Home > Esteri > L'arresto di un terrorista dell'Isis in Grecia grazie all'aiuto del Intelligence del Marocco

L'arresto di un terrorista dell'Isis in Grecia grazie all'aiuto del Intelligence del Marocco

scritto da: FLM | segnala un abuso

   L'arresto di un terrorista dell'Isis in Grecia grazie all'aiuto del Intelligence del Marocco

l'Europa dovrebbe impegnarsi di più' nel dare sostegno a Rabat che si trova al centro della strategia europea per la lotta al terrorismo grazie al partnership tra di loro. L'impegno del Marocco è stato da sempre proattivo ad intercettare e prevenire attacchi.


Secondo la media, sulla base dell'informazione fornite dai servizi di sicurezza di Rabat, tramite la Direzione Generale degli Studi e della Documentazione, e la Direzione Generale della Sorveglianza Territoriale, i servizi della Grecia hanno arrestato un cittadino marocchino di 28 anni, veniva dalla Seria, e che ricopriva incarichi di responsabilità all'interno delle brigate operative all'Isis in Siria.

Inoltre, la cattura del cittadino marocchino è stato grazie alla collaborazione e lo scambio dell'informazioni svolte nella materia della sicurezza tra Marocco , la Grecia, l'Italia, Gran Bretagna, e Stati Uniti.

Tuttavia, sulla data base del Interpol, il terrorista era oggetto di un mandato di cattura al livello internazionale emesso dalle autorità giudiziarie marocchine, per i suoi progetti terroristici su larga scala e operazioni sovversive in Marocco, e su iniziativa dell'ex portavoce dell'organizzazione terroristica dell'Isis.

Il catturato, il cui alias è Abu Mohamed Al Fateh era entrato nelle fila dell'organizzazione terroristica in Siria nel 2014, prima di assumere importanti missioni all'interno della cosiddetta brigate speciale nella regione di Deir ez zor e della polizia religiosa ovvero di Racca, secondo la stessa fonte, aggiungendo che il sospettato era apparso in un video.

Vale la pene menzionare che il sospettato era riuscito a sfuggire dalle zone di guerra sotto il controllo dello Stato Islamico verso la Grecia con falsi documenti d'identità, prima di essere identificato.

Per il momento, la Grecia ha avvisato le autorità competente di Rabat, e in corso il coordinamento per poter mandare il sospettato dopo una richiesta ufficiale di estradizione.

Si precisa che il Marocco è il paese più' sicuro del Nord Africa, lo conferma il Global Terrorism Index 2018, la strategia antiterrorismo di Rabat ha ricevuto elogi da diverse potenze internazionali, che l'hanno definita un esempio da quale imparare.

Nel Country Report on Terrorism, il dipartimento di Stato Americano ha lodato gli sforzi del Marocco nella lotta alle minacce terroristiche al livello internazionale. Dall'attentato terroristico di Marrakech dell'aprile 2011, il sistema di sicurezza modernizzato del Marocco è divenuto un baluardo internazionale contro la radicalizzazione e il crimine organizzato.

E' raggiunta l'ora che l'Europa dovrebbe impegnarsi di più' nel dare sostegno a Rabat che si trova al centro della strategia europea per la lotta al terrorismo grazie al partnership tra di loro. L'impegno del Marocco è stato da sempre proattivo ad intercettare e prevenire attacchi.

Il ruolo molto attivo del Marocco nella lotta antiterrorismo a livello internazionale e anche regionale la presente come un partner privilegiato con il quale l'Europa deve mantenere un stretto legame. Questi rapporti di collaborazione per la sicurezza di ogni paese dell'unione europea , al di la di considerazioni politiche, i paesi europei devono trattare queste relazioni con il Marocco in modo obiettivo che promuova questi interessi in modo equilibrato e l'aspetto della sicurezza deve essere in prima lignea.

