Home > Sport > MARCIALONGA CYCLING CRAFT NEL MIRINO “VICHINGO”: AUKLAND TORNA SUL LUOGO DEL SUCCESSO

MARCIALONGA CYCLING CRAFT NEL MIRINO “VICHINGO”: AUKLAND TORNA SUL LUOGO DEL SUCCESSO

scritto da: Newspower | segnala un abuso

MARCIALONGA CYCLING CRAFT NEL MIRINO “VICHINGO”: AUKLAND TORNA SUL LUOGO DEL SUCCESSO


Le valli di Fiemme e Fassa aspettano la 6.a Marcialonga Cycling Craft

Al via ci sarà il fondista norvegese Jørgen Aukland, vincitore della Marcialonga 2012

Un fine settimana di grande ciclismo a ridosso del Giro d’Italia

La Marcialonga Cycling Craft fa parte dei circuiti Nobili/Supernobili e Challenge Giordana

 

 

Che si tratti di sci di fondo, ciclismo su strada o corsa, basta dire Marcialonga per far battere il cuore degli sportivi, meglio ancora se scandinavi.

La passione di norvegesi e svedesi per la Marcialonga di Fiemme e Fassa, la granfondo invernale più partecipata d’Italia, si estende anche alla primavera e alla Marcialonga Cycling Craft, l’appuntamento di ciclismo su strada che il prossimo 27 maggio a Predazzo (TN) festeggerà il 6° compleanno.

Tra i “vichinghi” che si sono iscritti alla granfondo trentina, insieme a ciclisti di 14 differenti Paesi, c’è anche il norvegese Jørgen Aukland, fondista classe 1975 che parteciperà per la prima volta alla Marcialonga Cycling Craft.

Debutto alla Marcialonga del pedale ma non certo alla Marcialonga, dato che il nome di Jørgen Aukland è strettamente collegato a quello della manifestazione sugli sci stretti, come dimostra il fatto che, dal 2003 ad oggi, non ha mai saltato un’edizione dell’arcinota granfondo invernale. Il fondista di Tønsberg ha all’attivo diversi podi alla gara trentina, con i terzi posti del 2004 e 2010, i secondi del 2007, 2008 e 2009 e, infine, le tre belle vittorie del 2003, 2006 e dello scorso gennaio, quando precedette sul traguardo di Cavalese il fratello maggiore Anders (due volte vincitore della Marcialonga invernale).

Il nome di quest’ultimo non è nuovo alla Marcialonga Cycling Craft: anche Anders, esattamente come il fratellino Jørgen, si era iscritto alla granfondo ciclistica trentina subito dopo aver trionfato nella Marcialonga sugli sci da fondo, precisamente quattro anni fa. Il maggiore dei tre fratelli Aukland (oltre a Jørgen c’è anche Fredrik, allenatore del vincitore della Coppa del Mondo di fondo 2012 Dario Cologna e del Team Xtra Personell delle lunghe distanze) era pronto a cogliere un bel successo estivo nelle tanto care valli di Fiemme e Fassa, un trofeo da mettere in bacheca insieme all’oro di Salt Lake City, alle medaglie mondiali e all’ingombrante palmarès invernale. Purtroppo una leggera influenza gli aveva impedito di prendere parte alla Marcialonga Cycling Craft 2008, vissuta da spettatore anziché da granfondista, quest’anno toccherà dunque al fratello più giovane Jørgen provare a scrivere il nome degli Aukland anche nell’albo d’oro della Marcialonga a due ruote.

Come di consueto la gara trentina proporrà due percorsi, un Mediofondo di 80 km con un dislivello di 1.894 metri ed una pendenza massima del 18,2%, e un Granfondo di 135 km e un dislivello di 3.279 metri, dove la pendenza massima arriva quasi al 20% e, come lo scorso maggio, anche questa primavera partenza e arrivo saranno nel centro di Predazzo, in piazza SS. Filippo e Giacomo.

