Home > News > Le Acli premiano le scuole in gara al concorso letterario “Nicolò”

Le Acli premiano le scuole in gara al concorso letterario “Nicolò”

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Le Acli premiano le scuole in gara al concorso letterario “Nicolò”


La democrazia e il rispetto delle regole sono stati i temi del sesto concorso letterario “Antonio Nicolò”. L’iniziativa è stata promossa dal circolo Acli di Ponticino in collaborazione con le Acli provinciali e con la Fap-Acli di Arezzo che hanno rinnovato l’appuntamento con un premio che, anno dopo anno, invita gli alunni delle scuole materne, elementari e medie a mettersi in gioco in un percorso creativo di riflessione e di confronto su argomenti di stretta attualità. Il concorso termina sabato 5 giugno, dalle 11.00, in piazza don Alcide Lazzeri a Ponticino, con l’esposizione di una selezione di elaborati, con le premiazioni dei vincitori e con la consegna degli attestati a tutti i partecipanti.

“Siamo liberi se rispettiamo le regole” è stato il tema di questa edizione dell’evento che, aperto a tutti gli istituti comprensivi della provincia, ha richiesto agli studenti di realizzare testi in prosa, in poesia, disegni o altre creazioni grafiche dedicate alla democrazia e alla libertà intese come rispetto di regole anche non scritte. Questo invito è stato raccolto da numerose classi di scuole di diverso grado con sede a Bucine, a Laterina, a Levane, a Pergine Valdarno, a Pieve al Toppo, a Ponticino e a San Giovanni Valdarno, con gli alunni che insieme ai loro maestri e professori si sono interrogati su queste importanti tematiche civiche per rappresentare un loro pensiero condiviso.

Ogni elaborato è stato valutato da una commissione composta dal parroco di Ponticino don Salvatore Scardicchio, da un rappresentante delle Acli e della Fap-Acli, e da un insegnante e un genitore per ogni istituto in gara, arrivando così a individuare i vincitori del concorso che nella giornata conclusiva del 5 giugno riceveranno un buono per l’acquisto di libri o materiale didattico. L’iniziativa, svolta nel rispetto di tutte le misure previste per la prevenzione del contagio da Covid19, troverà il proprio cuore anche nella mostra di alcune opere che resteranno visibili per l’intera mattinata per permettere ai presenti di conoscere e di apprezzare il pensiero dei giovani alunni, mentre il momento della premiazione sarà preceduto dai saluti di Antonio Paoli (coordinatore del progetto per il circolo Acli di Ponticino), di Luigi Scatizzi (presidente provinciale delle Acli), di Angiolo Chini (segretario provinciale della Fap-Acli), di Roberto Poponcini (presidente del circolo Acli di Ponticino) e di Valentina Matteini (vicepresidente provinciale delle Acli). «La democrazia - ricorda Chini, - si regge su delicati equilibri di valori e di rispetto delle libertà che richiedono preparazione e consapevolezza, dunque è importante promuovere una riflessione fin dai primi anni di vita. Viviamo un momento delicato che necessita una costante formazione alla democrazia dei cittadini di oggi e soprattutto di quelli di domani, per questo abbiamo deciso di affrontare questi delicati temi e siamo felici del coinvolgimento attivo e creativo di centinaia di giovani alunni».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tanti eventi e grandi ospiti per la festa delle Acli regionali e provinciali


Le Acli di Arezzo premiano gli associati più fedeli e più longevi


Progetto “Sala di attesa”: il sistema di gestione di accoglienza presso le sedi del Patronato Acli


Excursus sulla carriera di Nicolò Zanon, giudice della Corte costituzionale


FAP ACLI lancia la campagna di sensibilizzazione “E se Piove?”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Due nuovi progetti di servizio civile per le Acli di Arezzo

Due nuovi progetti di servizio civile per le Acli di Arezzo
Due nuovi progetti di servizio civile per le Acli di Arezzo. L’associazione ha pubblicato il bando che permetterà a quattro giovani tra i diciotto e i ventinove anni di vivere un’esperienza professionale e umana di un anno in cui mettersi alla prova tra diversi ambiti operativi collegati al sociale. L’accoglienza e l’inserimento dei nuovi civilisti sono previsti nel mese di maggio, ma per pre (continua)

Le ospiti della Casa Pia lavorano ai ferri per il Calcit

Le ospiti della Casa Pia lavorano ai ferri per il Calcit
Le ospiti della Casa di Riposo “Fossombroni” lavorano ai ferri per il Calcit. L’istituto cittadino, conosciuto come Casa Pia, ha aderito al progetto “Mani&Cuore per il Calcit” e ha coinvolto le proprie residenti con l’obiettivo di portare un contributo alla realizzazione di mille coperte di lana che, nei prossimi mesi, saranno stese in una manifestazione in cui verrà tappezzata e colorata (continua)

Un’antologia di poesie per raccontare l’identità di Raggiolo

Un’antologia di poesie per raccontare l’identità di Raggiolo
Una raccolta di poesie per esprimere e raccontare l’identità di Raggiolo. L’iniziativa, dal titolo “Una poesia per Raggiolo”, è stata promossa dalla Brigata di Raggiolo con la volontà di coinvolgere chi vive o ha vissuto il borgo casentinese in un percorso letterario volto a instaurare un collegamento tra il luogo e le parole dei grandi poeti. L’invito era infatti ad individuare una poesia o (continua)

La Chimera Nuoto ha iniziato il 2022 alla prova federale di Poggibonsi

La Chimera Nuoto ha iniziato il 2022 alla prova federale di Poggibonsi
La nuova stagione sportiva della Chimera Nuoto ha preso il via a Poggibonsi. Venti atleti del palazzetto del nuoto di Arezzo e della piscina comunale di Foiano della Chiana sono scesi in vasca in una prova federale propedeutica ai prossimi Campionati Regionali Indoor dove hanno goduto dell’opportunità di misurarsi con avversari di sei società delle provincie di Siena e di Firenze. La squadra (continua)

Centosessant’anni di attività per Baquè Arredamenti di Subbiano

Centosessant’anni di attività per Baquè Arredamenti di Subbiano
Centosessant’anni di attività per Baquè Arredamenti. La storica azienda con sede a Subbiano, specializzata nella lavorazione artigianale del legno, è stata fondata nel 1862 e ha raggiunto il significativo anniversario nel 2022 dopo aver attraversato cinque generazioni e tre secoli. Questo traguardo, tra l’altro, giunge in un momento particolarmente positivo per Baquè Arredamenti che ha chiuso (continua)