Home > Arte e restauro > Restaurato il monumento a Mazzini

Restaurato il monumento a Mazzini

scritto da: Daniele Aiello Belardinelli | segnala un abuso


Restaurato il monumento dedicato a Giuseppe Mazzini. Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola e l’assessore ai Lavori Pubblici Anselmo Ranucci inaugureranno l’opera architettonica giovedì 15 marzo alle ore 11.Sarà presente il direttore dell’Unità Tecnica di Missione di Roma dott. Giancarlo Bravi.L’iniziativa rientra nel progetto “I Luoghi della Memoria” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.  L’intervento di restauro, coordinato dall’Unità Tecnica di Missione in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici del Lazio,si è articolato in accurate operazioni di pulitura e nel consolidamento delle superfici. «Siamo molto soddisfatti. – affermano il primo cittadino e l’assessore Ranucci – Il monumento è un bene della città di grande valore storico e artistico. Il restauro conclude in modo degno l’anno dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia». A 50 anni dalla morte di Mazzini, nel 1922, l’Amministrazione Comunale di allora si attivò per erigere un’opera in memoria del patriota ligure: l’artefice e il sostenitore della proposta fu Menotti Pampersi, tipografo pubblicista ed editore di fede repubblicana che coinvolse l’artista Ettore Ferrari.Ferrari, già nel maggio del 1922, presentò il progetto del monumento, che realizzò gratuitamente per difendere gli ideali democratici contro il nascente regime fascista. Proprio a causa del regime fascista il busto, già concluso nel 1923, dovette aspettare nove anni per essere completato e collocato sul basamento quadrangolare a gradini in travertino, su cui è inserita una colonna di granito grigio con la base e il capitello in marmo di Carrara, sormontata da un’aquila bronzea.

 

Restauro | Mazzini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cosimo Mazzini presenta il thriller psicologico “Il filo teso”


CALICI DI STELLE 2019: A BREGANZE SI BRINDA CON I VINI DELLA DOC


Inaugurato il monumento a Mazzini di Tarquinia recentemente restaurato


Monsignor Gianni Carrù: “Il restauro dell’ipogeo degli Aureli in Viale Manzoni”


Hic et Nunc presenta il Barbera del Monferrato Superiore Docg MONumento 2017: una nuova etichetta per un nuovo sguardo sul Monferrato


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Concerto di Natale “Suoni per il Mondo – 1MattonexBatouri”

Concerto di Natale “Suoni per il Mondo – 1MattonexBatouri”
Semi di Pace si prepara già a un Natale all’insegna della solidarietà. L’associazione, insieme alla Bonifazi Franchising Immobiliare, brucia i tempi e presenta il concerto Suoni per il Mondo – 1mattonexBatouri, in programma il 10 dicembre, alle ore 21, nello splendido duomo di Narni. Patrocinato dal Comune di Narni e dalla Diocesi di Terni-Narni-Amelia, il concerto vedrà esibirsi Cristiana Pegor (continua)

L’Accademia Tarquinia Musica firma una convezione con il CET di Mogol

L’Accademia Tarquinia Musica incontra il CET, il Centro Europeo di Toscolano, eccellenza della musica pop italiana fondata da Mogol (Giulio Rapetti). Il 27 gennaio la presidente dell’Istituzione musicale della città etrusca, Roberta Ranucci, e il presidente del CET, Mogol, hanno firmato la convenzione per attivare una collaborazione didattica. È la prima volta che il CET sigla un accordo con u (continua)

Gli etruschi a San Valentino

A San Valentino facciamoci sedurre dagli etruschi, con un itinerario tra le più belle tombe dipinte della necropoli di Tarquinia (VT). Il 14 febbraio, giorno degli innamorati, Artetruria dedicherà, alle coppie, una suggestiva visita alle tombe delle Pantere, del Barone, dei Tori, degli Auguri e Aninas (necropoli Secondi Archi e Scataglini). Scendendo negli ipogei i visitatori, grazie alle puntua (continua)

Quarta edizione della rassegna “Il Quartetto d’Archi”

Quarta edizione della rassegna “Il Quartetto d’Archi”
Con il concerto del Quartetto Delifico, il 31 gennaio (ore 17), si alzerà il sipario sulla quarta edizione della Rassegna “Il Quartetto d’Archi”, ideata e organizzata dalla Fondazione Etruria Mater, con la preziosa collaborazione della Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale e del Comune di Tarquinia. Quest’anno, oltre al Quartetto Delfico, suoneranno altri tre straordina (continua)

Tra Acropoli e Necropoli, il fascino dell’arte etrusca a Tarquinia

I pochi che avevano perso l’occasione di conoscere la Tarquinia (VT) degli Etruschi, per il ponte dell’Immacolata, avranno modo di rifarsi il 2 e 3 gennaio 2016, perché Artetruria riproporrà l’iniziativa che tanto successo ha avuto tra il 6 e l’8 dicembre. «Il grande riscontro avuto ci ha spinto a fare il “bis”. - sottolineano le guide dell’associazione - Così sarà di nuovo possibile percorrer (continua)