Home > Primo Piano > Mattia Pisanello, arbitro di calcio: Il sogno è arrivare in serie A

Mattia Pisanello, arbitro di calcio: Il sogno è arrivare in serie A

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

Mattia Pisanello, arbitro di calcio: Il sogno è arrivare in serie A

Lo sport è un’opportunità per conoscere se stesso, conoscere l’altro, conoscere regole, apprendere dall’esperienza. A volte non basta praticare sport ma si vuol anche cambiare ruolo come per esempio diventare allenatore, dirigente, arbitro. Di seguito Mattia racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande. Quando ti sei sentito campione nello sport? “Mi sono sentito campione nello sport all'esordio in ogni nuova categoria, dai giovanissimi provinciali alla prima categoria (attuale categoria di appartenenza). L'esperienza più soddisfacente è stata arbitrare la finale di giovanissimi provinciali nel 2019, dopo solo 1 anno di arbitraggio effettivo, la partita più bella invece è stata arbitrare uno scontro diretto per la qualificazione ai play-off di Prima Categoria con sugli spalti circa 1500 spettatori”.


Dal 2018 la mia passione si è consolidata nel calcio

Matteo SIMONE

380-4337230 - 21163@tiscali.it

 

Lo sport è un’opportunità per conoscere se stesso, conoscere l’altro, conoscere regole, apprendere dall’esperienza. A volte non basta praticare sport ma si vuol anche cambiare ruolo come per esempio diventare allenatore, dirigente, arbitro.

Di seguito Mattia racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande.

Quando ti sei sentito campione nello sport?Mi sono sentito campione nello sport all'esordio in ogni nuova categoria, dai giovanissimi provinciali alla prima categoria (attuale categoria di appartenenza). L'esperienza più soddisfacente è stata arbitrare la finale di giovanissimi provinciali nel 2019, dopo solo 1 anno di arbitraggio effettivo, la partita più bella invece è stata arbitrare uno scontro diretto per la qualificazione ai play-off di Prima Categoria con sugli spalti circa 1500 spettatori”.

 

Arbitrare una partita prendendo decisioni importanti richiede grandi capacità di osservazione, fermezza, autorevolezza, con tanta gente che guarda seduta comoda dietro gli spalti pronta a giudicare nel caso le decisioni arbitrali non vengano condivise.

Qual è stato il tuo percorso nello sport?Mi è sempre piaciuto lo sport sin da bambino. Ho praticato nuoto per 3 anni, calcio per 7 anni e muay thai per 1 anno. Dal 2018 la mia passione si è consolidata nel calcio, successivamente al conseguimento della tessera federale per l'AIA”.

Cosa pensano familiari e amici della tua attività sportiva?I miei familiari e amici condividono la mia passione e sono soddisfatti dei miei risultati”.

Che significa per te praticare attività fisica?Praticare attività fisica significa sentirsi bene, avere delle soddisfazioni e staccare la spina dalla routine quotidiana”.

 

Praticare sport significa occuparsi di se stessi, svagarsi, mettersi in gioco, avere una passione e motivazione per potersi impegnare costantemente in allenamento e gara.

A cosa devi prestare attenzione nella pratica del tuo sport?La mia persona all'interno del campo di gioco è autorevole, ferma sulle proprie decisioni, convincente ed eloquente. Bisogna stare attenti a non risultare volgari e autoritari, affinché il ruolo del direttore di gara rimanga sempre rispettato nella gara da effettuare e nelle successive”.

 

L’arbitro deve possedere caratteristiche di elevata consapevolezza, fermezza, autorevolezza, deve saper osservare e notare se stesso, gli atleti, le dinamiche tra di loro, lo spazio, l’ambiente, il contesto, anche il pubblico.

L'evento sportivo dove hai sperimentato le emozioni più belle?L'evento sportivo in cui mi sono emozionato di più è stato quello in cui erano presenti più spettatori allo stadio, il clima, la pressione e la passione per il calcio sono state il mix perfetto di emozioni”.

 

Essere in campo e giudicare circa 22 giocatori che si battono tra di loro procura una forte responsabilità, apprensione, tensione, ma anche tanta voglia di far bene, farsi rispettare, mettere in chiaro le regole del gioco.

Come hai superato eventuali crisi, sconfitte, infortuni, COVID?Non ho mai avuto momenti critici nella mia carriera, mai un voto basso o un infortunio grave, per questo posso ritenermi fortunato del mio iter”.

