Home > Ambiente e salute > Airius, i sistemi di purificazione dell’aria basati sulla destratificazione con la tecnologia Phi Cell, a fotoidroionizzazione

Airius, i sistemi di purificazione dell’aria basati sulla destratificazione con la tecnologia Phi Cell, a fotoidroionizzazione

scritto da: Valeria Rastrelli | segnala un abuso

Airius, i sistemi di purificazione dell’aria basati sulla destratificazione con la tecnologia Phi Cell, a fotoidroionizzazione

Per la casa e le attività commerciali, tra efficienza e risparmio energetico, Airius PureAir neutralizza fino al 99% di odori, batteri e virus, rappresentando un valido alleato anche e soprattutto contro il Covid


Airius è un’azienda statunitense leader nella tecnologia di “destratificazione” specializzata nella progettazione e nella produzione di dispositivi che intervengono sull’ambiente attraverso un’avanzata combinazione di ricerca e sviluppo e l’utilizzo dei migliori componenti.

Fondata nel 2004, Airius ha rivoluzionato il mercato con le sue soluzioni di destratificazione termica, che consentono il bilanciamento delle temperature rimettendo in circolo il calore accumulatosi negli strati alti dell’aria, sospingendolo poi verso il basso; il calore viene quindi ridistribuito riducendo il carico di lavoro del sistema di riscaldamento. Ciò vale anche per i sistemi di raffreddamento: attraverso un ricircolo continuo, l’aria fredda più pesante e più densa viene distribuita uniformemente nello spazio nella sua interezza, assicurando così un bilanciamento termico efficace.

 

 

All’interno di edifici pubblici, commerciali e privati, la tecnologia brevettata, insieme a un motore tedesco e una bocchetta Venturi, garantisce una performance impareggiabile e un risparmio energetico annuale dal 20% fino a oltre il 50%.

Con un ampio e prestigioso portafoglio clienti che include marchi come Boots, British Airways, Mercedes, Morrisons e molti altri, Airius è nel mercato con due tipologie di prodotto: Airius PureAir Home, i sistemi dedicati alle abitazioni, e Airius PureAir Commercial, progettati per contesti commerciali

Gli apparecchi della gamma Airius PureAir migliorano in maniera significativa la qualità dell’aria interna (IAQ) riducendo virus, batteri, gas, VOC (composti organici volatili) muffa e odori fino ad oltre il 99%, mentre la loro avanzata tecnologia di ossidazione lascia l’aria fresca, pulita e libera da odori. Il sistema di ventilazione incorpora la più avanzata tecnologia PHI (fotoidroionizzazione) cell proveniente da RGF environmental, leader di mercato per la purificazione di aria, acqua e cibo, per neutralizzare in modo efficiente ed efficace i virus, batteri, muffa e gli altri agenti contaminanti presenti nell’ambiente e sulle superfici.

La cella PHI utilizza una luce ad ampio spettro di un’efficiente lampada UV, proiettata su di una superficie catalitica quadrimettalica idratata ed emette “idroperossidi ionizzati”, i quali agiscono come purificanti naturali che vengono irradiati attraverso il flusso d’aria del ventilatore e circolano negli spazi provvedendo a una purificazione continua 24h/24h e 7 giorni su 7.

In Italia gli apparecchi Airius sono distribuiti da Airius Italia. Per info: www.airiusitalia.it

purificatori | covid | sanificatori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’inedita collaborazione tra i due musicisti Armando Corsi e Mauro Culotta partirà dal Rodizio del Pian dei Grilli: due grandi anime unite per una serata di musica indimenticabile


Strategie di pricing per dropshipping: come determinare i tuoi prezzi nel 2021


L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


COMFORT TECHNOLOGY IN TOUR: UN GIRO LUNGO UN ANNO ATTRAVERSO L’ITALIA PER FARE INFORMAZIONE E FORMAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA


Mostra di pittura "Tra la Luce e la Musica" di Natalia Mancini - Festival internazionale delle Orchidee


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

NDC Green by Nastrificio di Cassano: etichette e tag responsabili e certificati danno voce alla sostenibilità nel rispetto dell’ambiente

NDC Green by Nastrificio di Cassano: etichette e tag responsabili e certificati danno voce alla sostenibilità nel rispetto dell’ambiente
La sostenibilità al 100% vive nel minimo dettaglio, a partire dall’etichetta, l’unico elemento in grado di raccontare la responsabilità. Esattamente per questo motivo, per essere un ‘ambasciatore’ realmente credibile, l’etichetta o il tag deve essere essa stessa responsabile. È per questo motivo che Nastrificio di Cassano ha creato NDC Green, il range premium, Made in Italy e interamente tracciabile che garantisce i più alti standard qualitativi nel rispetto del Pianeta. “La sostenibilità non è un capriccio o una moda. Ma l’unica soluzione e la prima priorità che il consumatore contemporaneo si pone prima di acquistare un capo, è verificare subito l’etichetta.” Commenta Lorenzo Ferraris, R&D di Nastrificio di Cassano. “Da sempre continuiamo a sperimentare e innovare per dare voce, valore, credibilità e coerenz (continua)

S DI SANREMO, MA ANCHE S DI SOSTENIBILITÀ: Gio Evan di scena a Sanremo sceglie gli abiti di Waxewul realizzati con gli esclusivi tessuti made in Italy BemBAZIN™ di Brunello, che uniscono i vivaci colori tipici dell’Afric

S DI SANREMO, MA ANCHE S DI SOSTENIBILITÀ: Gio Evan di scena a Sanremo sceglie gli abiti di Waxewul realizzati con gli esclusivi tessuti made in Italy BemBAZIN™ di Brunello, che uniscono i vivaci colori tipici dell’Afric
Bellezza, innovazione, sostenibilità e impegno sociale: insieme nella moda si può, solo se si uniscono tutte le possibili dimensioni: l’arte e la giusta comunicazione da parte di un giovane cantante come Gio Evan, lo stile, grazie a designer di nuova generazione come Waxewul, che alla base ha un processo creativo indipendente, etico e con uno sguardo anche al sociale, mettendo al centro un paese come l’Africa e i suoi preziosi tessuti di indubbia bellezza, e materiali di elevata qualità grazie alla vision e al know-how di aziende impegnate e dalla produzione made in Italy, come Brunello, che utilizza la fibra Bemberg™ di Asahi Kasei, creando prodotti innovativi, creativi e sostenibili. Ed è così che il tradizionale tessuto damascato africano BemBAZIN™, dai colori accesi e vibranti, è stato scelto da Gio Evan per quattro serate a Sanremo. I completi camicia, giacca e bermuda sono del brand Waxewul di Francesca Cosentino e arricchiti da una serie di caratteristiche di performance e sostenibilità grazie a Brunello, dal 1927produttore di tessuti nell’omonimo comune alle porte (continua)