Home > Cultura > Quarantacinque “nuove istanze” trivenete entrano nel FUS

Quarantacinque “nuove istanze” trivenete entrano nel FUS

scritto da: Giuseppebettiol | segnala un abuso

Quarantacinque “nuove istanze” trivenete entrano nel FUS

Franco Oss Noser, presidente dell’Unione Interregionale Triveneta AGIS: Finalmente il Ministero della Cultura è andato oltre lo status quo, aprendo il FUS a nuove aziende dello spettacolo che non erano mai state finora riconosciute. Sicuramente l’unico effetto collaterale positivo di questa pandemia: ci si è finalmente accorti che il mondo dello spettacolo è molto più ampio di quello preso fino a questo momento in considerazione»


Con i Decreti Direttoriali del 19 e del 20 luglio 2021, il Ministero della Cultura ha diramato la lista per il 2021 delle “nuove istanze” approvate, ossia i nuovi ingressi al Fondo Unico dello Spettacolo, che riconosce i finanziamenti a teatri e musica. Potevano accedervi soggetti che non avevano ricevuto contributi a valere sul FUS in ciascuno dei tre anni del triennio 2018-2020. 

Esprime grande soddisfazione Franco Oss Noser, presidente dell’Unione Interregionale Triveneta AGIS, la cui area territoriale di competenza – Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Province autonome di Trento e Bolzano – Alto Adige - vede complessivamente quarantacinque realtà teatrali e musicali, entrare di diritto nell’area di intervento del FUS.

«Finalmente il Ministero della Cultura è andato oltre lo status quo, aprendo il FUS a nuovi soggetti, a nuove aziende dello spettacolo che non erano mai state riconosciute, decidendo quindi di investire sullo sviluppo del settore.  La pandemia ha fatto danni enormi al mondo dello spettacolo dal vivo, ma forse potremmo vederne un effetto collaterale positivo: ci si è finalmente accorti che il mondo dello spettacolo è molto più ampio di quello preso fino a questo momento in considerazione dai finanziamenti statali. Come Agis non possiamo che essere soddisfatti del risultato raggiunto, per il raggiungimento del quale ci siamo spesi in prima persona a tutti i livelli in cui è stato necessario»

In Veneto sono 23 le “nuove istanze”: Febo Teatro, Villa del Conte (Padova); la Compagnia CAST (Comunicazione Arte Spettacolo Teatro) di Pernumia (Padova), l’Associazione di promozione sociale Carichi Sospesi (Padova); Barco Teatro (Padova); Associazione Bartolomeo Cristofori - Amici del Conservatorio (Padova);  MILES Associazione Culturale (Selvazzano Dentro, Padova; Zelda Teatro, (Preganziol, Treviso);  A.P.S. Musicantus (Treviso); Nusica.org (Treviso); Casa Shakespeare (Verona); I Virtuosi Italiani Impresa Sociale srl (San Martino Buon Albergo, Verona); Fucina Culturale Machiavelli (Verona); Doc. Servizi Soc. Coop (Verona); Stivalaccio Teatro (Vicenza); Associazione culturale "Cikale Operose” (Schiavon, Vicenza); Associazione Culturale Theama Teatro (Vicenza); Coro Pueri Cantores del Veneto APS  (Isola Vicentina, Vicenza); Concetto Armonico (Vicenza); Associazione Settimane Musicali al Teatro Olimpico (Vicenza); SlowMachine (Belluno); Il Pentagramma Soc. Coop. (Venezia); Associazione Lirico Musicale Clodiense (Chioggia, Venezia); Associazione Vivaldi Festival (Venezia).

Nelle Province autonome di Trento e Bolzano – Alto Adige accedono al Fondo Unico dello Spettacolo: Cooperativa Teatrale “Prometeo” (Bolzano); Associazione Culturale Kallmünz (Bolzano); Associazione Settimane Musicali Meranesi (Merano, Bolzano); Compagnia Evoè!Teatro (Pergine Valsugana, Trento), Associazione "il teatro delle quisquilie" (Trento).

Diciassette sono le realtà interessate dai Decreti nella Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia: Compagnia di Arti & Mestieri (Pordenone); Scuola Sperimentale dell'Attore (Pordenone); Accademia d'Archi G.G. Arrigoni (San Vito al Tagliamento, Pordenone); Associazione Culturale Altoliventina a.p.s. (Prata di Pordenone, Pordenone); Presenza e Cultura (Pordenone).  Teatro degli Sterpi (Trieste); Nuova Orchestra da Camera Busoni (Trieste); Associazione Culturale Punto Musicale ETS  (Trieste). Istituzione Musicale e Sinfonica del FVG - Palmanova (Udine); Associazione Culturale Accademia Organistica Udinese a.p.s. (Tavagnacco, Udine); Accademia di Studi Pianistici (Udine); Associazione Progetto Musica (Udine); Euritmica (Udine); Associazione Culturale Folkgiornale (San Daniele del Friuli, Udine); Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano di Sella Nevea e del Passo Promollo Soc. a.r.l. (Tarvisio, Udine); Connessione, Circolo Mario Fain APS – Gorizia.

