Home > Primo Piano > Gran Fondo “Le Strade Rosa”: Loretta Giudici 2^ assoluta e 1^ di categoria

Gran Fondo “Le Strade Rosa”: Loretta Giudici 2^ assoluta e 1^ di categoria

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

Gran Fondo “Le Strade Rosa”: Loretta Giudici 2^ assoluta e 1^ di categoria

Il 25 aprile 2021 si è svolta a Castelnuovo di Farfa (RI) la seconda edizione della Gran Fondo “Le Strade Rosa”, gara ciclistica femminile di 92 km, la cui vincitrice è stata Sara Mazzorana, Bike Therapy, che ha preceduto con 8″ di vantaggio Loretta Giudici, ASD Anagni Ciclismo. Al terzo posto si classificano Simona Pagni e la collega amica psicologa Manuela Ansaldo, entrambe dell’ASD Picar-Blokko Racing Team.


Matteo SIMONE

380-4337230 - 21163@tiscali.it

 

Il 25 aprile 2021 si è svolta a Castelnuovo di Farfa (RI) la seconda edizione della Gran Fondo “Le Strade Rosa”, gara ciclistica femminile di 92 km, la cui vincitrice è stata Sara Mazzorana, Bike Therapy, che ha preceduto con 8″ di vantaggio Loretta Giudici, ASD Anagni Ciclismo. Al terzo posto si classificano Simona Pagni e la collega amica psicologa Manuela Ansaldo, entrambe dell’ASD Picar-Blokko Racing Team.

Di seguito approfondiamo la conoscenza di Loretta attraverso risposte ad alcune mie domande.

Come stai?Molto bene grazie”.

Soddisfatta?Assolutamente sì”.

 

Di questi tempi, dove la pandemia sta stravolgendo la vita di molte persone causando malessere e disagi non è scontato né stare bene e né stare in forma. Pertanto partecipare a una gara ciclistica e ottenere risultati da podio non può che essere che una grande soddisfazione e un segnale di ripartenza per ben sperare per il futuro in una vita ricca di sensazioni ed emozioni grazie anche allo sport che fa faticare in allenamento e in gara ma procurare sensazioni ed emozioni intense.

Criticità durante il percorso?Le macchine spuntate all’improvviso durante le discese tecniche”.

 

E’ difficile avere tutto sotto controllo, quando si sta in equilibrio su una bici soprattutto se si è davanti nelle primissime posizioni e si vuol cercare di spuntarla su tutte magari in discesa lasciandosi andare con coraggio ma estrema attenzione a causa di imprevisti di qualsiasi natura a in particolare le auto guidate sempre più da persone che vanno di fretta.

Quali sono le consapevolezze ora?Aver dato il meglio della mia performance psicofisica soprattutto dal punto di vista mentale”.

 

Per ottenere la performance nello sport sarebbe opportuno essere al meglio della forma on solo fisica ma anche mentale, si tratta di focalizzarsi per il compito e l’obiettivo sfidante tenendo a bada distrazioni e pensieri che possono essere considerate zavorra.

Hai dovuto rimodulare piani e programmi?Eh sì. Allo scatto della mia avversaria ho dovuto rispondere con prontezza e forza seminando il gruppo di testa”.

 

Loretta è sembrata essere scaltra, pronta e reattiva grazie anche alla tanta esperienza accumulata nel corso di allenamenti e gare per poter saper affrontare, gestire, superare ogni imprevisti e/o azione di eventuali potenziali avversari.

Sei ancora intenzionata a rincorrere i tuoi sogni?Certamente”.

Quali?Per ora il ‘Blockhouse Marathon’”.

Quando?Il 9 maggio 2021”.

 

Detto, fatto, non ho fatto in tempo a scrivere l’articolo relativo la sua vittoria che Loretta è già avanti a godersi la sua vittoria annunciata con consapevolezza, fiducia e resilienza.

