Home > Altro > A Castrocielo (FR) c’è un bar controcorrente che ha cambiato pelle, offre servizi ai cittadini, promuove il territorio e premia chi rispetta le regole anti-Covid

A Castrocielo (FR) c’è un bar controcorrente che ha cambiato pelle, offre servizi ai cittadini, promuove il territorio e premia chi rispetta le regole anti-Covid

scritto da: Giorgio Bellucci | segnala un abuso

A Castrocielo (FR) c’è un bar controcorrente che ha cambiato pelle, offre servizi ai cittadini, promuove il territorio e premia chi rispetta le regole anti-Covid


Da quando le restrizioni dovute al Covid si sono allentate, in virtù dei cambiamenti della curva pandemica, da più parti si è tirato un sospiro di sollievo e ovunque si assiste alla ripresa delle attività e all’organizzazione dei più svariati eventi. É il caso del Caffe Martini, attività nel cuore della Ciociaria.
 

«Al Caffè Martini il cliente e la sua sicurezza sono al centro di ogni analisi strategica. Per questo, nonostante tutti attorno a noi stiano andando nella direzione opposta, abbiamo ritenuto fondamentale non abbassare la guardia, privilegiando la sicurezza di coloro che, scegliendoci ogni giorno, ci dimostrano la loro fiducia. La pensa così Silvano Martini, titolare del Caffè Martini a Castrocielo, attività nel cuore della Ciociaria che, attraverso un’attenta analisi degli impatti dell’attuale scenario pandemico e dei conseguenti cambiamenti nel comportamento del consumatore, ha coraggiosamente optato per una strategia orientata alla prudenza e finalizzata alla creazione di una nuova customer experience, aumentando addirittura il fatturato complessivo.
 

Un locale che cambia pelle

«È vero, a livello generale, abbiamo lavorato molto nonostante gli effetti della pandemia, ed è stato possibile perché abbiamo capito che qualunque attività ha bisogno di evolversi, di “cambiare pelle” anche a costo di andare controcorrente». Spiega Martini. «Un bar può fare la propria parte per la collettività anche durante un momento di emergenza: noi abbiamo deciso di attivarci, ad esempio, aumentando i servizi bancari e postali, in modo da incrementare il valore percepito dal cliente e ridurre le code agli sportelli, le file d’attesa e di conseguenza il rischio di assembramenti. Abbiamo organizzato momenti di condivisione “sicuri” modificando l’esperienza del cliente, ponendo al centro dell’attenzione comportamenti virtuosi e premiando tutti coloro che, rispettando le regole, hanno deciso di essere parte della soluzione e non del problema. Stiamo per questo premiando i clienti per i loro comportamenti attraverso esperienze da vivere su tutto il territorio italiano. In pratica, abbiamo fatto in modo che gestore e clienti fossero parte di un’unica squadra: quella in cui si vince o si perde tutti insieme».
 

Una nuova customer experience

Quella adottata dal Caffè Martini è una strategia in piena regola, sviluppata grazie alla collaborazione con un’azienda specializzata, Vivila DMC, che ha stilato le linee di una nuova customer experience in cui bisogna tenere conto di un mercato estremamente mutato per effetto della pandemia. Un’esperienza positiva è ancora possibile. Un turismo sicuro, una colazione sicura, un aperitivo sicuro. Le norme non comportano l'impossibilità di stare insieme, ma ci chiedono di imparare a farlo in un modo nuovo. «In tanti, confusi da quella che tutti cercano di far assomigliare ad un’estate pre-covid, ci chiedono il perché di questa strategia controcorrente. Noi rispondiamo che al centro del nostro modello di business non ci sono né prodotti, né servizi: c’è il cliente, insieme alla sua sicurezza e al territorio. Come prevedibile, alcuni non hanno condiviso la nostra decisione, ma tutti sanno che da noi possono trovare un ambiente protetto, in cui a guidare le scelte non è il fatturato, ma il cliente e la sua sicurezza. Questi elementi, insieme alla dedizione al lavoro, sono gli unici ingredienti della ricetta per il successo. In uno scenario pandemico o in uno scenario ordinario. Nel centro di una grande città o in un borgo medioevale della nostra Ciociaria».

 
La promozione del territorio

Con l’aiuto e la regia di Vivila DMC, dal 2018 il Caffè Martini è impegnato nella promozione del territorio. Non solo quello di Castrocielo, ma dell’intera Ciociaria e per estensione di tutta Italia, grazie alla promozione dei borghi meno noti e frequentati. Ecco quindi che un bar diventa, non solo un centro che irradia comportamenti virtuosi e premia i propri clienti ma anche un punto nevralgico di promozione del territorio, con benefici per il turismo e per il commercio. I clienti più rispettosi delle regole vengono, infatti, premiati con esperienze uniche e completamente gratuite da vivere su tutto il territorio, realizzate in collaborazione con start up innovative, come Yookye, e relais incantati, come il Castello di Leonina in Toscana. Ma i regali per i clienti non finiscono qui e continuano ad evolversi nell’ottica della promozione del territorio.
 

