Home > Arte e restauro > Cecilia Martin Birsa: paradigmi espressivi scultorei tra antico e moderno

Cecilia Martin Birsa: paradigmi espressivi scultorei tra antico e moderno

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Cecilia Martin Birsa: paradigmi espressivi scultorei tra antico e moderno


Senza dubbio la declinazione variegata con la quale Cecilia Martin Birsa imbastisce e struttura l'orchestrazione modulare delle sue spettacolari opere scultoree lascia ampio spazio ad un'eclettica e poliedrica visionarietà espressiva e diventa una componente di rilievo per distinguere in modo originale ed esclusivo la sua impeccabile dimensione comunicativa formale e sostanziale”. La Dott.ssa Elena Gollini tiene a mettere in risalto le peculiarità distintive caratterizzanti, che definiscono in modo inimitabile e subito identificabile la poetica scultorea della Martin Birsa, artista contemporanea di pregevole estro creativo e di guizzante ingegno artistico. Inoltre, la Dott.ssa Gollini ha così continuato nelle sue dichiarazioni affermando: “Vediamo spesso purtroppo una dispersione limitante di valori e di ideali nella moderna arte di proiezione contemporanea, che svaluta e sminuisce anche la tradizione universale che l'arte detiene nel suo primato assoluto di linguaggio espressivo trasversale e onnicomprensivo. Questo meccanismo affossante deriva spesso da dinamiche contorte e ambigue, che risultano molto fuorvianti per gli artisti e li fanno andare completamente nell'oblio e alla deriva senza meta e senza traguardi da perseguire e da raggiungere. Cecilia invece con la sua fervida perseveranza si pone come modello ad exemplum di paradigmi, che si collocano in perfetto equilibrio tra antico e moderno e diventano come delle icone espressive ideali da diffondere e da divulgare come inno all'arte universale nella sua mirabile valenza pura e assoluta. Per Cecilia essere artista è una mission, che la eleva oltre il limite dell'apparenza estetica informale e le permette di accedere a orizzonti allargati e dilatati, che fungono da virtuali stargate dove il tempo e lo spazio svaniscono e si annullano e scompare anche il senso incessante di caducità e di decadenza e tutto si pone su un livello idilliaco. Contestualmente per Cecilia fare arte equivale anche ad una simbolica scommessa esistenziale basata sulla tenacia e sulla resistenza e su quel concetto di resilienza creativa inalienabile e inviolabile, che sente appartenerle nel profondo. Ecco allora, perché Cecilia sceglie di rendersi portavoce di paradigmi, che conservano come caposaldo principi cardine sempre validi e sempre attuali recuperati dal passato e nel contempo ricerca quel quid magico e mistico per fare la differenza e personalizzare ogni creazione al meglio, darle quella sua precisa inclinazione sensoriale, che viene subito associata alla sua creatività e alla sua concezione di rigenerante innovazione a favore della tradizione intramontabile”.


Fonte notizia: https://www.elenagolliniartblogger.com/cecilia-martin/


Cecilia martin birsa | cecilia | martin | birsa | scultura | scultrice | moderna | contemporanea | donna | pietra | torrente | elvo | mostra | fondazione | cassa di risparmio | biella | opere | opera | artwork | artist | sculpture | italy | italian |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cecilia Martin Birsa protagonista della moderna arte scultorea


Le Cinque Anime della Scultura | Roberto Piaia in mostra a Como


Cecilia Martin Birsa: arte scultorea contemplativa e riflessiva


Martin Gruschka, manager di successo nel settore degli investimenti


Cecilia Martin Birsa: artista di concetto e di sentimento


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Federico Marchioro: una pittura-confessione

Federico Marchioro: una pittura-confessione
 La pittura di moderna concezione genica e strutturale di cui è ideatore e artefice Federico Marchioro si può qualificare come confessione simbolica, che gli permette di dipanare racconti e narrazioni visionarie arricchendoli e integrandoli con estro immaginario e fantasia di inventiva. Al riguardo la Dott.ssa Elena Gollini ha dichiarato: “Inquadrare e classificare la pittura-confession (continua)

Daniel Mannini: una pittura dalla componente ludica

Daniel Mannini: una pittura dalla componente ludica
 “Accentuare anche la componente ludica e giocosa all'interno del paradigma espressivo di Daniel Mannini significa dare giusto risalto a quell'esuberanza vivace e vitale scaturita dall'indole briosa e dal desiderio di fare arte in primis per stare e sentirsi bene e per trasmettere benessere attraverso l'osservazione dei dipinti”. La Dott.ssa Elena Gollini prende in esame l'elemento ludic (continua)

Christian Lasagni: pubblicata online la mostra pittorica “Dinamismo compositivo” a cura della Dott.ssa Elena Gollini

Christian Lasagni: pubblicata online la mostra pittorica “Dinamismo compositivo” a cura della Dott.ssa Elena Gollini
L'artista-pittore contemporaneo Christian Lasagni è entrato ufficialmente all'interno del palinsesto delle mostre online curate dalla Dott.ssa Elena Gollini, che ha scelto un titolo molto calzante “Dinamismo compositivo” proprio per evidenziare al massimo la portata avvalorante e rafforzante della componente di movimento dinamico, che caratterizza l'intera produzione e ne qualifica la cifra (continua)

Cecilia Martin Birsa: artista di concetto e di sentimento

Cecilia Martin Birsa: artista di concetto e di sentimento
 Nell'articolato e multiforme comparto della moderna arte scultorea, senza dubbio l'artista contemporanea Cecilia Martin Birsa si inserisce appieno apportando un consistente e considerevole contributo di sviluppo evolutivo positivo alla ricerca e alla sperimentazione work in progress, che caratterizza l'intera sua produzione. La Dott.ssa Elena Gollini che segue con particolare profondit (continua)

Davide Quaglietta in mostra online dal titolo “Arte motivazionale” a cura di Elena Gollini

Davide Quaglietta in mostra online dal titolo “Arte motivazionale” a cura di Elena Gollini
 È stata ufficialmente inserita sulla piattaforma web la mostra di Davide Quaglietta dal titolo particolarmente eloquente “Arte motivazionale” con la curatela della Dott.ssa Elena Gollini. Sono state selezionate opere pittoriche, che rispecchiano appieno la portata motivazionale, che la pittura di Quaglietta possiede potendosi a buon conto anche definire come arte votata al sociale e de (continua)