Home > Altro > Tumori - Women for Oncology premia un film a tema oncologico Rossana Berardi, al Bardolino Film Festival per sottolineare l’impegno di W4O nella lotta contro il cancro

Tumori - Women for Oncology premia un film a tema oncologico Rossana Berardi, al Bardolino Film Festival per sottolineare l’impegno di W4O nella lotta contro il cancro

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

Women for Oncology Italy - il network a sostegno delle professioniste dell’oncologia italiana - promuove il ruolo sociale del cinema nella lotta contro il cancro, nell’ambito della prima edizione del Bardolino Film Festival, nella magica cornice del Lago di Garda.


Women for Oncology Italy - il network a sostegno delle professioniste dell’oncologia italiana - ha promosso il ruolo sociale del cinema nella lotta contro il cancro, nell’ambito della prima edizione del Bardolino Film Festival, nella magica cornice del Lago di Garda. 

Si tratta di un festival polivalente, organizzato dal Comune di Bardolino e con il patrocinio di Regione Veneto e Women for Oncology Italy, tenutosi dal 16 al 20 giugno. Un calendario fitto di eventi dove Rossana Berardi, in qualità di Presidente di Women for Oncology Italy e a nome dell’Associazione, ha premiato questo fine settimana “Cosa sarà”, film italiano del 2020, diretto da Francesco Bruni e che vede in qualità di attori Kim Rossi Stuart, Raffaella Lebboroni, Nicola Nocella, Lorenza Indovina, Barbara Ronchi. Il film è un racconto autobiografico del regista, in passato affetto da leucemia e pone il tema del paziente oncologico al centro, senza cadere nella retorica.

Ancora una volta Women for Oncology Italy è in prima linea per favorire una diffusa sensibilizzazione e conoscenza nei confronti delle malattie oncologiche. “Un plauso al comune di Bardolino e all’Assessore Domenica Currò per aver organizzato un festival in cui con linguaggio cinematografico si celebra la “ripartenza” dopo un lungo e difficile periodo di pandemia. Women for Oncology ha immediatamente accolto l’invito a patrocinare l’iniziativa e a consegnare il premio concesso da GSK al regista e agli attori del film “Cosa sarà”. Crediamo infatti nel potere della comunicazione anche cinematografica per far crescere la sensibilità sulle tematiche oncologiche e per portare l’attenzione verso il paziente oncologico, reso ancor più fragile e a rischio in questo periodo pandemico e verso gli operatori sanitari che hanno sempre continuato a lavorare con grande spirito di dedizione. Il cinema ci insegna che qualunque sia la trama che ci troviamo a vivere, noi possiamo comunque e sempre scrivere la sceneggiatura”, ha sottolineato Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy, ordinario di Oncologia all’Università Politecnica delle Marche e direttrice della Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

BARDOLINO CRU: LE TRE SOTTOZONE “RITROVATE” DOPO UN SECOLO SI SVELANO ALLA GRAN GUARDIA DI VERONA


AL VIA L'ULTIMA VENDEMMIA DEL “VECCHIO BARDOLINO”


Correlazione Cancro TEV Daiichi Sankyo Italia presenta la ricerca MediPragma


Futuro in Rosa, Roma 20 giugno 2017, Tumori femminili. Prevenzione e ricerca


CHIARETTO DI BARDOLINO: VERONA E IL GARDA RIPARTONO CON UN’ESTATE MUSICALE IN ROSA


Cancro e Covid: il grido d’allarme dei pazienti e delle loro Associazioni Contro l’emergenza oncologica serve subito un nuovo Piano Nazionale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Oncologia: nello scenario della malattia oligometastatica, l’obiettivo è la guarigione “Oggi esistono molti esempi, come tumori del polmone con metastasi cerebrali che guariscono”.

23 luglio 2021 - In Italia ogni anno circa 270mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. 23 luglio 2021 - In Italia ogni anno circa 270mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo.Da qui la proposta di Paolo Pronzato, Direttore Oncologia Medica IRCCS San Martino, Genova e Coordinatore DIAR Oncoematologia Regione (continua)

ONCOnnection “Potenziare la figura del case manager come interfaccia tra il paziente e i membri del team multidisciplinare per garantire il corretto funzionamento del percorso di cura”

22 luglio 2021 – Sono 270 mila le persone colpite dal cancro in Italia ogni anno, di questi, fortunatamente, una metà vince la battaglia e l’altra riesce a vivere per un bel po' di tempo. 22 luglio 2021 – Sono 270 mila le persone colpite dal cancro in Italia ogni anno, di questi, fortunatamente, una metà vince la battaglia e l’altra riesce a vivere per un bel po' di tempo. Per affrontare però i problemi esistenti, è imprescindibile sia attivare reti oncologiche regionali per rendere omogeneo l’accesso alle cure ai pazienti su tutto il territorio nazionale sia accelerare l’uso della (continua)

Women for Oncology Italy al fianco delle donne per abbattere i muri delle differenze di genere

22 luglio 2021 - Si è tenuto nei giorni scorsi a Roma il “W20 Rome Summit”. Per tre giorni i diritti delle donne sono stati al centro del dibattito politico. Noi di Women for Oncology Italy, che da anni portiamo avanti la nostra battaglia contro il gender gap, plaudendo all’iniziativa, chiediamo che ora i riflettori non si spengano sulle tematiche che sono state trattate. 22 luglio 2021 - Si è tenuto nei giorni scorsi a Roma il “W20 Rome Summit”. Per tre giorni i diritti delle donne sono stati al centro del dibattito politico. Noi di Women for Oncology Italy, che da anni portiamo avanti la nostra battaglia contro il gender gap, plaudendo all’iniziativa, chiediamo che ora i riflettori non si spengano sulle tematiche che sono state trattate.Abbiamo apprezzato mo (continua)

Invito stampa - La nuova riforma sanitaria lombarda. Diamo voce agli operatori, alle associazioni e ai cittadini - 23 luglio 2021, Ore 11

venerdì 23 luglio, dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar: ‘La nuova riforma sanitaria lombarda. Diamo voce agli operatori, alle associazioni e ai cittadini’, organizzato da Motore Sanità. venerdì 23 luglio, dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar: ‘La nuova riforma sanitaria lombarda. Diamo voce agli operatori, alle associazioni e ai cittadini’, organizzato da Motore Sanità. Se il progetto di riforma cerca di salvare una parte dell’impianto della legge 23 coniugandola con il PNRR, da definire rimangono i modelli organizzativi con cui riempire le strutture (continua)

Vacanze all’estero sì o no? Chi rischia di più 5milioni di 60enni non vaccinati, giovani nel mirino per la variante Delta, una buona parte di italiani (il 35%) che non intende vaccinarsi: “così stiamo andando a schia

21 luglio 2021 - Questione vacanze estive: sia che si rimanga in Italia, sia che si vada all’estero, i media non sono molto tranquillizzanti in merito a quello che è l’andamento epidemiologico del Sars-Cov-2. Se da una parte l’Europa si è organizzata per avere una uniformità di atteggiamento, che però varia di giorno in giorno, più complicata è la situazione al di fuori dell’Europa, con addirittura la Farnesina che scoraggia le vacanze all’estero. 21 luglio 2021 - Questione vacanze estive: sia che si rimanga in Italia, sia che si vada all’estero, i media non sono molto tranquillizzanti in merito a quello che è l’andamento epidemiologico del Sars-Cov-2. Se da una parte l’Europa si è organizzata per avere una uniformità di atteggiamento, che però varia di giorno in giorno, più complicata è la situazione al di fuori dell’Europa, con (continua)