Home > Economia e Finanza > Gli ambiti organizzativi maggiormente coinvolti nelle sanzioni comminate in materia GDPR

Gli ambiti organizzativi maggiormente coinvolti nelle sanzioni comminate in materia GDPR

scritto da: AIDR | segnala un abuso

Gli ambiti organizzativi maggiormente coinvolti nelle sanzioni comminate in materia GDPR

Tali sanzioni dovrebbero essere analizzate da tutte le organizzazioni per comprendere gli ambiti che devono necessariamente migliorati per seguire un comportamento adeguato, nei processi operativi e nel rapporto con la tecnologia.


di Arturo Veneruso, Innovation Manager, esperto GDPR e contrattualistica informatica e membro dell’Osservatorio AIDR per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia

 Dalla cogenza del Regolamento (UE) 2016/679 avvenuta il 25 maggio 2018 le sanzioni comminate dagli Enti Governativi hanno fatto emergere le debolezze delle organizzazioni pubbliche e private nei rapporti con i cosiddetti “interessati”, rappresentati generalmente dai consumatori di prodotti e di servizi, dai dipendenti, ovvero dalle risorse, che verso cui occorre prevedere la massima attenzione, i primi in quanto rappresentano la base per l’incremento del PIL di ogni paese, ed il secondo, in quanto funzionali per l’organizzazione per la produzione di beni o erogazione di servizi.

 

Tali sanzioni dovrebbero essere analizzate da tutte le organizzazioni per comprendere gli ambiti che devono necessariamente migliorati per seguire un comportamento adeguato, nei processi operativi e nel rapporto con la tecnologia.

In tal senso, sarebbe opportuno analizzare le suddette sanzioni da diversi ambiti, non solo dal punto di vista dei temi tipici del regolamento europeo sanciti dai relativi articoli, ma anche dal punto di vista delle aree organizzative e dei suoi aspetti gestionali.

Di seguito sono riportati grafici che presentano l’andamento percentuale dei valori economici e dei volumi delle sanzioni relativamente alla Comunità Europea e all’Italia.

La realtà comunitaria

Come si può rilevare nella Comunità europea le cause delle sanzioni sono legate prevalentemente a:

  • Gestione dei dati dei clienti con presenza di comunicazioni di dati personali a destinatari non pertinenti
  • Rapporto informativo con i clienti con presentazione non completa dell’Informativa e inadeguata gestione del consenso
  • Governo sicurezza Infrastruttura con carenze di contrasto agli hacker o a software malevoli

Le aree di mercato maggiormente coinvolte nelle sanzioni appartengono al settore dei “Social”, della “Pubblica Amministrazione”, delle “telecomunicazioni”, dell’abbigliamento, del “turismo”, del “trasporto aereo” e dell’“e-commerce”

La realtà italiana

Come si può rilevare in Italia le cause delle sanzioni sono legate prevalentemente a:

  • Telemarketing con azioni commerciali telefoniche invasive
  • Gestione dei dati dei clienti con presenza di comunicazioni di dati personali a destinatari non pertinenti
  • Rapporto informativo con i clienti e con i dipendenti con presentazione non completa dell’Informativa ai dipendenti e inadeguata gestione del loro consenso
  • Governo sicurezza Infrastruttura con carenze di contrasto agli hacker o ai software malevoli

Le aree di mercato maggiormente coinvolte nelle sanzioni appartengono al settore delle “Telecomunicazioni” e dell’“Energia”

Da questa analisi si può comprendere come nella Comunità Europea e in Italia sussistano aree comuni di miglioramento e come, nel nostro paese, emergano caratteristiche peculiari relative, ad esempio, alle azioni commerciali invasive.


Fonte notizia: https://www.aidr.it/gli-ambiti-organizzativi-maggiormente-coinvolti-nelle-sanzioni-comminate-in-materia-gdpr/


GDPR | aidr | sanzioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Vendite conformi al GDPR? Acronis ti dice come fare


Acronis facilita l'adeguamento delle aziende al GDPR


Marketing su Facebook e GDPR: cosa cambia?