Infatti Loretta si è aggiudicata la Granfondo della “Blockhouse Marathon” precedendo Maria Parisi (Il Velocifero) e Federica Figliola (Mkg Cycling Team).

Cosa dici della tua squadra e di chi ti sostiene?Affidabili, premurosi, coerenti”.

Come stai attraversando, gestendo, superando il periodo COVID?Con la massima consapevolezza del momento e la bici mi è stata di grande aiuto”.

 

La bici risulta essere un ottimo strumento per sviluppare resilienza in quanto fa comprendere come sia possibile restare sempre in equilibrio, come faticare in salita e nelle difficoltà per scollinare e poi godersi il panorama, la discesa, la tranquillità dopo la tempesta.

Cosa diresti a Loretta di 10 anni fa?Credi in te stessa, nelle tue potenzialità, nei tuoi sogni”.

 

Ora sembra proprio che Loretta ci sta credendo, insegue con coraggio, preparazione e fiducia i suoi sogni che gradualmente si trasformano in realtà con podi e vittorie e tanto benessere psicofisico, emotivo e relazionale.

Un messaggio per ripartire senza abbassare la guardia?Rispetto per se stessi e per le norme anti COVID. Rafforzare e sostenere il proprio sistema immunitario”.

Sei ancora disposta a faticare per ottenere risultati?E’ la mia natura. Non conosco altre vie per ottenere ciò che desidero”.

 

Per risolvere problemi e sconfiggere avversari è opportuno essere onesti e focalizzati verso l’obiettivo credendoci e applicandosi quotidianamente senza arrendersi senza mollare, senza abbandonare sogni.

Cosa ti spinge a fare sport?L’indole, il temperamento. L’ascolto verso se stessi è un’inclinazione naturale …non ne potrei fare a meno. Da una semplice passeggiata alla preparazione atletica...fa parte dei miei geni”.

Cosa c'è dietro una gara?Tanta testa. Tanto equilibrio. Tanto ascolto interiore”.

 

Tra gli strumenti vincenti di Loretta c’è tanta introspezione, rispetto, ascolto, componenti umane che contribuiscono a portare il fisico a sforzi enormi.

Quali sono gli ingredienti del successo?La salute e l’energia, oggi più che mai. La perseveranza e la gratitudine verso se stessi e ciò che la vita ci ‘mostra’. La fede. La serenità mentale. La conoscenza e la coscienza di sé. Gli obiettivi e gli ideali di valore. L’autonomia e l’indipendenza finanziaria. Le relazioni amorevoli e il valore sociale. La soddisfazione personale”.

 

Tanta roba. Ringrazio Loretta per questi utili consigli e suggerimenti, vere perle di saggezza, un grande tesoro per tanti.

 

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

380-4337230 - 21163@tiscali.it

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html


Fonte notizia: http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html


Gran Fondo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Consultabile il blog di Loretta Bianchi


Loretta Bianchi, Trust, Pianificazione Fiscale e Progetto Copernico


HERMANAS GOGGI REMIXED “Estoy Bailando”


Il ritorno dance delle Goggi


Droni, Europa e normative: tante novità


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mattia Pisanello, arbitro di calcio: Il sogno è arrivare in serie A

Mattia Pisanello, arbitro di calcio: Il sogno è arrivare in serie A
Lo sport è un’opportunità per conoscere se stesso, conoscere l’altro, conoscere regole, apprendere dall’esperienza. A volte non basta praticare sport ma si vuol anche cambiare ruolo come per esempio diventare allenatore, dirigente, arbitro. Di seguito Mattia racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande. Quando ti sei sentito campione nello sport? “Mi sono sentito campione nello sport all'esordio in ogni nuova categoria, dai giovanissimi provinciali alla prima categoria (attuale categoria di appartenenza). L'esperienza più soddisfacente è stata arbitrare la finale di giovanissimi provinciali nel 2019, dopo solo 1 anno di arbitraggio effettivo, la partita più bella invece è stata arbitrare uno scontro diretto per la qualificazione ai play-off di Prima Categoria con sugli spalti circa 1500 spettatori”. Dal 2018 la mia passione si è consolidata nel calcioMatteo SIMONE380-4337230 - 21163@tiscali.it Lo sport è un’opportunità per conoscere se stesso, conoscere l’altro, conoscere regole, apprendere dall’esperienza. A volte non basta praticare sport ma si vuol anche cambiare ruolo come per esempio diventare allenatore, dirigente, arbitro. Di seguito Mattia racconta la sua esperienza rispond (continua)