Cosa hai scoperto di te stesso nel praticare attività fisica? Praticando sport ora mi sento un uomo sicuro delle sue decisioni, pronto ad affrontare qualsiasi situazione e prendere delle decisioni importanti anche in un frangente di tempo molto ristretto. Mi sento un uomo responsabile, autorevole e maturo sotto tutti gli aspetti”.

 

Fare bene significa aver studiato e essersi impegnato con passione, costanza, determinazione e ciò procura fiducia e resilienza nello sport e nella vita.

Hai un riferimento? Ti ispiri a qualcuno?I miei modelli all'interno del mondo dell'arbitraggio sono tanti, a partire dalla mia sezione dove un esempio per i giovani e per me in particolare era l'arbitro Daniele De Santis, deceduto nello scorso settembre. Tutti coloro che mi sono stati vicini nel corso della mia carriera e che mi hanno dato dei consigli per crescere sono dei modelli da seguire per me”.

 

È importante riferirsi a qualcuno, partire da modelli di riferimento di persone che hanno fatto bene il proprio lavoro e continuare a far bene credendoci e apprendendo sempre sia dall’esperienza che da eventuali corsi di aggiornamento.

Una parola o una frase che ti aiuta a crederci e impegnarti?Il motto della sezione di Lecce, la mia sezione, è ‘il meglio deve ancora venire’".

 

È importante credere di poter far sempre meglio e che la vita continua con nuovi progetti, mete, obiettivi da portare a termine e sogni da trasformare in realtà

Prossimi obiettivi e sogni realizzati e da realizzare?Il sogno è arrivare in serie A, però per ogni sogno ci sono degli step intermediari e dei tempi da seguire, per questo il mio prossimo obbiettivo sarà la Promozione, successivamente l'Eccellenza e così via, fino alla massima serie”.

 

La vita è fatta di step, esami, passaggi, percorsi per arrivare dove vogliamo nel miglior modo possibile per assaporare gioie e soddisfazione dopo momenti e periodi anche di fatica che viene considerata amica e necessaria.

Quanto credi in te stesso? Credo molto in me stesso, è la forza maggiore che mi fa andare avanti senza grossi problemi”.

 

 

Matteo SIMONE 380-4337230 - 21163@tiscali.it  

Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

https://ilsentieroalternativo.blogspot.com/

http://www.unilibro.it/libri/f/autore/simone_matteo


Fonte notizia: http://www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/pubblicazione.html?item=9788825528275


arbitro di calcio | Il sogno | serie A |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

OLTRAGGIANO GLI ABITI CON URINA E LIQUIDO SEMINALE


I Pronostici Sul Calcio Inglese Da Non Perdere


Scommesse Di Calcio, Oggi, Il Modo Migliore Per Entrare A Far Parte Del Mondo Del Betting


Pronostici Di Calcio Di Serie B In Rete, Ecco Le Migliori Scelte


I Pronostici Di Calcio Di Serie B, Perché È Importante Seguirli Sempre


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il 26 settembre 2021 avrà luogo la I^ 50 Km Ultramaratona del Gargano

Il 26 settembre 2021 avrà luogo la I^ 50 Km Ultramaratona del Gargano
Domenica 26 settembre 2021 avrà luogo, con partenza da Monte Sant’Angelo (FG) e arrivo a Vieste (FG), la I^ 50 Km Ultramaratona del Gargano Trofeo Cristalda e Pizzomunno. http://www.fidal.it/calendario/I%5E-50-Km-Ultramaratona-del-Gargano/COD8737 Trattasi di una manifestazione Nazionale inserita nel Calendario Nazionale FIDAL, valida quale prova del 19° Grand Prix IUTA di Ultramaratona, dei Criterium Regionali Fascia Sud e Campionato Italiano IUTA 2021 di 30 miglia. Campionato Italiano IUTA 2021 di 30 migliaMatteo SIMONE21163@tiscali.it Domenica 26 settembre 2021 avrà luogo, con partenza da Monte Sant’Angelo (FG) e arrivo a Vieste (FG), la I^ 50 Km Ultramaratona del Gargano Trofeo Cristalda e Pizzomunno.http://www.fidal.it/calendario/I%5E-50-Km-Ultramaratona-del-Gargano/COD8737Trattasi di una manifestazione Nazionale inserita nel Calendario Nazional (continua)

