Home > Lavoro e Formazione > Alessandro Benetton: perché studiare i fallimenti può essere la chiave per il successo

Alessandro Benetton: perché studiare i fallimenti può essere la chiave per il successo

scritto da: Agencyabweb | segnala un abuso


Alessandro Benetton non ha dubbi: il fallimento spesso è uno degli alleati più insospettabili nella ricerca di strategie vincenti.

Alessandro benetton

Alessandro Benetton: un errore guardare solo ai "sopravvissuti"

In tutti i settori, e in particolare nel mondo imprenditoriale, una delle abitudini più diffuse è quella di tener conto esclusivamente delle esperienze di successo. Per Alessandro Benetton si tratta di un grosso errore di valutazione: "All'università, sui libri, nei podcast, su Youtube: siamo abituati a sentire parlare quasi sempre solo dei casi di successo - ha detto l'imprenditore nel suo ultimo video pubblicato sul portale del "Corriere della Sera" - perché l'idea è imparare da chi ce l'ha fatta, studiare i migliori per lasciarsi ispirare. Ma non credo che sia sempre l'approccio giusto". Considerare importanti solo le aziende di successo rientra in quel fenomeno conosciuto come "bias del sopravvissuto" (in inglese Survivorship bias). Si tratta di un pregiudizio logico che porta le persone a valutare una situazione analizzando solo quegli elementi che sono stati in grado di superare un qualsiasi processo di selezione. Fu lo statistico Abraham Wald il primo a considerare nei suoi calcoli questo errore, racconta Alessandro Benetton. Durante la Seconda Guerra Mondiale, lo scienziato prese parte allo studio della Colombia University su come minimizzare le perdite dei bombardieri e fu l'unico a inserire nel calcolo le esperienze dei non sopravvissuti e a suggerire di rinforzare le parti ancora integre degli aerei militari rientrati in base piuttosto che concentrarsi su quelle danneggiate: "L'esercito americano era stato vittima del Bias del sopravvissuto perché avevano tenuto in considerazione nella loro valutazione solo i casi di successo".

Alessandro Benetton: l'importanza dei fallimenti

Benché sia passato oltre mezzo secolo da allora, il bias è sempre dietro l'angolo: "Oggi corriamo lo stesso rischio - ammonisce Alessandro Benetton - non possiamo concentrarci solo sui sopravvissuti". Una delle chiavi per avere successo nel mondo del business è quella di studiare anche i casi aziendali negativi. Certo, è sempre istintivo e anche giusto guardare aziende sulla cresta dell'onda, spiega il fondatore di 21 Invest, portando l'esempio di realtà del calibro di Alibaba, Ferrero o Apple. Ma è fondamentale rivolgere la propria attenzione anche e soprattutto su chi invece non ce l'ha fatta: "Dobbiamo studiare e analizzare anche quelle aziende che negli anni hanno perso la loro posizione dominante. Penso a casi come Nokia o Blockbuster: si può imparare molto dalla storia di queste società. Non puoi buttarti in acqua senza sapere cosa fare - conclude Alessandro Benetton - Solo così potrai essere sicuro di poter affrontare l'oceano che hai davanti".


Fonte notizia: https://video.corriere.it/economia/consigli-alessandro-benetton/importanza-imparare-fallimenti/8a4917bc-92ec-11eb-ae39-fda5c018b220


Alessandro Benetton |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alessandro Benetton: formazione aziendale, da Google a Forno d’Asolo


Cambiare punto di vista per cogliere le occasioni: i consigli di Alessandro Benetton


Private equity: Alessandro Benetton al “Corriere” su 21 Investimenti


Alessandro Benetton: “I Sì e i No meritano massima riflessione”


Troppo giovani o troppo vecchi? Per Alessandro Benetton non esiste l’età giusta


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Cantiere Gallery diventa distretto artistico: Alessandro Benetton supporta Davide Vanin

Alessandro Benetton: “Ho conosciuto Davide Vanin alle iniziative benefiche di Marco Varisco al Cantiere Gallery. Credo sia un giovane con una bella idea in tasca” "Credo nei giovani e nelle idee: insieme porteremo la sostenibilità ambientale e la street art, facendo diventare la cultura motore di food e turismo": Alessandro Benetton sostiene Davide Vanin per l'ampliamento e la valorizzazione del Cantiere Gallery, uno dei progetti culturali che interessano il territorio trevigiano. Alessandro Benetton a supporto della valorizzazione del Cantiere GalleryAless (continua)

Cortina 2021, Alessandro Benetton: la pandemia non ha fermato l’organizzazione dell’evento

Un’esperienza così diversa, così difficile, eppure così bella e stimolante: nell’appuntamento settimanale “Un Caffè con Alessandro”, Alessandro Benetton parla dell’organizzazione dei Mondiali di Sci di Cortina 2021.Alessandro Benetton: nei momenti di crisi si nascondono opportunità che devono essere colte“In molti pensavano sarebbe stato impossibile, ma ce l’abbiamo fatta”: per Alessandro Benetton (continua)

Mondiali di Sci, un successo senza sprechi: la soddisfazione di Alessandro Benetton

Mondiali di Sci, un successo senza sprechi: la soddisfazione di Alessandro Benetton
Un test per i grandi eventi sportivi internazionali e soprattutto un primo passo verso i prossimi Giochi olimpici invernali. Ma per Alessandro Benetton il risultato più importante è la speranza data alle generazioni future.Alessandro Benetton: il resoconto dei Mondiali di SciTerminati i 46ⁱ Campionati del mondo di sci alpino, è tempo di tirare le somme. A farlo è il Presidente di F (continua)

I Mondiali di Cortina 2021 un’occasione per la ripartenza: il commento di Alessandro Benetton

“Nuovi modelli di crescita, improntati su innovazione, sostenibilità e nuove tecnologie, per guardare con più ottimismo al futuro”: la lezione dei Mondiali di Cortina 2021 nelle parole del Presidente Alessandro Benetton.Cortina prima e dopo i Mondiali di Sci 2021: la vision di Alessandro BenettonRipartire nel segno della territorialità, della cultura e della sostenibilità. È quanto auspicava il Pr (continua)

Alessandro Benetton: “I Mondiali di Cortina seguiti da 500 milioni di persone”

Alessandro Benetton: “I Mondiali di Cortina seguiti da 500 milioni di persone”
Alessandro Benetton racconta le difficoltà organizzative dei Mondiali di Sci causate dalla pandemia e spiega come Fondazione Cortina 2021 sia riuscita a superarle grazie alla flessibilità e al contributo degli stakeholder Cortina 2021 è il primo evento importante dopo il rinvio delle Olimpiadi. Una forte responsabilità e un momento di rilancio per il Paese, ha dichiarato Alessandro Benetton.Alessandro Benetton: ottenuto “effetto palla di neve”Con la partecipazione di oltre 600 atleti provenienti da 71 Paesi, i Campionati Mondiali di Sci alpino iniziati a Cortina rappresentano la prima manifestazione sportiva di liv (continua)