Giovanni De Gennaro, canoista: Ringrazio di cuore chi mi tifa e chi sostiene

Giovanni De Gennaro, canoista: Ringrazio di cuore chi mi tifa e chi sostiene
Giovanni De Gennaro, Gruppo Sportivo dei Carabinieri (ex Corpo Forestale dello Stato), vince il titolo europeo Junior a squadre nel 2009 a Liptosky (SVK) e nel 2010 a 18 anni si laurea Campione del Mondo Junior a Foix (FRA). Nel 2011 a 19 anni al Mondiale Senior di Bratislava (SVK) vince il bronzo a squadre. Giovanni nel 2012, vince l'oro del mondiale under 23 a squadre di Wasau (USA). Nel 2013 conquista la medaglia di bronzo ai mondiali U23. L’anno successivo conquista l'argento al mondiale U23 australiano. Ha rappresentato l'Italia ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016 con un 7º posto. Nel 2017 vince l'oro alla Coppa del Mondo K1 di Markleeberg (Germania) e l'oro dello slalom K1 dell'ICF Ranking di Ivrea. Nel 2018 vince l'oro alla Coppa del Mondo di La Seu d'Urgeil in Spagna. Il 2019 ancora oro alla gara di Coppa del Mondo K1 di Tacen (Slovenia) e oro al K1 slalom dell'ICF Ranking di Tacen (Slovenia). Nel 2020 vince il suo 4º titolo di Campione Italiano a Ivrea. Nel 2021 conquista il pass per i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Giovanni attraverso risposte ad alcune mie domande. Complimenti, il significato di questa qualificazione olimpica? La qualifica olimpica è una tappa importante nel mio percorso, sono felice di poter continuare a lavorare per una medaglia olimpica. Matteo SIMONE  Giovanni De Gennaro, Gruppo Sportivo dei Carabinieri (ex Corpo Forestale dello Stato), vince il titolo europeo Junior a squadre nel 2009 a Liptosky (SVK) e nel 2010 a 18 anni si laurea Campione del Mondo Junior a Foix (FRA). Nel 2011 a 19 anni al Mondiale Senior di Bratislava (SVK) vince il bronzo a squadre.  Giovanni nel 2012, vince l'oro del mond (continua)

Lilli Gelmini vince Ledroman Triathlon Sprint 1h06’32”, record femminile gara

Lilli Gelmini vince Ledroman Triathlon Sprint 1h06’32”, record femminile gara
Domenica pomeriggio 11 luglio 2021 ha avuto luogo la 8^ edizione del triathlon sprint Ledroman. Tra le donne Lilli Gelmini (707 Team Minini) ha vinto la prova femminile in 1:06:32 nuovo record femminile sulla gara, precedendo Francesca Crestani (CY Laser Tri Schio) 1h08’57” e Chiara Cavalli (Cus Parma). Fortissima Gelmini nelle tre frazioni, soprattutto nuoto e bici, e ottime le transizioni. Tra gli uomini il vincitore è stato Davide Uccellari (Fiamme Oro) in 58’43 precedendo Jacopo Butturini (CUS Verona) 1h00’04” e Mattia Zontini (Raschiani Triathlon) 1h01’44”. Ottima la frazione di corsa di Uccellari in 15’47”. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Lilli attraverso risposte ad alcune mie domande post gara. Ciao Lilli, complimenti per la vittoria, te l'aspettavi? Ci hai lavorato e come? Non mi aspettavo di vincere perché ho deciso all'ultimo momento di partecipare alla gara solo per fare un po' di ritmo gara prima delle prossime competizioni, però una volta fischiata la partenza mi sono sentita subito bene e ci ho creduto fino al traguardo. Mio papà è praticamente sempre presente alle gare e il suo supporto è fondamentaleMatteo SIMONE Domenica pomeriggio 11 luglio 2021 ha avuto luogo la 8^ edizione del triathlon sprint Ledroman. Tra le donne Lilli Gelmini (707 Team Minini) ha vinto la prova femminile in 1:06:32 nuovo record femminile sulla gara, precedendo Francesca Crestani (CY Laser Tri Schio) 1h08’57” e Chiara Cavalli (C (continua)

