Home > Altro > UNA CASA IN PURA BIOEDILIZIA SULL’ANTICA VIA DEI BURCHIELLI

UNA CASA IN PURA BIOEDILIZIA SULL’ANTICA VIA DEI BURCHIELLI

scritto da: Dagcom | segnala un abuso

UNA CASA IN PURA BIOEDILIZIA SULL’ANTICA VIA DEI BURCHIELLI

Realizzata da Rubner Haus in dialogo tra architetture antiche e soluzioni moderne


Nella piccola cittadina di Noventa, ultimo paese della Riviera del Brenta, sorge un piccolo gioiello di bioedilizia, una casa dalla personalità complessa che coniuga modernità della visione architettonica con la bellezza e la storia del luogo adorno di meravigliose ville cinque, sei e settecentesche e percorso dell’antico alveo naturale dell’omonimo fiume dove i nobili del posto, nel ‘700, per raggiungere le loro dimore sulla terraferma, utilizzavano i cd. burchielli, eleganti imbarcazioni veneziane in legno.

I diversi volumi dell’edificio richiamano gli antichi cascinali veneti, nell’alto arco sopra l’ingresso per esempio, che serviva a favorire l’ingresso del carro per scaricare il fieno nella parte della struttura destinata a contenere gli ambienti di lavoro, o nella barchessa, deposito di grano e fieno, che divideva il corpo centrale dell’abitazione occupata dai proprietari, da quello riservato ai contadini e che qui invece è collocata all’estremità opposta, rivisitata ribassandone la forma rispetto alla struttura principale con una modanatura di sotto gronda più importante e preservando i tradizionali mattoni a vista.

Anche nell’organizzazione degli spazi interni è stata conservata la logica delle case rurali tradizionali, con gli ambienti più vissuti della casa che si affacciano a sud e sull’ampio giardino e, alle loro spalle, i locali destinati ai servizi, con aperture più piccole per non fare entrare il freddo. Tutti gli ambienti abitabili sono stati pensati perché si affacciassero sul verde, qui rigoglioso e fertile.

Il piano superiore della casa raccoglie gli spazi personali dei singoli componenti della famiglia – Elisa e Stefano con le loro due bambine e una ragazza au pair – in ambienti dove il legno fa da padrone con tonalità più calde e morbide e nodosità che tessono disegni imprevedibili rispetto allo sbiancato del piano terra.

La combinazione tra contemporaneità e tradizione è evidente anche nell’utilizzo da parte di Rubner Haus di un antico metodo di costruzione in legno stratificato che prevede l’utilizzo di legno massiccio senza colle né parti metalliche e che già nel XII secolo veniva impiegato nell’architettura di certe chiese nei paesi scandinavi. Ne deriva un capolavoro di bioedilizia, in grado di garantire uno straordinario livello di salubrità e un’elevatissima qualità abitativa.

Le strutture in legno Rubner Haus infatti sono indeformabili, in caso di sollecitazioni sismiche, sono caratterizzate da resistenza meccanica, stabilità, ritenzione del calore, e per le loro proprietà termo-equilibranti sono particolarmente indicate in zone umide come questa.

Rubner Haus è la società del Gruppo Rubner specializzata in case mono e bifamiliari. La sostenibilità e la responsabilità ambientale sono una caratteristica del brand, intimamente connessa alla sua materia prima: il legno, materiale naturale ed ecosostenibile al 100%. Il legno è un incredibile immagazzinatore di carbonio e consente un’economia circolare che non produce rifiuti. Inoltre, è un materiale organico che non rilascia sostanze dannose alla salute umana nell’ambiente indoor. Ogni metro cubo di legno impiegato in edilizia, corrisponde a quasi una tonnellata di CO2 stoccata per tutto il ciclo di vita del manufatto. Questo dato è di fondamentale importanza se si pensa che un’auto di medie dimensioni rilascia circa 3,2 tonnellate di CO2 in un anno; 2.000 litri di olio combustibile, bruciando, ne emettono circa 5,2 tonnellate mentre il riscaldamento a metano di un appartamento medio emette ben 2 tonnellate di CO2 in un anno. Il legno Rubner, in particolare, proviene da zone alpine a deforestazione controllata che si estendono per 150km nei dintorni della segheria del gruppo in Austria. A ora, RUBNER HAUS ha realizzato più di 25.000 edifici. 