«In questo periodo, stiamo anche organizzando momenti di formazione che permettano a chiunque di avere informazioni chiare ed esaustive sulle modalità di accesso al super bonus 110%, per ristrutturare i propri fabbricati a costo zero. Ci è stato subito chiaro che l’argomento, benché sulla bocca di tutti, non fosse di immediata comprensione, soprattutto per i non addetti ai lavori. Per queste ragioni, abbiamo deciso di mettere a disposizione delle persone, in modalità del tutto gratuita, un team di esperti in grado di spiegare i dettagli della tematica, nella convinzione che il vero potere non risieda nella conoscenza ma nella sua condivisione». Spiega Silvano Martini.
 

Caffè Martini non è più solo un bar, ma un’attività che ha ormai intrapreso un processo irreversibile di trasformazione per diventare punto di riferimento per la promozione del territorio. Fatti e numeri gli stanno dando ragione.

 


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Avivah presenta la Linea Corpo


Da oggi puoi scegliere i tuoi prodotti Filorga su Easyfarma


Obiettivo pelle sana e abbronzata


Arredo bar- Fabbrichiamo l'arredo bar su misura artigianalmente


Sete di Vincere edizione inverno di Partesa: vince la Terrazza Triennale


L’ADC U3-1402 di Daiichi Sankyo i dati aggiornati presentati a Barcellona


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

GASGAS corre su CrowdFundMe e centinaia di attività commerciali chiedono colonnine di ricarica per le auto elettriche dei clienti

GASGAS corre su CrowdFundMe e centinaia di attività commerciali chiedono colonnine di ricarica per le auto elettriche dei clienti
Startup innovativa che pone al centro del proprio business la gestione di colonnine elettriche di ricarica, GASGAS ha ideato un servizio che va oltre l’offerta di una rete di colonnine di ricarica. GASGAS, infatti, propone agli utenti un modello di consumo innovativo basato sulla membership, estremamente vantaggioso da un punto di vista economico e strategico. «Quando abbiamo iniziato la (continua)

Locare, la startup che risolve i problemi di burocrazia e morosità negli affitti, apre il suo terzo crowdfunding

Locare, la startup che risolve i problemi di burocrazia e morosità negli affitti, apre il suo terzo crowdfunding
«A causa della pandemia, in Italia i proprietari hanno perso 1,3 miliardi di euro in mensilità non pagate. Noi abbiamo la tecnologia e le competenze per tutelare e rendere più sicuro per tutti questo immenso mercato» Occuparsi di rent care significa prendersi cura della locazione e di tutto quello che comporta: a partire dalla selezione dell’inquilino per prevenire i problemi di morosità, grazie ai controlli su affidabilità e solvibilità. Locare abbatte le difficoltà burocratiche e accompagna le agenzie immobiliari partner e i proprietari, in tutto il percorso che va dalla stipula del contratto alla cessazione (continua)

NL Comp, la startup che realizza imbarcazioni riciclabili fatte di lino

NL Comp, la startup che realizza imbarcazioni riciclabili fatte di lino
Fa male vedere relitti abbandonati nei porti, nei cantieri o affondati perché il loro smaltimento è troppo oneroso. Per questo abbiamo studiato una soluzione». Andrea Paduano, CTO Northern Light Composites. Dalla passione per la vela e per le tecnologie dei materiali deriva la determinazione dei tre giovani fondatori di Northern Light Composites, la startup giuliana che ha deciso di impegnarsi per la salvaguardia del mare, che hanno finalmente trovato una soluzione definitiva al problema vetroresina. Giunte a fine vita, le imbarcazioni realizzate con questi materiali vengono spesso abbandonate nei ca (continua)

Motus Operandi la startup dal cuore italiano che grazie all’IA pilota i robot nelle fabbriche di mezzo mondo

Motus Operandi la startup dal cuore italiano che grazie all’IA pilota i robot nelle fabbriche di mezzo mondo
Fondata a Hong Kong nel 2017, Motus Operandi è uno di quegli esempi di genio italiano che varca i confini dello stivale e approda in Cina per mettere insieme un team internazionale basato su un progetto che per sua natura non può avere barriere geografiche di alcun tipo. La tecnologia alla base di Motus Operandi è stata sviluppata da un team italiano capitanato dall’ingegnere Vincenzo Cartelli che (continua)

Arriva il turismo esperienziale smart di YOOKYE

Arriva il turismo esperienziale smart di YOOKYE
Secondo il Rapporto sul Turismo Enogastronomico 2020, il 50% dei turisti desidera vivere un insieme variegato di esperienze multisensoriali ed emozionali. L’ampia offerta che si trova facendo una semplice ricerca sul Web, però, può lasciare disorientati. «Noi di Yookye abbiamo pensato di sfruttare l’esperienza di chi conosce in prima persona un territorio, che a breve combineremo con le capac (continua)