A caratterizzare la Marcialonga Cycling Craft 2012 c’è la vicinanza con il Giro d’Italia, che passerà dalla Val di Fiemme venerdì 25 maggio, ovvero giusto due giorni prima che la granfondo trentina festeggi la 6.a edizione. Ad interessare i territori dei “marcialonghisti” sarà la 19.a tappa della corsa rosa, 197 km di spettacolo che, passando per Molina, Castello di Fiemme, Cavalese e Tesero si concluderanno sull’Alpe di Pampeago, dopo aver percorso una bella fetta del tracciato della Marcialonga Cycling Craft.

Due appuntamenti affini per contenuti e calendario che gli organizzatori, guidati da Alfredo Weiss e Gloria Trettel, hanno pensato bene di valorizzare proponendo ai concorrenti delle soluzioni di soggiorno ad hoc. In accordo con l’Azienda turistica locale è stato pensato uno speciale pacchetto vacanza, dal nome significativo “Sulle tracce dei campioni”, con offerte per due o tre notti, comprensive di escursioni in bici nei giorni di giovedì 24 e sabato 26 sulle tracce, appunto, del Giro d’Italia e della Marcialonga Cycling Craft. Inoltre saranno compresi altri servizi, tra cui il pullman per l’assistenza meccanica e la navetta per raggiungere l’arrivo di tappa del 25 maggio a Pampeago, proposto per la 5.a volta nella storia del Giro d’Italia.

L’organizzazione trentina di casa Marcialonga muove i propri ingranaggi durante tutto l’anno, insieme alla granfondo invernale e alla Marcialonga Cycling Craft c’è anche la podistica Marcialonga Running di inizio settembre, che ripercorre parte del tracciato di sci di fondo, ma con le scarpette ai piedi.

Le tre competizioni formano la Combinata Punto3Craft, una speciale classifica che somma i tempi delle varie prove targate Marcialonga (sci di fondo, bici e corsa); oltre ad essere inserita nella Combinata Punto3Craft la Marcialonga Cycling Craft 2012 fa parte dei circuiti Nobili/Supernobili e Challenge Giordana.

Le iscrizioni alla Marcialonga Cycling Craft sono in corsa e, fino al 30 aprile, la quota da versare resterà bloccata a 28 Euro, mentre poi sono previsti dei leggeri aumenti.

Info: www.marcialonga.it



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MARCIALONGA CYCLING CRAFT, MISSIONE SPORT. LA 5.a EDIZIONE SALTA IN SELLA A PREDAZZO IN TRENTINO


GJERDALEN E SMUTNA ALL’ULTIMO RESPIRO, LO SPETTACOLO DELLA MARCIALONGA 2015


MARCIALONGA CYCLING CRAFT NEL SEGNO DI SORRENTI. NUOVI RECORD PER LA GARA TRENTINA


MARCIALONGA CYCLING CRAFT: DOPO LO SCI, LE BICI, A GIUGNO SI PEDALA SULLE DOLOMITI DI FIEMME E FASSA


START LIST RICCA PER LA MARCIALONGA. DOMENICA 27 LA “CYCLING CRAFT” A PREDAZZO


LA MARCIALONGA “RE-CYCLING” CRAFT SULLE DOLOMITI. IL 29 MAGGIO PASTA PARTY DA … RISTORANTE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT

 MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT
10 anni di Marcialonga Story, sabato 29 gennaio 2022, antipasto della Marcialonga Partenza dallo Stadio del Fondo di Lago di Tesero con arrivo a Predazzo Apertura ufficiale iscrizioni venerdì 29 ottobre Lo sci di fondo del presente e del passato nelle Valli di Fiemme e Fassa La Marcialonga è storia e tradizione dello sci di fondo, e non solo italiano. E di “Story” si parla ormai da 10 anni, con l’evento di una vigilia della Marcialonga delle Valli di Fiemme e di Fassa sempre vivace.Mancano poco più di tre mesi alla Marcialonga Story del 29 gennaio, che apre le iscrizioni per scrivere il decimo capitolo. La Marcialonga Story è nata nel 2013 come ‘limited edition’ per f (continua)

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)