Home > Sviluppo sostenibile > L’Europa produrrà batterie ultra performanti e sostenibili per rispondere alla domanda in crescita di 14 volte al 2030. I risultati dell’indagine Protolabs “In Charge”

L’Europa produrrà batterie ultra performanti e sostenibili per rispondere alla domanda in crescita di 14 volte al 2030. I risultati dell’indagine Protolabs “In Charge”

scritto da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

L’Europa produrrà batterie ultra performanti e sostenibili per rispondere alla domanda in crescita di 14 volte al 2030. I risultati dell’indagine Protolabs “In Charge”

L’Indagine Protolabs “In Charge” ha intervistato 201 aziende di 7 paesi europei, 30 delle quali italiane, operanti nel settore elettrico, suddivise in aziende produttrici di batterie al Litio, aziende produttrici di componenti per batterie, produttori di sistemi di accumulo diversi dal Litio, produttori di veicoli elettrici e automobili, produttori di sistemi ad energia solare, metà delle quali fatturano più di 200 milioni di Euro all’anno.


L’urgenza è il comun denominatore che emerge dall’indagine: entro il 2030 il 70% delle auto vendute sarà elettrico e questo richiede un nuovo approccio alla produzione per far fronte alla crescente domanda in così poco tempo. Nell’immediato va ripensata la supply chainl’80% degli intervistati dichiara che entro 12 mesi avvicineranno la supply chain agli stabilimenti di produzione per far fronte alla crescente domanda. L’82% dichiara che in meno di un anno presenterà nuove batterie con una tecnologia alternativa agli ioni di Litio. E i tempi potranno essere rispettati perché i 4 quinti degli intervistati si avvarranno o amplieranno la capacità produttiva interna grazie alla manifattura additiva. E per fare tutto questo per più di metà dei rispondenti è necessario il supporto degli Stati attraverso investimenti e defiscalizzazione, come peraltro messo in evidenza dal piano da 2,9 miliardi di euro della Commissione Europea per il sostegno alla ricerca e innovazione nel campo delle batterie.

Ma non solo. L’indagine ha infatti puntato i riflettori sulle capacità proprie dell’industria di crescere in così poco tempo. Sono infatti emersi tre pilastri su cui il settore fonda le basi per lo sviluppo futuro: la consapevolezza di poter attrarre e mantenere talenti – solo il 16% dovrà selezionare una parte del personale al di fuori della EU – la capacità di entrare velocemente in nuovi mercati e disegnare prodotti fortemente innovativi.  

A ben guardare, combinando i risultati di quest’indagine alle recenti notizie sull’approvazione e la consegna del piano Next Generation EU da parte della Commissione Europea all’Italia, il futuro che si sta allineando sembra sgombero da nuvole: 220 miliardi di euro disponibili per l’Italia per investimenti nella green economy, nella digitalizzazione dell’industria e nella mobilità elettrica che trovano parte dei settori industriali più coinvolti già pronti a raccogliere la sfida. E un ultimo dato che emerge è particolarmente importante, soprattutto in questo momento dove la carenza di materie prime sta portando i prezzi alle stelle: su questo i due terzi degli intervistati sono d’accordo, vi è l’urgente necessità di riciclare di più, sia per raggiungere prima gli obiettivi di ESG – Environmental, Social, Governance – sia per ottenere materia prima riutilizzabile, in altre epoche destinata alle discariche.

“La pandemia sembra attenuarsi e questo sta portando ad una repentina e crescente domanda globale di materie prime, di semilavorati e trasporti. L’industria delle batterie, oltre a dover far fronte all’immediato, deve crescere in fretta se si vogliono rispettare gli obiettivi al 2025 per cui i rischi legati alla supply chain sono in qualche modo ampliati. L’industria sta trovando alcune soluzioni, tra cui il reshoring di alcune attività, la rilocalizzazione della supply chain, il riciclo di materiali e la manifattura additiva e on demand per rispondere velocemente alle esigenze di flessibilità produttiva e del time to market dei nuovi prodotti”, ha commentato Matteo Carola, Country Manager per l’Italia di Protolabs.

Nonostante le (poche) nuvole all’orizzonte, l’industria dei sistemi di accumulo elettrico in Europa pare sia avviata ad uno sviluppo impressionante, combinato disposto tra la sua capacità di competere e il supporto pubblico ad un mondo più sostenibile.