Fondo Unico dello Spettacolo | Franco Oss Noser | Unione Interregionale Triveneta AGIS |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La Fior festeggia quarantacinque anni di attività ad OroArezzo


L'arena di Verona


L’Hotel Dokhan’s di Parigi sceglie Roma di Rubinetterie Stella


Incredibile a Fiumicino, destituzione per poliziotto minacciato di morte e aggredito da boss mafioso


Presentato alla stampa il Movimento degli Elettori


Itamil Esercito risponde ad articolo su “IlKim.it”: "Contenuto sui costi dei sindacati insignificante"


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra “Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi

 A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra  “Leggi, sogna, viaggia  con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi
Apre sabato 18 settembre a Vicenza a Palazzo Cordellina (ore 18) la mostra “Leggi sogna, viaggia con Agata allegra Mucci”, della scrittrice e artista vicentina Maria Pia Morelli in arte “Zapi”. La mostra è organizzata in collaborazione in collaborazione con Biblioteca Bertoliana e Comune di Vicenza Dai dieci libri illustrati di fiabe per ragazze e ragazzi della collana Agata allegra Mucci, in italiano e in inglese, è nata la mostra itinerante che ha già aperto a Bassano del Grappa, Cittadella, Bari, Cortina  e ora fa tappa a Vicenza, dove resterà allestita fino al 17 ottobre, in collaborazione con la Biblioteca Bertoliana e il Comune di Vicenza. L’evento è organizzato grazie a (continua)

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto
Dal 20 settembre al 22 ottobre torna l’appuntamento con “Le Giornate della Mostra. I film della settimana internazionale della critica” in Veneto, nelle Province autonome di Trento e Bolzano Alto Adige, nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. I film della Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela della Mostra del Cinema di Venezia, che dal 1984 ha selezionato opere prime di registi emergenti poi affermatisi nel panorama cinematografico internazionale, escono dalle sale cinematografiche della Biennale appena conclusa, per portare la loro poetica, il loro fascino e la loro carica innovativa nelle sale cine (continua)

Alessandro Zan al Pride Village di Padova per la prima presentazione pubblica di “Senza paura” (Piemme, 2021). Con l’autore interviene Selvaggia Lucarelli

Alessandro Zan al Pride Village di Padova per la prima presentazione pubblica di “Senza paura” (Piemme, 2021). Con l’autore interviene Selvaggia Lucarelli
Martedì 14 settembre l'onorevole Alessandro Zan al Pride Village di Padova per la prima presentazione pubblica del libro “Senza paura. La nostra battaglia contro l’odio”. Con l’autore interviene la giornalista Selvaggia Lucarelli Ha scelto il Pride Village, il festival LGBT+ più grande d’Italia di cui è fondatore, Alessandro Zan, per la prima presentazione pubblica di “Senza paura. La nostra battaglia contro l’odio” (Piemme, 2021).Martedì 14 settembre alle ore 19.00, il deputato e storico attivista per i diritti civili sarà al Parco delle Mura di Padova, insieme alla giornalista Selvaggia Lucarelli, per raccontare al (continua)

La XXVI Edizione de “La Luna nel Pozzo” conferma il suo successo con quattro giorni di spettacoli sold out

La XXVI Edizione de “La Luna nel Pozzo” conferma il suo successo con quattro giorni di spettacoli sold out
“La Luna nel Pozzo”, Festival Internazionale del Teatro di Strada, ha chiuso domenica 5 settembre a Caorle (VE) la propria XXVI edizione tra gli applausi del pubblico. Quattromila spettatori, nei quattro giorni dell’evento si sono riuniti nelle piazze della “Piccola Venezia” per assistere agli oltre cinquanta spettacoli portati in scena da compagnie e artisti provenienti da tutto il Mondo. Non una sedia vuota, grandi sorrisi e il rumore quasi assordante delle mani che battevano l’una contro l’altra.Si racconta così il successo de “La Luna nel Pozzo”, Festival Internazionale del Teatro di Strada, che ha chiuso domenica 5 settembre a Caorle (VE) la propria XXVI edizione tra gli applausi del pubblico, che nei quattro giorni dell’evento si è riunito nelle piazze della “Piccola Vene (continua)

In prima assoluta il concerto pop sinfonico “Roby Facchinetti Symphony” con arrangiamenti e direzione d’orchestra del Maestro Diego Basso

In prima assoluta il concerto pop sinfonico “Roby Facchinetti Symphony” con arrangiamenti e direzione d’orchestra del Maestro Diego Basso
Venerdì 27 agosto le mura medievali di Castelfranco Veneto diventeranno la suggestiva scenografia della prima assoluta del concerto pop sinfonico di “Roby Facchinetti Symphony”. I brani del compositore, cantante e tastierista dei Pooh verranno eseguiti in un inedito arrangiamento sinfonico del Maestro Diego Basso. Riportare le melodie e le armonie alla loro essenza originaria per farle rinascere in un’inedita veste sinfonica. Questa è stata l’idea che ha guidato il Direttore d’Orchestra Diego Basso e il compositore e tastierista Roby Facchinetti nel dare vita al progetto “Roby Facchinetti Symphony” che il pubblico potrà ascoltare in prima assoluta in versione integrale nel concerto di venerdì 27 agosto (continua)