Home > News > “Racconta Raggiolo” termina con la vittoria di Valentina Luddi

“Racconta Raggiolo” termina con la vittoria di Valentina Luddi

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

“Racconta Raggiolo” termina con la vittoria di Valentina Luddi


“Racconta Raggiolo” è giunto all’epilogo. La rassegna digitale, promossa dalla Brigata di Raggiolo e dall’Ecomuseo del Casentino, si è sviluppata per oltre un anno attraverso più fasi che hanno permesso di individuare il testo maggiormente identificativo e significativo dello spirito del borgo casentinese. Nella primavera del 2020, infatti, fu avviata una fortunata raccolta di brevi testi capaci di esprimere lo spirito di Raggiolo attraverso ricordi ed emozioni, con un totale di ottantuno contributi che sono stati prima riuniti in un filmato e poi condivisi su facebook per essere sottoposti al giudizio degli utenti del web con l’obiettivo di individuare il più apprezzato.

Il racconto più votato è stato firmato da Valentina Luddi che ha meritato la vittoria del concorso con un contributo che ha ben espresso l’aspetto emotivo collegato a Raggiolo. “Raggiolo. Un tesoro inestimabile che racchiude ricordi, meravigliosi ricordi. La mia isola felice dove tutto sa di te... nonna”, è il testo scritto da Luddi che sarà ora premiata nel corso di una serata della rassegna “Raggiolo Estate 2021” in programma tra luglio e agosto. Alle spalle della vincitrice, il secondo e il terzo racconto più votati sono risultati rispettivamente di Fernanda Ciarchi e di Noemi Verdolin. A conclusione di questo lungo percorso, tutti i contributi di “Racconta Raggiolo” saranno condivisi alle 10.30 di sabato 24 aprile sulla pagina facebook della Brigata di Raggiolo dove verrà caricato il filmato integrale a cura dell’associazione culturale Noidellescarpediverse che permetterà di ascoltare gli ottantuno testi raccolti nella scorsa primavera e registrati in alcuni dei luoghi più belli del borgo.

La settimana successiva, sabato 1 maggio, verrà infine presentato il risultato dell’iniziativa “Lascia una parola” che si è svolta in parallelo a “Racconta Raggiolo”. La Brigata di Raggiolo e l’Ecomuseo del Casentino hanno promosso una raccolta di parole per descrivere gli elementi maggiormente caratteristici del borgo che ha riunito un totale di cinquantaquattro diversi termini tra cui i più indicati sono stati silenzio, bellezza, pietra, ricordi, spirito, cuore, memoria e castagna. Questi contributi sono stati trasformati in un progetto grafico volto a rappresentare Raggiolo attraverso le parole che verrà condiviso sulle pagine facebook delle due realtà promotrici in occasione della festa dei lavoratori. «Il percorso di “Racconta Raggiolo” ha avuto un doppio valore - commentano Andrea Rossi e Paolo Schiatti, rispettivamente coordinatore dell’Ecomuseo del Casentino e presidente della Brigata di Raggiolo. - Innanzitutto è riuscito a sfruttare le nuove tecnologie per mantenere un legame emotivo e affettivo tra le persone e il borgo di Raggiolo anche nell’attuale e perdurante situazione di emergenza sanitaria, poi ha permesso di archiviare un bel patrimonio letterario di racconti e testimonianze direttamente dal punto di vista delle persone che hanno vissuto o che tuttora vivono il borgo».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

RidiCasentino 2021 parla trevigiano con la vittoria di Guido Carretta


“Racconta Raggiolo” termina con la raccolta di settantanove testi


La castagnatura di Raggiolo sul web con un ricco calendario di iniziative


“Racconta Raggiolo”, le storie della quarantena diventano un video


Due mesi di spettacoli e di iniziative per “RaggioloEstate2021”


Filmati e racconti per conoscere la Raggiolo del ‘900


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’aretina Sintra attiva una nuova sede a Firenze

L’aretina Sintra consolida la propria attività e attiva una nuova sede a Firenze. L’azienda, realtà di riferimento a livello nazionale per le soluzioni di business on-line, sta vivendo un 2021 particolarmente positivo che ha trovato espressione in una serie di investimenti motivati dall’ambizione di creare un polo digitale diffuso capace di mettere in rete sempre più imprese e professionisti. (continua)

Under13 e Under18, due nuovi scudetti regionali per il Tennis Giotto

Under13 e Under18, due nuovi scudetti regionali per il Tennis Giotto
Un titolo toscano individuale nell’Under13 e un titolo toscano a squadre nell’Under18: la stagione del Tennis Giotto è impreziosita da due nuovi scudetti regionali. Il circolo aretino sta vivendo un autunno di particolari soddisfazioni con una serie di successi che sono un’ulteriore testimonianza della completezza e della competitività nelle diverse categorie del settore giovanile. Le due nuo (continua)

“Proxima Band Lab”, parte il laboratorio per band musicali

“Proxima Band Lab”, parte il laboratorio per band musicali
Un laboratorio per band musicali. “Proxima Band Lab” è il progetto della scuola cittadina Proxima Music che, giunta al quinto anno di attività, torna ad aprire le proprie aule anche alla musica d’insieme attraverso un percorso dedicato alla formazione e alla crescita di gruppi formati da giovani aretini. L’iniziativa, al via da lunedì 25 ottobre, ambisce a dar vita a nuove sinergie artistiche (continua)

I Cadetti dell’Alga Atletica Arezzo vincono il titolo toscano nella staffetta 4x100

I Cadetti dell’Alga Atletica Arezzo vincono il titolo toscano nella staffetta 4x100
I Cadetti dell’Alga Atletica Arezzo sono i più veloci della Toscana. La società aretina è emersa con un primo posto e tre finali ai Campionati Regionali Staffette che, a Prato, hanno riunito atleti e atlete delle categorie Cadetti (che riunisce i nati nel biennio 2006-2007) e Ragazzi (che riunisce i nati nel biennio 2008-2009). Il miglior piazzamento porta la firma della squadra con Lorenzo F (continua)

Doppio titolo regionale per il Tennis Giotto nell’Under11

Doppio titolo regionale per il Tennis Giotto nell’Under11
Doppio titolo regionale per il Tennis Giotto nell’Under11. Gli otto migliori tennisti toscani nati nel 2010 si sono confrontati a Livorno nel master finale del circuito Super Slam 2021 e, tra di loro, erano presenti anche gli aretini Zeno Roveri e Brando Andreani che sono riusciti nell’impresa di monopolizzare il torneo. Questi due tennisti, accompagnati dal maestro Giovanni Ciacci, si sono p (continua)