Rubner Haus | architettura | bioedilizia | bioarchitettura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mutui per bioedilizia: sono appena lo 0,47% delle richieste


Italia e Case in Legno: un mercato che è pronto a decollare


Tutte le Proprietà della Bava di Lumaca Pura


Nuova Guida alle Case in Legno di Immobilgreen.it: tutto quello che devi sapere sulla Bioedilizia in Italia


UN PROGETTO DI BIOEDILIZIA E BIOARCHITETTURA ALL’ECO VILLAGGIO LOPS PER UN ABITARE ECOSOSTENIBILE ANCHE A MILANO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LEGNO DA VIVERE, IN CASA E IN UFFICIO

LEGNO DA VIVERE, IN CASA E IN UFFICIO
Porta la firma di holzius l’ampliamento della sede aziendale e la costruzione dell’abitazione privata di imprenditrice di storica falegnameria altoatesina Il futuro dell’edilizia è nel legno, il materiale più antico del mondo: lo sa bene Birgit Kager, amministratore delegato della storica falegnameria altoatesina Kager, che il legno ce l’ha nel dna di famiglia da 40 anni e che per l’ampliamento della sede aziendale e la costruzione della sua abitazione ha scelto holzius e la sua tecnica di costruzione che utilizza elementi in legno massello non (continua)

EXPO 2020 DUBAI: IL NUOVO PADIGLIONE AZERBAIGIAN SI ISPIRA ALLA NATURA

EXPO 2020 DUBAI: IL NUOVO PADIGLIONE AZERBAIGIAN SI ISPIRA ALLA NATURA
Il padiglione dell’Azerbaigian ad Expo 2020 Dubai è stato ideato, progettato e realizzato da Simmetrico Network, che sta sviluppando anche l’experience design e la produzione dei contenuti della mostra centrale; Il concept, Seeds for the Future, pone l’accento sul portare consapevolezza nei visitatori rispetto all’impatto delle loro scelte individuali: solo investendo nel futuro oggi, si può (continua)

ARCHITETTURA SENSIBILE E NATURA IN CASA

ARCHITETTURA SENSIBILE E NATURA IN CASA
Rubner Haus realizza a Vignolo un edificio che si integra perfettamente nella natura circostante. Senza disturbare l’occhio o interrompere l’armonia del paesaggio A Vignolo, in Valle Stura, una casa di legno e vetro emerge dal terreno come un germoglio perfettamente integrato nella bellezza dei boschi di faggi, castagni e betulle nei quali è immerso. In lontananza, la splendida cornice dei monti Bisalta e Monviso, di fronte la vista di una vallata. Esempio straordinario di architettura sensibile al paesaggio, l’edificio ha trasformato le limitazioni im (continua)

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO
A Vezzano, in Südtirol, holzius realizza una casa che respira con la natura intorno A Vezzano, un piccolo borgo di 400 abitanti alle pendici del Monte Sole, il versante più soleggiato della media e bassa Val Venosta, holzius realizza in sole 9 settimane una casa plurifamiliare in legno massello lasciato al naturale, un vero e proprio organismo abitativo privo di colle e parti metalliche ed energeticamente autonomo, che interpreta le esigenze dei committenti in piena simbiosi (continua)

RUBNER HOLZBAU PLURIPREMIATA AGLI AUSTRALIAN TIMBER DESIGN AWARDS 2020

RUBNER HOLZBAU PLURIPREMIATA  AGLI AUSTRALIAN TIMBER DESIGN AWARDS 2020
L’azienda altoatesina ha vinto il primo posto e nella categoria “Stand alone structure” rispettivamente con i progetti Marrickville Library e Chadstone Link E’ alla Marrickville Library dello studio Architecture BVN, Sydney (AUS), una straordinaria biblioteca nella cittadina di Marrickville (Australia) alla cui realizzazione ha contribuito Rubner Holzbau[1], che è andato - “per i molteplici utilizzi del legno e lo straordinario design” - il primo premio dell’Australian Timber Design Award, il concorso di design australiano che premia le grandi (continua)