Home > Ambiente e salute > EXPO 2020 DUBAI: IL NUOVO PADIGLIONE AZERBAIGIAN SI ISPIRA ALLA NATURA

EXPO 2020 DUBAI: IL NUOVO PADIGLIONE AZERBAIGIAN SI ISPIRA ALLA NATURA

scritto da: Dagcom | segnala un abuso

EXPO 2020 DUBAI: IL NUOVO PADIGLIONE AZERBAIGIAN SI ISPIRA ALLA NATURA


Il padiglione dell’Azerbaigian ad Expo 2020 Dubai è stato ideato, progettato e realizzato da Simmetrico Network, che sta sviluppando anche l’experience design e la produzione dei contenuti della mostra centrale; Il concept, Seeds for the Future, pone l’accento sul portare consapevolezza nei visitatori rispetto all’impatto delle loro scelte individuali: solo investendo nel futuro oggi, si può infatti costruire un domani sostenibile. Simmetrico ha ideato e progettato una grande struttura a forma di albero, sorretta da una foglia trasparente che avvolge l’intera costruzione. Ai piedi dell’albero le radici, in cui si sviluppa uno spazio sotterraneo, l’Agorà, accessibile liberamente dall’esterno e concepito come un piccolo giardino segreto. Ed è proprio la costruzione del padiglione, nel sito di Dubai, che ha visto nascere la collaborazione tra Simmetrico Network e Rubner Holzbau.

 

In particolare, il contributo di Rubner Holzbau ha riguardato la progettazione, la prefabbricazione e il montaggio, delle tre strutture che compongono il padiglione:

  •         l’Albero e i suoi elementi, si sviluppano dal basso verso l’alto, richiamando le radici, il tronco e i rami
  •          Il palco e la parete dell’Agorà, dove avranno luogo gli eventi durante Expo
  •          la Passerella pedonale che, sospesa sopra l’Agorà, costituisce l’accesso al padiglione

“Lo sviluppo delle forme come ideate nel design architettonico – sottolinea Savvas Lithiropoulos, Project Manager di Rubner Holzbau – è stata fin dal principio una sfida per il nostro ufficio tecnico. L’idea di ricreare un albero in legno lamellare è quasi un paradosso: progettare la forma di un elemento principe della natura nello stesso materiale è stata un’impresa stimolante. Abbiamo anche affrontato una sfida dal punto di vista costruttivo, infatti i singoli elementi decorativi interagiscono strettamente con la struttura sottostante in acciaio”.

L’albero, escludendo gli elementi che richiamano le radici e il tronco, è composto da tre tipologie di travi curve, che durante la fase di progettazione sono state definite “pinne o fins”: soddisfare il raggio di curvatura dei rami e garantire la migliore resa estetica è stato uno degli obiettivi di questo lavoro. Sono state impiegate lamelle da 15mm per comporre gli elementi; ogni singolo elemento è stato ideato, calcolato e prodotto per soddisfare le richieste progettuali, per essere trasportabile dalla sede di Bressanone al cantiere dell’Expo all’interno di container e per essere montato con precisione. Compongono questa struttura un totale di 141 archi con un raggio di curvatura minimo incollato che arriva a 3,00 m.

La parete dell’Agorà alle spalle del palco è composta da elementi decorativi denominati Louvers che donano l’impressione di movimento. La passerella pedonale è decorata nella parte inferiore da più di 210 elementi semicircolari con un raggio di circa 1,30 m, che compongono le “costole” della passarella; 44 travi curve di supporto laterali, sono collegate alla struttura d’acciaio, e si sviluppano su 2,00 m. Completano la struttura i 6 elementi centrali con una lunghezza massima di circa 7,60 m.

 Quello dell’Azerbaijan non è l’unico padiglione al cui sorgere ha contribuito l’expertise e il know- how di Rubner Holzbau, protagonista dell’Expo di Dubai 2020 con altri tre progetti: Oman, UK e Belgio.

 

Quantità e volumi

ca. 190 m³ legno lamellare abete

ca. 20 m³ pannello Nordpan 3s da 22 mm

Il padiglione Azerbaijan per l’EXPO 2020 a Dubai è di 2.086 metri quadrati così suddivisi:

  •         Circa 500 metri quadrati di superficie coperta
  •          Cira 200 metri quadrati dell’agorà ipogea dotata di tribune e palco
  •          Oltre 1.400 metri quadrati di giardini e percorsi pedonali.