Le sanzioni privacy emesse nel 2020 dalle Autorità Garanti dello SEE


Amministratori Pubblici: la ghigliottina del Garante privacy


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La moda ai tempi del metaverso

La moda ai tempi del metaverso
La moda forse per lo scotto di aver capito tardi l’importanza dei social media per i loro brand, ha intercettato subito l’enorme business che può rappresentare per il proprio settore. Secondo le stime di DMarket, il solo mercato delle skin si aggira attorno ai 30-40 miliardi di dollari l’anno. Le strade attraverso cui sta mettendo piede nel digitale sono molteplici e di non ovvia comprensione visto che bisogna districarsi con termini come gaming, realtà aumentata e appunto skin. di Vittorio Zenardi, Giornalista e Direttore Aidr Web Tv, Sito e Social MediaSe, con l’avvento dei social media, il rapporto tra esseri umani e socialità ha subito una rivoluzione radicale, con il metaverso si va verso un “Internet incarnato”, quello che Zuckerberg ha definito “sense of presence”.Il termine metaverso è stato coniato negli anni novanta da Neal Stephenson nel romanzo di fa (continua)

Dati e illusioni, il paradosso della conoscenza

Dati e illusioni, il paradosso della conoscenza
Un dato è un dato, due dati sono un’osservazione, tre dati sono conoscenza. Detta così, a freddo, senza un’opportuna contestualizzazione, può sembrare una frase rubata a una puntata della serie televisiva The Big Bang Theory. Cosa da non escludere a priori, peraltro. In realtà, si tratta di una riflessione maturata in questi due anni di vita sospesa, anni in cui ogni singolo dato, anche il peggior (continua)

La scuola degli esiti, immaginando il futuro

La scuola degli esiti, immaginando il futuro
Nel passato la scuola doveva svolgere il proprio ruolo educando i ragazzi alla cittadinanza oltre a prepararli al lavoro che da adulti sarebbero andati a svolgere in un contesto noto e previsto. La mission della scuola di allora era preparare gli studenti a una realtà lavorativa statica in un contesto sociale quasi immutabile. Il futuro non è più quello di una volta.Questa affermazione di Paul Valéry (1) ci porta alla domanda conseguente: la scuola può disinteressarsi del futuro che ci attende e continuare ad essere quella di una volta?Credo ci sia un accordo unanime sulla necessità di integrare nei curricoli scolastici contenuti e metodologie che tengano conto delle modifiche socioeconomiche della nostra (continua)

Telemarketing: nuovo intervento del Garante privacy. Sanzione milionaria per Sky

Telemarketing: nuovo intervento del Garante privacy. Sanzione milionaria per Sky
L’Autorità ha rilevato, nelle proprie indagini, molte criticità tra le quali l’effettuazione di chiamate promozionali senza informativa e senza consenso, utilizzando liste non verificate, acquisite da altre società. L’analisi dell’ordinanza ingiunzione emessa dal Garante offre importanti spunti di riflessione e mette in luce alcuni passaggi delle attività di telemarketing idonei a costituire delle “linee guida” per lo svolgimento corretto delle stesse di Federica De Stefani, avvocato e responsabile Aidr Regione LombardiaIl Garante per la protezione dei dati personali interviene nuovamente sulla delicata questione del telemarketing selvaggio e infligge a Sky una sanzione di oltre 3 milioni di euro.Il provvedimento arriva dopo una lunga e complessa attività istruttoria avviata a seguito di decine di segnalazioni e reclami di persone che lamentava (continua)

Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia

Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia
A Digitale Italia una puntata dedicata al mondo del vino, eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo, che durante la pandemia ha ricevuto una battuta di arresto, e ora guarda al Piano di Ripresa e Resilienza con grandissima attenzione. Ospiti del format web di Aidr, Filippo Moreschi, Responsabile dell’Osservatorio Digital Agrifood di AIDR e Luciano Bulgarelli, Presidente Cantina Sociale Quistello. Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia Moreschi: grazie alla digitalizzazione ci sarà maggiore sostenibilità OSPITIFILIPPO MORESCHI: Resp. Osservatorio AIDR Digital AgrifoodLUCIANO BULGARELLI: Presidente cantina sociale Quistello Cosa prevede il PNRR per il settore vitivinicolo, quali saranno le linee guida per il futuro del comparto? A Digitale Italia una puntata dedi (continua)