Anna Arnaudo, 10.000m Europei U23, argento e record nazionale U23

Anna Arnaudo, 10.000m Europei U23, argento e record nazionale U23
Il 9 luglio 2021, Anna Arnaudo ha conquistato la medaglia d’argento sui 10.000 metri ai Campionati Europei under 23 a Tallinn (Estonia). La vincitrice è stata Jasmijn Lau in 32’30”49 seguita da Anna Arnaudo che ottiene il suo Personal Best e record Under 23 in 32’36”98 (il precedente di 32:38.96 era di Allison Rabour del 1989) al terzo posto si classifica Lisa Oed 33’35”99, sfiora il podio Gaia Colli che comunque ottiene il suo Personal Best 33’44”90. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Anna attraverso risposte ad alcune mie domande, la mattina prima della gara. Complimenti per la convocazione in nazionale, ti senti pronta? Assolutamente sì. Sono tranquilla ed è una bellissima sensazione perché so che ho la possibilità di onorare la maglia azzurra. È l'ultima gara di una stagione che è andata molto beneMatteo SIMONEPsicologo, Psicoterapeuta Il 9 luglio 2021, Anna Arnaudo ha conquistato la medaglia d’argento sui 10.000 metri ai Campionati Europei under 23 a Tallinn (Estonia). La vincitrice è stata Jasmijn Lau in 32’30”49 seguita da Anna Arnaudo che ottiene il suo Personal Best e record Under 23 in 32’36”98 (il precedente di 32:38.96 (continua)

Sandro: Grazie alla generosità degli atleti dell'Atletica La Sbarra ho iniziato a correre

Sandro: Grazie alla generosità degli atleti dell'Atletica La Sbarra ho iniziato a correre
Prossimi obiettivi a breve, medio, lungo termine? Sogni da realizzare e realizzati? “Nel breve: percorrere 1 km lanciato in 4:00/4:15. Nel medio: migliorare notevolmente le prestazioni che ho ottenuto nelle mie 2 gare. Nel lungo: vincere una gara. Sogni da realizzare: insidiare i record sui 5.000 e 10.000 di Salvatore Antibo. Sogni realizzati: per me il semplice fatto di aver corso in gara è già un sogno realizzato. Vorrei ringraziare tutti gli atleti che mi hanno aiutato a raggiungere questo sogno. Grazie amici ve ne sono riconoscente. Sandro M.". Un’intervista a Sandro è riportata nel mio libro “Sport benessere e performance. Aspetti psicologici che influiscono sul benessere e performance dell’atleta”, edito da Prospettiva Editrice. Sandro: Essendo io un ipovedente era impensabile correre per meMatteo SIMONE380.4337230 - 21163@tiscali.it Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita? “Io sono un neo sportivo, ho iniziato a correre da 2 mesi, ma in 2 occasioni mi sono sentito un campione: 1 metro dopo il traguardo delle mie 2 uniche prime gare (Staffetta 12x30 e maratonina 10km). Non avevo mai p (continua)