L’indagine è disponibile in inglese al seguente link: https://ottenere.protolabs.it/batteries/in-charge/

****

PROTOLABS Protolabs è il produttore più rapido al mondo di prototipi customizzati e pezzi di serie in volumi ridotti realizzati mediante tecnologie digitali. Protolabs si avvale di sistemi altamente tecnologici impiegando processi avanzati di stampa 3D, lavorazione CNC e stampaggio a iniezione per fabbricare i pezzi in pochi giorni. Il risultato è una rapidità di immissione sul mercato eccezionale a disposizione dei progettisti e degli ingegneri di tutto il mondo.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

9barista con Protolabs per la caffettiera “a propulsione”


Batterie pc portable Asus C22-UX31


Cos'è la Sindrome Charge


Batterie compatible pour ASUS C23-UX32


Batterie pour portable Dell Vostro 3560


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CODERBLOCK RENDE IMMERSIVO IL SUMMIT INTERNAZIONALE WOMENX IMPACT (FICO EATALY WORLD, 18-21 NOVEMBRE 2021)

CODERBLOCK RENDE IMMERSIVO IL SUMMIT INTERNAZIONALE WOMENX IMPACT (FICO EATALY WORLD, 18-21 NOVEMBRE 2021)
Grazie alla tecnologia 3D ideata da Coderblock, la tre giorni dedicata alle donne leader di oggi e di domani sarà fruibile anche attraverso un’esperienza innovativa e coinvolgente WomenX Impact sceglie Coderblock per offrire al pubblico del summit in programma dal 18 al 20 novembre 2021 al FICO Eataly World di Bologna la possibilità di parteciparvi in maniera totalmente immersiva senza muoversi da casa o dall’ufficio, ma seguendo ogni minuto dell’evento interamente dedicato alla leadership femminile e al futuro del lavoro. Grazie (continua)

Nasce DEC - Digital Event Creator, il primo corso di formazione nel settore degli eventi digitali in Italia (in streaming e in presenza a Firenze)

Nasce DEC - Digital Event Creator, il primo corso di formazione nel settore degli eventi digitali in Italia (in streaming e in presenza a Firenze)
Al via il 2-3 e 4 novembre online e in presenza al Novotel Firenze Nord Aeroporto DEC - Digital Event Creator, il primo percorso percorso formativo per creare eventi digitali omnichannel. Un corso unico nel suo genere ed indispensabile per progettare al meglio un evento digitale in tutte le sue fasi. Cinque le borse di studio previste.  L’idea nasce dall’esperienza di Antonio Meraglia, dal oltre 20 anni nel campo del web marketing e da 30 nell'ambito della produzione video. Meraglia ha lavorato con i più importanti network televisivi nazionali ed è autore del libro Video Marketing Strategico, Flaccovio Editore. Fondatore delle aziende Altavista, Stravideo e Viatattica è uno dei pionieri della formazione online, co (continua)

COVID 19 E HIV IN”CONSAPEVOLE”

COVID 19 E HIV IN”CONSAPEVOLE”
Fondazione Foresta Onlus promuove la prevenzione alla salute nei giovani al Future Vintage Festival  Padova, 8 settembre 2021Comunicato stampa Nella lotta contro l’epidemia Covid 19, le nuove evidenze scientifiche pubblicate dal Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie hanno dimostrato come i nuovi test antigienici di ultima generazione consentono di raggiungere esiti sovrapponibili ai test molecolari. Visti gli ottimi risultati, in contesti ad elevata trasmissi (continua)

MOSTRA DEL CINEMA, DOMENICA LA CONSEGNA DEI DRAGHI D’ORO DI SIDE ACADEMY

MOSTRA DEL CINEMA, DOMENICA LA CONSEGNA DEI DRAGHI D’ORO DI SIDE ACADEMY
Gala di premiazione dei migliori studenti dell’accademia veronese del 3D, sul palco il premio Oscar Sarah Arduini. Il prestigioso evento cade in un anno di continua crescita, destinato a culminare con l’apertura del nuovo campus di Peschiera del Garda La Biennale Cinema 2021 segnerà il debutto, sfavillante e spettacolare, dei Draghi d'Oro attribuiti dalla Side Academy di Verona ai suoi migliori studenti. Per sapere chi li ha vinti, appuntamento a domenica 5 settembre, ore 11, nello spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo, la sala Tropicana 1 dell'hotel Excelsior, al lido di Venezia. Simpaticamente "focosi", ma anche evocativi di (continua)

Nasce a Padova la prima accademia italiana di cybersecurity

Nasce a Padova la prima accademia italiana di cybersecurity
A settembre 25 “hacker buoni” saranno pronti a difendere imprese ed enti pubblici dalle incursioni informatiche. Il progetto vede la partecipazione di Fòrema, ente di formazione di Assindustria Venetocentro, Corvallis e Swascan. È l’ultimo step di un percorso ITS residenziale partito 2 anni fa che si conclude con una Summer School per Cyber-security Manager. PADOVA. Se la digitalizzazione ha condotto ad una gestione più smart il lavoro, dall’altro le imprese e gli enti pubblici sono ora sempre più esposti al rischio d’incursioni informatiche dei pirati del web, i cosiddetti “hacker”, in grado di violare i sistemi delle aziende, sottraendo dati, danneggiando i software e i relativi processi produttivi. Un problema serio, che mai come ora si è fatto sem (continua)