Se vuoi raggiungere ottimi risultati, fai attenzione anche ai piccoli dettagli

Se vuoi raggiungere ottimi risultati, fai attenzione anche ai piccoli dettagli
Nelle cose che fai, se vuoi raggiungere ottimi risultati, oltre alla passione fai attenzione anche ai piccoli dettagli. Lo dice anche Paulo Coelho nel “Manual del guerrero de la luz”. Lo sport fa prendere direzioni per raggiungere traguardi, mete e obiettivi difficili, sfidanti ma non impossibili superando eventuali imprevisti lungo il percorso con fiducia in sé, con impegno, motivazione, passione e determinazione. Gli obiettivi si possono perseguire con piacere, passione, motivazione, impegno. Il talento non basta per raggiungere l’eccellenza, l’impegno è di rilevanza fondamentale. Matteo SIMONE 21163@tiscali.it  Nelle cose che fai, se vuoi raggiungere ottimi risultati, oltre alla passione fai attenzione anche ai piccoli dettagli. Lo dice anche Paulo Coelho nel “Manual del guerrero de la luz”. Lo sport fa prendere direzioni per raggiungere traguardi, mete e obiettivi difficili, sfidanti ma non impossibili superando eventuali imprevisti lung (continua)

Marco Visintini, Campione Italiano 2021 corsa su strada 24 ore 245,193 km

Marco Visintini, Campione Italiano 2021 corsa su strada 24 ore 245,193 km
Si è svolto a Biella tra sabato 26 e domenica 27 marzo 2021 il campionato italiano 24 ore di corsa su strada nell’ambito della BI.Ultra 6.24, organizzata dalla Pietro Micca Biella Running su un percorso di 1000 metri. Marco Visintini (U.S. Aldo Moro) ha vinto la gara correndo 245,193 km nelle 24 ore ed è il nuovo Campione Italiano precedendo Matteo Grassi (Spirito Trail) che si aggiudica l’argento con 241,264 km, a seguire il bulgaro Emil Pavlov Genov con 240,428 km e Tiziano Marchesi (Runners Bergamo) che si aggiudica il bronzo con 232,315 km. Matteo SIMONE Si è svolto a Biella tra sabato 26 e domenica 27 marzo 2021 il campionato italiano 24 ore di corsa su strada nell’ambito della BI.Ultra 6.24, organizzata dalla Pietro Micca Biella Running su un percorso di 1000 metri.Marco Visintini (U.S. Aldo Moro) ha vinto la gara correndo 245,193 km nelle 24 ore ed è il nuovo Campione Italiano precedendo Matteo Grassi (Spirito Trail) c (continua)

Alessandra Giacobbe: Continuare a correre e a sorridere in piena libertà

Alessandra Giacobbe: Continuare a correre e a sorridere in piena libertà
Lo sport a volte diventa una vera passione che permette di essere felici e sereni sperimentando libertà in giro per strade, parchi e piste. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Alessandra Giacobbe (Sempredicorsa ASD) attraverso risposte ad alcune mie domande. La corsa aiuta a trovare soluzioni e risposte nel silenzio della fatica Matteo SIMONE380-4337230 - 21163@tiscali.it Lo sport a volte diventa una vera passione che permette di essere felici e sereni sperimentando libertà in giro per strade, parchi e piste.Di seguito approfondiamo la conoscenza di Alessandra Giacobbe (Sempredicorsa ASD) attraverso risposte ad alcune mie domande.Quando ti (continua)

Peter Van Der Zon, ultratrail: Le gare che vado a podio mi danno davvero fiducia

Peter Van Der Zon, ultratrail: Le gare che vado a podio mi danno davvero fiducia
Il 25 giugno 2021, Peter Van Der Zon (Hoka One One) si classifica al 4° posto alla “La Sportiva Lavaredo Ultra Trail - Lavaredo Ultra Trail 120 km / 5760 m+” in 13h03’30”. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Peter attraverso risposte ad alcune mie domande. Ti sei sentito campione almeno un giorno? Sì, la prima volta che ho vinto una gara internazionale, e potevo anche partecipare ai campionati del mondo (era anche una gara di qualificazione per i campionati del mondo per far parte della squadra olandese). The races i run on the podium really give me confidenceMatteo SIMONEPsicologo, Psicoterapeuta Il 25 giugno 2021, Peter Van Der Zon (Hoka One One) si classifica al 4° posto alla “La Sportiva Lavaredo Ultra Trail - Lavaredo Ultra Trail 120 km / 5760 m+” in 13h03’30”.Di seguito approfondiamo la conoscenza di Peter attraverso risposte ad alcune mie domande.Ti sei sentito campione almeno un g (continua)