Forum Veneto Marocco

arresto di un terrorista isis |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Elezioni in Marocco, la Grande vittoria dei partiti liberali contro la dura sconfitta del Partito Islamico

Elezioni in Marocco, la Grande vittoria  dei partiti liberali contro la dura sconfitta del Partito Islamico
il destino del partito islamico moderato PJD partito della giustizia e dello sviluppo, ha subito una sconfitta dura dopo 10 anni al potere,da parte dal partito liberale centrista RNI raggruppamento nazionale degli indipendenti.  Il Marocco al voto verso una democrazia sotto la guida di Sua Maestà Mohammed VI, ma per capire dove sta andando il Regno, bisogna osservarlo da Paesi Europei con grande interesse. Tuttavia, le elezioni legislative, regionali, comunali in Marocco fissate per l’ 08 settembre 2021 ha segnato  il destino del partito islamico moderato PJD partito della giustizia e dello sviluppo, ha (continua)

Le elezioni in Marocco:nuove prospettive

Le elezioni in Marocco:nuove prospettive
circa 32 partiti sono in competizione per le elezioni di settembre dove i cittadini possono votare per scegliere i deputati della Camera dei rappresentanti e funzionari comunali e regionali.  Nel Regno del Marocco, le elezioni legislative, regionali e comunali, sono fissate per l’8 settembre2021. Dopo la primavera araba il partito per la giustizia e lo sviluppo PJD, di orientamento islamico moderato ha vinto le elezioni dopo la sua campagna elettorale.Suà Maestà il Re Mohammed VI era mosso per soddisfare la promessa di riforme, inclusa una nuova Costituzione che garantisse a (continua)

Nuovo incontro tra Marocco e Libya

Nuovo incontro tra Marocco e Libya
il Presidente della Camera dei Rappresentanti incontri un gruppo di funzionari e attori politici libici presenti nel Regno del Marocco nell’ambito delle iniziative intraprese da Rabat per cristalizzare una visione libica comune per la gestione della crisi libica. Selon la media, il presidente  della camera dei rappresentanti libica, Aguila SALEH, visiterà il Regno del Marocco il 02 e il 03/09/2021 nell’ambito di una visita ufficiale per incontrare funzionari marocchini al fine di consultarsi sull’evoluzione della crisi libica e coordinare i mezzi suscettibili di consentire alla Libia di superare gli ostacoli che affliggono il dossier libico, in (continua)

La rottura delle relazioni tra Algeria e Marocco

                       La rottura delle relazioni tra Algeria e Marocco
Nell’occasione della festa del Trono Il Re del Marocco Mohammed VI aveva teso la mano al suo vicino algerino invitandolo a far prevalere la saggezza e a lavorare insieme per lo sviluppo delle relazione tra i due stati, invece Taboune decide di interrompere le relazioni bilaterali senza giusta causa. Secondo la media, Il Ministro degli Esteri algerino Ramtane Lamamra, ha annunciato in una conferenza stampa che l’algeria ha ufficialmente deciso di interrompere i rapporti diplomatici con il Marocco.Lamamra ha letto una dichiarazione a nome del presidente algerino abdelmajid Tebboune in cui ha annunciati la rottura dei rapporti con Rabat a seguito della riunione dell’Alto consiglio di s (continua)

Una lettura sul discorso del Re del Marocco in occasione dell'anniversario della rivoluzione del Re e del popolo.

 Una lettura sul discorso del Re del Marocco in occasione dell'anniversario della rivoluzione del  Re e del popolo.
Il Marocco sta passando dei momenti storici e un sviluppo economico sociale molto importante, e nelle prossime elezioni dimostreranno la visione democratica del Paese in vari settori con la partecipazione del popolo marocchino con l'unità che il Re Mohammed VI assicura e protegge da sempre. Il Sovrano del Regno del Marocco ha affermato che il il suo paese come alcuni paesi dell'unione del Maghreb Arabo è oggetto di un processo aggressivo intenzionale e che sono stati reclutati tutti i mezzi possibili, legali, e illegali, i ruoli sono stati distribuiti e sono stati usati enormi mezzi di influenza per coinvolgere il Marocco in problemi e controversie con alcuni paesi.Inoltre , (continua)