Home > Primo Piano > Eramo: é una sindrome alquanto strana, colpisce principalmente i bambini ed i ragazzi stranieri.

Eramo: é una sindrome alquanto strana, colpisce principalmente i bambini ed i ragazzi stranieri.

scritto da: Marcofrancescoeramo | segnala un abuso

Eramo: é una sindrome alquanto strana, colpisce principalmente i bambini ed i ragazzi stranieri.

Il cervello funziona regolarmente, ma il corpo non reagisce agli stimoli esterni; é la sindrome della bella addormentata o della rassegnazione.


Ha dell'incredibile quello che succede in alcuni ragazzi della Svezia: davanti a situazioni percepite come forti traumi cadono in uno stato simil comatoso, privi di reazioni a stimoli esterni. È la sindrome della bella addormentata o della rassegnazione. Ad esserne colpiti quindi non sono giovani qualunque, ma figli di rifugiati che, davanti a situazioni percepite traumatiche, come il rifiuto di una richiesta di diritto di asilo presentato dai propri genitori, cadono in uno stato comatoso perdendo coscienza e senza rispondere agli stimoli sensoriali. Si era parlato di questa sindrome già nel 2017. La notizia suscitó scalpore quando l'allora Magnus Wamman pubblicò la foto di due sorelle del Kosovo che versavano in uno stato di coma nonostante il loro cervello funzionasse regolarmente. Era una condizione alquanto strana, almeno in apparenza, perché i corpi non presentavano alcun segno di sofferenza. La più giovane delle due sorelle era addirittura bloccata a letto da due anni e mezzo. La sindrome era iniziata quando la sua famiglia si era vista rifiutate la domanda di residenza in Svezia. Dopo un po' di tempo anche la secondo genita era caduta nello stesso stato. Entrambe quindi divennero incapaci di muoversi, di nutrirsi e di rispondere agli stimoli. Una sindrome alquanto difficile da  capire: o gli studi sono pochi a tal riguardo da poterne dare una spiegazione soddisfacente o le due sorelle sono state così abili a scenate uno stato comatoso così reale. La neurologa Suzanne O' Sullivan, andata più volte in Svezia a studiare il caso, ha spiegato che la sindrome della rassegnazione si scatena davanti a situazioni traumatiche estremamente forti. Nel caso delle due sorelle l'evento traumatico scatenante sarebbe legato proprio al rifiuto della richiesta di residenza che ha suscitato uno stato di ansia anche nei genitori. Il cervello é come se si bloccasse e si dissociasse totalmente dal mondo reale senza più rispondere agli stimoli sensoriali, quali mangiare, bere e parlare. La spiegazione della O'Sullivan ha riscosso molti consensi nell'ambito della comunità scientifica. La sindrome della bella addormentata o della rassegnazione colpisce quindi i soggetti più vulnerabili dal punto di vista emotivo o che sono rimaste vittime di violenze perpetrate nei loro riguardi o nei riguardi delle persone a loro care. Un dettaglio che peró va particolarmente chiarito é come mai la sindrome colpisca principalmente i figli di rifugiati. Negli ultimi tempi per esempio si é assistito ad un aumento di casi del genere nei ragazzi yazidi. L'argomento di indubbia importanza nell'ambito dello studio delle Neuroscienze é diventato un tema politico. Se in molti hanno insinuato la finzione interpretata dai ragazzi per evitare il rimpatrio per i tanti invece é opportuno esaminare bene la questione ed assicurare ai bambini un ambiente più sicuro e protettivo, magari concedergli il diritto di asilo.  



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulla sindrome di Down


Sindrome di Usher: Insieme per Sconfiggere la Disabilità


Quali sono le principali anomalie cromosomiche?


Giornata mondiale dell'autismo, il professor Marco Francesco Eramo: "Non pratichiamo l'indifferenza, persone autistiche vanno accettate e mai isolate"


Servizi Per Stranieri: aprire un'agenzia di pratiche per stranieri grazie a Tiketi Travel


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La mafia semina nel suo funereo campo fiori di santità: Rosario Livatino proclamato beato

La mafia semina nel suo funereo campo fiori di santità: Rosario Livatino proclamato beato
Eramo: La sua vita é stata sempre contesa tra il Vangelo e la Costituzione; durante la sua breve esistenza terrena é stato un modello esemplare di lotta alla criminalità. Inizialmente avrebbero voluto ucciderlo davanti alla Chiesa dove andava a pregare in spregio al suo comportamento da "santocchio" che, unito alle sue capacità investigative, infastidiva non poco i mafiosi.Bastano queste parole dette da Giuseppe Di Caro, capo provinciale di Cosa Nostra, per avere una idea chiara di che personalità fosse Rosario Livatino.Nella giornata del 9 maggio, giorno in cui si (continua)

Ancora protesta dei lavoratori della Whirlpool

Ancora protesta dei lavoratori della Whirlpool
Eramo: lavorare è un diritto fondamentale della persona umana; in un tempo così duramente provato economicamente non ci possiamo permettere perdite di posti di lavoro. È una nota davvero dissonante parlare di mancanza di lavoro nella vigilia del 1 maggio, giorno in cui si festeggia per l'appunto il lavoro. Gli operatori della Whirlpool ancora in protesta in attesa di un riscontro da parte della nota multinazionale americana che dal 31 ottobre scorso tiene chiuso lo stabilimento di via Argine a Napoli. Davanti ad una situazione del genere non si può rimanere (continua)

Le difficoltà che incidono sul normale sviluppo psicofisico. Eramo: l'infanzia come terreno fertile per lo sviluppo cognitivo, bisogna averne cura.

Le difficoltà che incidono sul normale sviluppo psicofisico.    Eramo: l'infanzia come terreno fertile per lo sviluppo cognitivo, bisogna averne cura.
Il professore di Scienze Umane Marco Francesco Eramo fa leva sull'importanza di creare ambienti sereni durante l'infanzia per un buon sviluppo cognitivo. Le situazioni difficili che si vivono durante l'infanzia possono segnare per sempre la salute mentale di una persona. I ricercatori hanno esaminato  il legame tra i traumi infantili e l'aumento del rischio di sviluppare problemi di salute mentale e fisica da adulti.Decenni di ricerche mostrano come gli eventi negativi dell'infanzia, come l'abuso o l'abbandono, il rapporto distaccato dai (continua)

Una patologia rara presente nei soggetti affetti da Covid-19

Una patologia rara presente nei soggetti affetti da Covid-19
Eramo: bisogna che la comunità scientifica faccia indagini più accurate Rara condizione neurologica collegata a casi COVID-19 in 21 paesiI ricercatori hanno identificato la mielite trasversa acuta (ATM) in un numero di pazienti COVID-19.  Il coronavirus non finisce mai di sorprendere, almeno per ciò che concerne la sintomatologia. Una malattia rara che colpisce tra le 1,34 e le 4,6 persone su un milione di abitanti è risultata più presente in soggetti colpit (continua)