Home > Economia e Finanza > Corridoio energetico Africa - Europa: il ruolo dell’Italia nelle parole di Stefano Donnarumma

Corridoio energetico Africa - Europa: il ruolo dell’Italia nelle parole di Stefano Donnarumma

scritto da: Pressreleaself | segnala un abuso


Già interconnesso con numerose nazioni europee, il nostro Paese ha tutte le potenzialità per diventare un nodo centrale per l'energia internazionale: l'analisi di Stefano Donnarumma, AD e DG di Terna.

Stefano donnarumma

L'Italia nel corridoio energetico Africa - Europa: le considerazioni di Stefano Donnarumma

"L'Italia può diventare l'hub energetico del Mediterraneo": è il nitido messaggio lanciato da Stefano Donnarumma durante l'Assemblea degli Azionisti di Terna, riunitasi il 30 aprile a Roma. "Il nostro Paese è interconnesso con Francia, Austria, Svizzera, Slovenia, Montenegro, Grecia e Malta", spiega nell'intervento, "e prospetticamente nei prossimi anni, lo sarà anche con la Tunisia". L'Italia dunque in una posizione di assoluta centralità, non solo geografica, nella regione mediterranea: qui il nostro Paese può ricoprire un ruolo di primo piano che permetta, in un futuro non troppo lontano, "di creare un corridoio energetico che dall'Africa può arrivare fino al Nord Europa". La sfida richiede strategie condivise e progetti che facciano della sostenibilità energetica un volano per il rilancio dell'economia del Paese. In questa prospettiva, il Gruppo guidato dall'AD e DG Stefano Donnarumma è intenzionato a rafforzare il suo ruolo cruciale non soltanto per l'infrastruttura elettrica nazionale, ma anche per l'intero sistema Paese.

Stefano Donnarumma: sostenibilità energetica, la strategia per "fare il salto di qualità"

E sottolineando il forte impegno di Terna per accelerare il percorso della transizione ecologica, l'AD e DG Stefano Donnarumma ha ricordato come, a novembre 2020, il Gruppo ha approvato "un nuovo Piano industriale per il periodo 2021-2025, che prevede circa 9 miliardi di investimenti per i prossimi cinque anni". L'obiettivo, come rimarcato in più occasioni dall'AD e DG, è quello di "rafforzare il ruolo centrale di Terna quale regista del sistema energetico italiano e abilitatore della transizione energetica". Intraprendere strategie di tipo sostenibile e sviluppare l'utilizzo di fonti rinnovabili fornirà un enorme contributo per proseguire negli indirizzi di sostenibilità previsti a livello nazionale ed europeo. Con un 95% di investimenti sostenibili in base alla Tassonomia Europea, il Gruppo è pronto a fare la propria parte: "Il Piano, basato su investimenti sostenibili nella rete di trasmissione nazionale, consentirà all'Italia di fare il salto di qualità previsto dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima", ha aggiunto Stefano Donnarumma, "e contribuirà a generare valore per il Paese".


Fonte notizia: https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/energia/2021/04/30/terna-donnarumma-italia-hub-energetico-mediterraneo_643a1c2f-50a9-4131-8fb3-ff84df874bba.html


Stefano Donnarumma | Terna |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Terna: la società guidata da Stefano Donnarumma offrirà test sierologici ai circa 4mila dipendenti


Stefano Donnarumma: Terna e Arma dei Carabinieri, accordo a tutela del sistema elettrico


Italian Energy Summit: l’intervento di Stefano Donnarumma, AD e DG di Terna


Stefano Donnarumma: investimenti in crescita per Terna, nei primi nove mesi del 2020


Stefano Donnarumma: “Risultati del primo trimestre confermano ruolo di Terna nella ripresa”


Next Generation: il panel sul mondo dell’energia con Stefano Donnarumma, AD e DG di Terna


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Stefano Donnarumma: per la transizione ecologica affidiamoci alle competenze delle grandi imprese

Il dibattito organizzato da Terna per riflettere sulla transizione ecologica è stato animato da diverse voci autorevoli: all'evento ha partecipato anche l'AD e DG Stefano Donnarumma, intervenuto per parlare delle grandi imprese e del loro prezioso contributo sostenibile.Stefano Donnarumma al dibattito "La sfida della transizione ecologica""La sfida della transizione ecologica": questo il titolo de (continua)

A Milano la tre giorni su sostenibilità e digitale: l’intervento di Stefano Donnarumma (Terna)

Stefano Donnarumma ha preso parte a "Il Verde e il Blu Festival di Milano", evento dedicato a sostenibilità e digitale: "Per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione che l'Italia e l'Europa si sono dati necessario realizzare opere indispensabili".Stefano Donnarumma: "Sviluppo rete trasmissione nazionale fattore abilitante della transizione"Oggi il Paese ha di fronte a sé la sfida della trans (continua)

Terna, inaugurato l’asilo aziendale MiniWatt: le considerazioni dell’AD e DG Stefano Donnarumma

L'asilo di Terna potrà ospitare fino a 23 bambini dai 6 ai 36 mesi: il Gruppo, guidato dall'AD e DG Stefano Donnarumma, ha concepito MiniWatt ispirandosi ai principi della biofilia, per creare spazi in armonia con l'ambiente.MiniWatt per conciliare vita personale e lavoro: il commento di Stefano Donnarumma"L'inaugurazione del nostro nuovo asilo nido aziendale è un ulteriore segnale dell'attenzione (continua)

Stefano Donnarumma: l’AD e DG di Terna intervistato da “Il Messaggero” sul rincaro bollette

Nel prossimo trimestre atteso un aumento delle bollette dell'energia tra il 31 e il 42%. Intervistato da "Il Messaggero", l'AD e DG di Terna Stefano Donnarumma: "Stop alle fonti fossili, con rinnovabili risparmio di 4 mld all'anno".Terna, Stefano Donnarumma: le cause del rincaro tra ripresa post-Covid e transizioneNei prossimi mesi il Paese dovrà cominciare a fare i conti con gli effetti a medio-l (continua)

Stefano Donnarumma: Terna investe sulla rete e cresce nel primo semestre del 2021

Terna, nel primo semestre 2021 gli investimenti sulla rete in crescita del 40,6%: il commento dell'AD e DG Stefano Donnarumma.Stefano Donnarumma: la crescita di Terna nel primo semestre 2021Terna, guidata dall'Amministratore Delegato e Direttore Generale Stefano Donnarumma, ha chiuso il primo semestre dell'anno con ricavi a 1.258 milioni, in crescita del 6,4%: aumentano anche l'Ebitda a 910,5 mili (continua)