Home > Sport > STRALIVIGNO, SOLD OUT PER I PRIMI 400 PETTORALI. L’ORGANIZZAZIONE ALLARGA AD ALTRI 100 RUNNERS

STRALIVIGNO, SOLD OUT PER I PRIMI 400 PETTORALI. L’ORGANIZZAZIONE ALLARGA AD ALTRI 100 RUNNERS

scritto da: Newspower | segnala un abuso

STRALIVIGNO, SOLD OUT PER I PRIMI 400 PETTORALI. L’ORGANIZZAZIONE ALLARGA AD ALTRI 100 RUNNERS

La Stralivigno torna il 24 luglio per la 21.a edizione Altri 100 pettorali a disposizione di chi “correrà” ad aggiudicarseli Partenza e arrivo saranno allestiti alla pista d’atletica del centro sportivo Aquagranda Non ci saranno la staffetta e la Mini Stralivigno, ma non mancherà il divertimento


Stralivigno, ci sei mancata! E la conferma arriva dalla velocità con cui i primi 400 pettorali messi a disposizione sono stati tutti prenotati. E così, per accogliere l’entusiasmo dei propri affezionati runners, il comitato organizzatore offre l’opportunità ad altri 100 fortunati di iscriversi al trail livignasco. Non stupisce affatto che i primi 400 posti per la gara del 24 luglio siano andati subito sold out: sarà la voglia di tornare a correre, sarà l’estate imminente, sarà la possibilità ritrovata di spostarsi e vedere di nuovo posti meravigliosi come Livigno… insomma, la voglia di mettersi in gioco e ricominciare a correre è tanta: proprio per questo gli organizzatori si sono attivati per portare la quota iscritti – limitata per poter garantire a tutti lo svolgimento della gara in sicurezza – a 500 unità. Le modalità per iscriversi all’evento di trail running di Livigno restano le stesse: lo si può fare on-line al prezzo di 30 euro fino al 15 giugno, cifra che passerà a 35 euro dopo quella data e che rimarrà tale sino al 22 luglio, data della chiusura delle iscrizioni on-line. 

La partenza e l’arrivo della gara sono presso la pista di atletica del centro sportivo Aquagranda: un’eccellenza ormai divenuta simbolo di Livigno, scelta da tanti atleti per allenarsi e prepararsi al meglio in vista dei propri impegni sportivi. Al momento della partenza l’accesso sarà riservato agli atleti e ai volontari, e sarà d’obbligo il distanziamento di almeno un metro, opportunamente. D’obbligo anche l’utilizzo della mascherina sino ai primi 300 metri della gara, da reindossare poi dopo l’arrivo, zona che sarà riservata ovviamente agli atleti e agli addetti ai lavori. La Stralivigno prevede un percorso di 21 km, che alterna tratti di strada bianca ad altri d’asfalto. Ai punti più erti del percorso si arriva dopo una prima parte caratterizzata da un leggero ma costante dislivello di 450 metri. L’altitudine massima raggiunta è di 2000 metri, partendo dai 1816 metri di Livigno. 

Il punto ristoro è posto a metà percorso, in località Tresenda. Sempre per garantire la sicurezza di tutti, anche la modalità di distribuzione dei prodotti è stata rivista in chiave “anti-Covid”, privilegiando monoporzioni e contenitori monouso. Il protocollo influisce anche sul programma che, pur essendo ancora “in fieri”, purtroppo non permette lo svolgimento della Mini-Stralivigno e della gara a staffetta. Ma la festa della Stralivigno ricomincia, finalmente, e l’invito per gli affezionati è semplicissimo: “correte”… ad aggiudicarvi un pettorale! 

Info: www.stralivigno.it


Fonte notizia: http://www.newspower.it/Stralivigno.htm


newspower | stralivigno | corsa in montagna | trail running | corsa | livigno | lombardia | trail | running | sport |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Levy: esce il videoclip di LIGHT BLUE


Commenti sul Centro Narconon Gabbiano: il Racconto di Savino


PACCO GARA DA NON PERDERE ALLA STRALIVIGNO


In Modo Semplice: scrivere canzoni è un mestiere da bambini


UN MESE ALLA STRALIVIGNO IL “PICCOLO TIBET” SOGNA IN GRANDE


Recensioni sul Centro Narconon Gabbiano: la Gioia di Claudio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento
Emanuele Becchis, settimo titolo tricolore, ma Berlanda… c’è Sabrina Borettaz, inizia una nuova era sprint Gare anche per i giovanissimi: Trombetta, Invernizzi, Combi e Falanelli campioni Bella la location e ottima regia di Trento Eventi Sport e Team Futura Roma ha i suoi sette re, lo skiroll ne ha uno che vale per sette! Emanuele Becchis oggi a Trento ha vinto il Campionato Italiano sprint di skiroll per la settima volta consecutiva, ed è la nona vittoria nel capoluogo trentino del tre volte campione del mondo. Gli fa eco la giovane Sabrina Borettaz, che è andata ad interrompere la lunga supremazia delle sorelle Bolzan, Lisa prima e Anna (2019) poi. (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)