Home > Cibo e Alimentazione > L’AVPN istituisce l’onorificenza “Premio Verace alla Carriera”

L’AVPN istituisce l’onorificenza “Premio Verace alla Carriera”

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

L’AVPN istituisce l’onorificenza “Premio Verace alla Carriera”

I grandi maestri Pasquale Parziale e Gaetano Fazio, aprono gli appuntamenti per le assegnazioni


L’AVPN è ripartita alla grande con i suoi corsi di formazione per maestri pizzaioli e dell’arte culinaria, creando anche un premio particolare per chi le è stato da sempre vicino valorizzando l’opera che uno dei più storici maestri della ristorazione e della pizza napoletana, presidente di questo sodalizio Antonio Pace, ha portato e porta avanti con instancabile impegno da una vita. L’onorificenza “Premio Verace alla Carriera” creata dall’Associazione Verace Pizza Napoletana per valorizzare i vecchi Maestri ed associati assegnerà loro, di volta in volta, man mano che l’AVPN deciderà riconoscerlo, essendo i più coinvolti direttamente con essa oltre ad essere i più storici artefici della Verace Pizza Napoletana, un attestato agli autentici artisti della Vera Pizza. Creando dei momenti molto significativi, non tanto come kermesse a servizio della comunicazione, ma un vero e proprio momento raccolto e sentito così come sincero e dedicato vuol essere per i valori che rappresenta e per far capire alle nuove leve che per questo mestiere occorre tanta fatica, dedizione ed una affezione morale, a volte più forte ed al di sopra di quella di compensi economici attrattivi. Molti infatti, vedono la raggiunta gloria di famosi nomi di pizzaioli, ma non conoscono, ne approfondiscono i sacrifici che questi maestri hanno dovuto fare per raggiungerla. Stefano Auricchio, direttore generale AVPN ci dice: “Durante la pandemia, non potendo operare in presenza, abbiamo come AVPN, voluto mantenere viva la nostra associazione ed abbiamo realizzato diversi contatti On Line con i nostri associati in Italia e nel mondo. Questo nostro operato Web ci ha dato molte soddisfazioni, perché non potendo muoversi e viaggiare, i tanti iscritti ai nostri corsi, hanno potuto realizzarli con le attrezzature professionali messe a disposizione dai nostri associati. L’AVPN vanta ben 875 locali affiliati, in oltre 50 nazioni, in ben 5 continenti. La parte da leone la fanno, come noto, il Giappone e gli Stati Uniti d’America, ma vediamo un fermento nell’est asiatico con Russia e Polonia in pole position”. Il presidente Pace esprimendo il suo profuso impegno per il sostegno all’opera di ripartenza del settore dopo il Covid ci ha detto che: “il settore pizzerie e ristorazione è stato uno dei più danneggiati dalla pandemia ed allora abbiamo chiesto già lo scorso anno al governo di mettere in opera dispositivi per agevolare la ripartenza, più che ristori o sostegni per introiti perduti, al fine di creare una economia diversa partendo da nuovi presupposti, con nuove regole aggiornate nel rispetto delle regole di tutto, perché con le vecchie regole non andiamo da nessuna parte. Il vero nemico dell’economia italiana è la burocrazia ed il suo costo supera di gran lunga qualsiasi aliquota di imposta”. La consegna dell’attestato di merito ed una medaglia d’argento simboleggiante il logo dell’AVPN è avvenuta quale prima consegna, come per le future, nell’ambito dell’ambito dei corsi di formazione che fra l’atro sono ripresi proprio in contemporanea dopo l’impossibilità di svolgimento dovuto alla pandemia, a voler dimostrare ai giovani che si rivolgono all’AVPN che diventare maestri pizzaioli, oggi non è soltanto qualcosa di social o marketing, ma è di mestiere. L’assegnazione ai veri maestri pizzaioli vorrà essere una specie di attestazione per il lavoro sin qui svolto ed un premio alla carriera. Si è partiti lo scorso lunedì con la premiazione di quei personaggi che sono stati sempre più vicini e direttamente coinvolti all’AVPN. Fra i primissimi, non poteva non esserci il nome del maestro Pasquale Parziale, in primis per la sua solidarietà ed umanità da sempre dimostrata nell’operare in prima persona portando, molte volte a proprie spese le derrate, per effettuare gratuitamente corsi per ragazzi a rischio come quelli degli istituti carcerari napoletane o dei corsi “Punto e…. a capo” che tempo addietro si sono tenuti a Nisida, ma anche per aver creato pizzaioli che in Giappone sono ora, a loro volta, maestri di Vera Pizza Napoletana con pizzerie accorsatissime che producono esclusivamente vera pizza napoletana, ed ancora per aver dato tanto lustro alla categoria vincendo numerosi trofei in vari campionati e laureandosi Campione del Mondo di Pizza STG ai Campionati del mondo di Salsomaggiore Terme nel 2006. Nella stessa giornata, altro grande personaggio degno di grandi meriti che ha ricevuto il significativo attestato, risponde al nome di Gaetano Fazio, titolare di uno storico e notissimo ristorante pizzeria a Ischia e grande maestro pizzaiolo che si è reso meritevole di aver insegnato ai giapponesi come si realizza la Vera Pizza Napoletana, portandosi sul posto per una maggiore divulgazione della nostra verace pizza.  Alla consegna dell’attestato ai premiati da parte di Pace, hanno assistito oltre a Auricchio, anche Gianluca Liccardo direttore marketing, Fortuna Pace responsabile pizzerie, Aurora Napolitano per la formazione e gli altri componenti del direttivo AVPN, insieme ai partecipanti stranieri al primo corso di ripresa attività de visu e l’interprete che ha tradotto loro simultaneamente le parole di Pace e di Fazio e Parziale che hanno raccontato la loro scalata al successo. A conclusione delle premiazioni Pasquale Parziale ha voluto omaggiare Antonio Pace di una artistica opera in ceramica lavorata a mano, con una sua dedica applicata su un corno, che ovviamente il presidente Avpn, raccogliendo subito il bel pensiero ha accarezzato stringendolo fra le mani.  A termine dell’evento, tutti hanno potuto gustare gli gnocchi al ragù napoletano e la carne, quello pippiato che Parziale ha preparato giungendo da Ischia a prima mattina, portando con se tutti gli ingredienti, che lui stesso ha cucinato alla Eduardo De Filippo, riempendo l’intera area di Capodimonte ospitante i locali della Scuola dell’AVPN, di profumi insoliti e di antica memoria riportati alle luce con il piacere e gusto di tutti.