Rubner Holzbau | Expo Dubai 2020 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Consulenza immobiliare a Dubai: Sergio Alberti parla del nuovo progetto


I 9 programmi del Governo di Dubai: ne parliamo con i consulenti di Trinity Corporate Services


Intervista Sergio Alberti: un approfondimento sul mercato immobiliare di Dubai


Registrazione società EAU: E’ online il nuovo sito di Trinity Corporate Services


Il 20 ottobre 2015 è il National Day degli Emirati Arabi Uniti all’Expo di Milano: la Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti è un importante punto di riferimento e di sviluppo


A Roma il ricordo della tragedia di Khojaly


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

IN VAL SARENTINO, UNA PERLA IN BIOEDILIZIA BY RUBNER HAUS

IN VAL SARENTINO, UNA PERLA IN BIOEDILIZIA BY RUBNER HAUS
Nel cuore dell’Alto Adige, attraverso una gola spettacolare lungo la strada che per il Passo di Pennes conduce a Vipiteno, si arriva in una valle magica, la Val Sarentino, dove due case gemelle in puro legno dominano l’omonimo paese completamente immerse nella natura: il bosco alle spalle e un immenso prato tutt’intorno. Abbarbicate su un terreno in pendenza, le due case sono tutt’uno con la (continua)

LEGNO DA VIVERE, IN CASA E IN UFFICIO

LEGNO DA VIVERE, IN CASA E IN UFFICIO
Porta la firma di holzius l’ampliamento della sede aziendale e la costruzione dell’abitazione privata di imprenditrice di storica falegnameria altoatesina Il futuro dell’edilizia è nel legno, il materiale più antico del mondo: lo sa bene Birgit Kager, amministratore delegato della storica falegnameria altoatesina Kager, che il legno ce l’ha nel dna di famiglia da 40 anni e che per l’ampliamento della sede aziendale e la costruzione della sua abitazione ha scelto holzius e la sua tecnica di costruzione che utilizza elementi in legno massello non (continua)

UNA CASA IN PURA BIOEDILIZIA SULL’ANTICA VIA DEI BURCHIELLI

UNA CASA IN PURA BIOEDILIZIA SULL’ANTICA VIA DEI BURCHIELLI
Realizzata da Rubner Haus in dialogo tra architetture antiche e soluzioni moderne Nella piccola cittadina di Noventa, ultimo paese della Riviera del Brenta, sorge un piccolo gioiello di bioedilizia, una casa dalla personalità complessa che coniuga modernità della visione architettonica con la bellezza e la storia del luogo adorno di meravigliose ville cinque, sei e settecentesche e percorso dell’antico alveo naturale dell’omonimo fiume dove i nobili del posto, nel ‘700, pe (continua)

ARCHITETTURA SENSIBILE E NATURA IN CASA

ARCHITETTURA SENSIBILE E NATURA IN CASA
Rubner Haus realizza a Vignolo un edificio che si integra perfettamente nella natura circostante. Senza disturbare l’occhio o interrompere l’armonia del paesaggio A Vignolo, in Valle Stura, una casa di legno e vetro emerge dal terreno come un germoglio perfettamente integrato nella bellezza dei boschi di faggi, castagni e betulle nei quali è immerso. In lontananza, la splendida cornice dei monti Bisalta e Monviso, di fronte la vista di una vallata. Esempio straordinario di architettura sensibile al paesaggio, l’edificio ha trasformato le limitazioni im (continua)

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO
A Vezzano, in Südtirol, holzius realizza una casa che respira con la natura intorno A Vezzano, un piccolo borgo di 400 abitanti alle pendici del Monte Sole, il versante più soleggiato della media e bassa Val Venosta, holzius realizza in sole 9 settimane una casa plurifamiliare in legno massello lasciato al naturale, un vero e proprio organismo abitativo privo di colle e parti metalliche ed energeticamente autonomo, che interpreta le esigenze dei committenti in piena simbiosi (continua)