interessati sono: la riqualificazione energetica della Biblioteca di Geraci Siculo (€. 234.415,11), dell’edificio adibito ad uffici Comunali a Montemaggiore Belsito (€. 347.960,37), della Scuola Media di Blufi (€. 434.628,43) e della Scuola Materna Via Papa Giovanni XXIII di Caccamo (€. 266.153,20)

Gli interventi che saranno realizzati sono tutti volti alla promozione dell’eco-efficienza ed alla riduzione di consumi di energia primaria negli edifici interessati. È prevista l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smartbuildings). Particolare attenzione è posta alle emissioni inquinanti, anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici, e all’installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo.  La riqualificazione degli edifici consentirà altresì di migliorare la qualità ed i livelli di confort sia per il personale che vi lavora che per tutti i fruitori; inoltre, contribuiranno decisamente ad abbattere i costi delle bollette energetiche (riscaldamento, raffrescamento ed illuminazione).

 

Unione Madonie | riqualificazione energetica | pietro macaluso | blufi | geraci siculo | montemaggiore | caccamo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Unione Madonie. Presentati altri progetti di riqualificazione energetica degli edifici pubblici al Dipartimento dell’Energia


EDILIZIA GREEN IN ITALIA: CRESCE L’ECONOMIA E MIGLIORA L’AMBIENTE


Centric Software celebra una doppia vittoria con Lotto Sport e Stonefly


Ridimensionamento scolastico. L’Unione Madonie chiede all’assessore Lagalla di modificare il decreto


Edifici a energia quasi zero: l’edilizia che cambia per tutelare l’ambiente


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La «RETE RURALE SICILIANA» muove i primi passi. Primo incontro istituzionale con l’Assessore Gaetano Armao.

La «RETE RURALE SICILIANA» muove i primi passi.  Primo incontro istituzionale con l’Assessore Gaetano Armao.
Il Presidente della Rete Santo Inguaggiato ha chiesto di aumentare significativamente la dotazione finanziaria a disposizione dei GAL, tra FEASR e PO FESR in ottica di CLLD, considerato che sono presenti su tutto il territorio regionale e intercettano gli innumerevoli fabbisogni provenienti dalle comunità, dalle imprese e dai Comuni rurali. Si è tenuto ieri mattina il primo incontro istituzionale, in presenza, della “Rete Rurale Siciliana”. A ricevere il presidente Santo Inguaggiato è stato il Vice Presidente della Regione Siciliana e Assessore all’Economia, Gaetano Armao. All’incontro erano anche presenti Antonio Rini, Vice Presidente dell’ANCI Sicilia e Presidente del GAL Metropoliest e il Direttore del GAL ISC Madonie, Dario (continua)

Brand Madonie e turismo sostenibile, il GAL Madonie pubblica il bando per rafforzare l’offerta turistica. Finanziamenti per la nascita di strutture ricettive e servizi innovativi

Brand Madonie e turismo sostenibile, il GAL Madonie pubblica il bando per rafforzare l’offerta turistica. Finanziamenti per la nascita di strutture ricettive e servizi innovativi
“É una misura importante – afferma il presidente del GAL Santo Inguaggiato - che punta a rafforzare la rete ricettiva e a qualificarla anche sul piano culturale. Gli interventi realizzabili, infatti, consentono il recupero delle identità del territorio attraverso la valorizzazione delle nostre produzioni le quali, con riferimento al turismo sostenibile, esercitano grande attrazione. Puntare sul turismo rurale sfruttando il Brand “Madonie”. Questo l’obiettivo del GAL Madonie che ha pubblicato un nuovo bando finalizzato alla realizzazione di interventi di microricettività diffusa.Si tratta della nuova edizione dell’Operazione 6.4 c sul turismo sostenibile che incentiva la nascita di imprese extra agricole e di nuovi posti di lavoro rafforzando l’offerta turistica con la c (continua)

L’Assessore Regionale all’Agricoltura On.Toni Scilla incontra una delegazione di sindaci dell’Unione Madonie

L’Assessore Regionale all’Agricoltura On.Toni Scilla incontra una delegazione di sindaci dell’Unione Madonie
Scongiurare gli incendi attraverso la pianificazione di interventi sul verde urbano è stato il tema del confronto L’Assessore regionale all’agricoltura on. Toni Scilla ha incontrato una delegazione di sindaci dell’Unione Madonie per pianificate alcune importanti iniziative riguardanti patrimonio naturale urbano nell’ottica della prevenzione incendi.La delegazione, guidata dal vicepresidente dell’Unione e sindaco di San Mauro Castelverde Giuseppe Minutilla, era composta dai primi cittadini di Bompietro, C (continua)

Piccole Scuole. Dotazioni organiche dei dirigenti scolastici, le aree interne continuano ad essere penalizzate. L’Unione Madonie chiede revisione sistema scolastico.

Piccole Scuole. Dotazioni organiche dei dirigenti scolastici, le aree interne continuano ad essere penalizzate.  L’Unione Madonie chiede revisione sistema scolastico.
A fronte del pensionamento di un numero considerevole di Dirigenti Scolastici, non sarà prevista una nuova dotazione organica con reclutamento dei vincitori di concorso ‹‹Sono inaccettabili le posizioni espresse dal Ministero dell’Istruzione nel confronto con le O.O.S.S. di ieri 6 maggio sulle dotazioni organiche dei dirigenti scolastici che penalizzano ancora una volta le aree interne››.Ad affermarlo è l’assessore alla pubblica istruzione dell’Unione Madonie Daniela Fiandaca che chiede con forza la revisione immediata del sistema scolastico.A fronte del pe (continua)

Dimensionamento Scolastico, l’Unione Madonie presenta atto di intervento ad Adiuvandum per salvare l’I.C. 21 Marzo di Petralia Sottana.

Dimensionamento Scolastico, l’Unione Madonie presenta atto di intervento ad Adiuvandum per salvare l’I.C. 21 Marzo di Petralia Sottana.
L’atto presentato dall’Avv. Antonino Calcò è a sostegno del ricorso al TAR già presentato dal Comune di Petralia Sottana di cui si attende la definizione in questi giorni. Come annunciato l’Unione delle Madonie ha presentato l’atto di intervento ad adiuvandum per bloccare il dimensionamento scolastico delle Madonie.L’atto presentato dall’Avv. Antonino Calcò è a sostegno del ricorso al TAR già presentato dal Comune di Petralia Sottana di cui si attende la definizione in questi giorni.Nell’atto di intervento ad adiuvandum si chiede l’annullamento previa sospensi (continua)