Giuseppe De Girolamo

AVPN |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

San Valentino @ LaBottega - Lainate (MI)


ASSAPORITO E GUGLIELMO VUOLO APRONO INSIEME A VERONA


Emanuele Gulino riceve il Premio Internazionale Vincenzo Crocitti 2020 come Attore Emergente


A Filippo Cogliandro il Melvin Jones Fellowship Arward


Lisa Bernardini tra gli assegnatari del Premio Albori 2018


- Campania Palcoscenico del 4° Gran Premio Teatro Amatoriale FITA Stagione artistica 2018. (Inoltrato da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Campania sarà protagonista a Vicenzaoro 2021

La Campania sarà protagonista a Vicenzaoro 2021
A Vicenza, dal vivo in fiera, con IEG dal 10 al 14 settembre Finalmente le fiere riprendono dal vivo e IEG - Italian Exhibition Group è pronta a Vicenza ad inaugurare il suo VOS Vicenzaoro 2021, The Jewellery Boutique Show, il salone internazionale del gioiello, in programma dal 10 al 14 settembre. Alla ripresa delle attività fieristiche de visu non potevano mancare le aziende di Assocoral che dalla Campania con il distretto di Torre del Greco, comp (continua)

Prosegue il Tour di presentazione del libro di Angelo Iannelli

Prosegue il Tour di presentazione del libro di Angelo Iannelli
A Pomigliano d’Arco il 6 luglio dalle ore 18:00 L’Ambasciatore del Sorriso Angelo Iannelli, primo fra tutti a meritare questo titolo, avendo lui creato una manifestazione così titolata, attraverso la quale annualmente premia, da otto edizioni, le personalità che rendono “world famous” la città di Napoli per le loro opere e le persone “invisibili” che in tale occasione sono protagonisti dell’evento dedicato alla città partenopea, sarà prot (continua)

AI QUARTIERI SPAGNOLI APRE “’A TAVERNA D’‘E ZOCCOLE”...

AI QUARTIERI SPAGNOLI APRE “’A TAVERNA D’‘E ZOCCOLE”...
Un locale attirante napoletani e turisti Nasce una nuova attività ristorativa. “’A taverna d’‘e zoccole”, nel centro storico di Napoli, in vico Lungo Gelso nel dedalo di viuzze che caratterizzano uno dei teatri a cielo aperto più famosi della città, nel mezzo dei Quartieri Spagnoli. Il fondatore, Aldo, uomo di grande coraggio, già titolare di un locale a Portici (“La vineria senza cucina”, in piazza Matteotti a Portici) aveva un sog (continua)

Per l’Amira in Campania tutto è Ripresa e tutto è Successo

Per l’Amira in Campania tutto è Ripresa e tutto è Successo
Ne è riprova, la vitalità, che sembra non aver subito nessun attacco Covid Se non avessimo vissuto il lungo periodo pandemico del Covid, potremmo pensare che nulla è accaduto ed il settore del turismo e della ristorazione non si sia mai fermato, perché quello che sta proponendo la sezione AMIRA Napoli – Campania, guidata dal fiduciario Dario Duro, insieme a tutto il direttivo da lui composto ed unitamente ai referenti di zona delle varie provincie e località limitro (continua)

Una “questione” da bongustai

Una “questione” da bongustai
A colloquio con il giornalista enogastronomo Giuseppe De Girolamo By Nicoletta Evangelisti                     27 Maggio 2021                               37          (continua)