Home > Pubblica amministrazione > COVID 19, LA UILPA SICILIA RIBADISCE L’IMPORTANZA DELLA VACCINAZIONE: "IL SOLO MODO PER TORNARE A VIVERE"

COVID 19, LA UILPA SICILIA RIBADISCE L’IMPORTANZA DELLA VACCINAZIONE: "IL SOLO MODO PER TORNARE A VIVERE"

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

COVID 19, LA UILPA SICILIA RIBADISCE L’IMPORTANZA DELLA VACCINAZIONE:

A rinnovare l'appello i vertici regionali dell'organizzazione sindacale, che esprimomo forte preoccupazione per i dati del contagio nell'isola



Alfonso Farruggia e Raffaele Del Giudice, rispettivamente segretario generale e coordinatore regionale Entrate della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia,  hanno incontrato Tiziana Maniscalchi, direttrice dell’Unità Operativa di Accettazione e Urgenza dell’Ospedale Cervello di Palermo.
"La dottoressa ci ha descritto uno scenario pesante e drammatico - spiegano riferendosi alla crisi sanitaria ancora in atto - poiché i ricoveri sono aumentati in maniera esponenziale".
 "Inoltre - proseguono -  la direttrice ha sottolineato la preoccupazione e la frustrazione degli operatori sanitari che, giornalmente, constatano come i casi più gravi interessino proprio i soggetti non vaccinati".
 "La Sicilia, nuovamente classificata come zona “gialla” a causa dell'aumento giornaliero di nuovi casi più alto in Italia - aggiungono - secondo l’ultimo monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità, vede anche un incremento in termini di occupazione dei posti letto”.
Ad allarmare il sindacato è soprattutto la notizia che il contagio si stia estendendo anche ai bambini al di sotto dei dodici anni.
 "I neonati - sottolineano -  dovrebbero essere al sicuro dai contagi, all’interno di nuclei familiari composti da adulti vaccinati".
A fronte di queste notizie allarmanti, la UILPA "sente l’obbligo di rinnovare ai colleghi un appello, invitando chi non l’avesse ancora fatto a vaccinarsi".
 "Si tratta di un atto volontario e le scelte di tutti i lavoratori saranno sempre rispettate - puntualizzano - ma crediamo sia il caso di sottolineare che, estendendo il grado di copertura vaccinale contro il Covid 19, si ridurranno le complicanze nei soggetti a rischio di ogni età e, di conseguenza, diminuirà la pressione sulle strutture ospedaliere oberate, oltre che dalla pandemia, da accessi frequenti e non di rado immotivati al pronto soccorso, generati da fenomeni di psicosi da contagio".
Durante il colloquio la dottoressa ha inoltre ricordato che, attualmente, l’iter procedurale per accedere volontariamente alla vaccinazione prevede sia la prenotazione tramite piattaforma che la presentazione diretta presso un hub vaccinale, anche senza alcun appuntamento.
"Inoltre, la direttrice dell’Unita Operativa - spiegano i due esponenti della Uil Pubblica Amministrazione - ha sottolineato che il rapporto tra beneficio e rischio nella vaccinazione è molto elevato, e che essa deve essere considerata un dovere etico oltre che un gesto di responsabilità nei confronti dell’intera comunità".
 "L'organizzazione sindacale, pertanto –aggiungono Alfonso Farruggia e Raffaele Del Giudice  - seppur nel pieno rispetto delle scelte individuali, invita i propri iscritti e, più in generale, tutti i lavoratori, ad aderire alle campagne vaccinali per difendere bambini, anziani e tutte le categorie più a rischio". 
"L'unico modo per restituire a tutti, anche a se stessi - concludono - la libertà di socializzare, studiare in presenza, viaggiare e lavorare senza restrizioni: in sintesi, la libertà di vivere".

Fonte notizia: https://www.insanitas.it/covid-19-la-uilpa-sicilia-la-vaccinazione-e-il-solo-modo-per-tornare-a-vivere/


Alfonso Farruggia | Raffaele Del Giudice | Tiziana Maniscalchi | UILPA Sicilia | Covid 19 | Palermo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Vaccino COVID-19: un sondaggio tra i professionisti della prevenzione


Vaccinazione COVID-19: rimbocchiamoci le maniche!


COVID-19, vaccinazione e lavoro: tre corsi in videoconferenza


Tutela della salute dei lavoratori e contrasto al COVID 19, la UILPA “esclusa” dalla riunione presso la Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Palermo: “Fatto grave, intervenga il direttore regionale Pasqual


AGENZIA DELLE ENTRATE, LA UILPA SICILIA SI OPPONE ALLO SMANTELLAMENTO DEGLI UFFICI. A PALERMO CHIUSURA DELLA SEDE DELL'EX CATASTO


LA UILPA SICILIA SI AFFIDA ALLE INDICAZIONI DI UN'ESPERTA PER SENSIBILIZZARE I LAVORATORI AL VACCINO ANTI COVID 19


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA  ALLA BIBLIOTECA COMUNALE
In programma la mostra "Il sé di ogni donna" e la presentazione dei libri "Che Dio stramaledica gli alleati" e "Il suicidato" Due donne dalla personalità intensa, accomunate dal talento nei rispettivi campi di appartenenza e dall'impegno culturale, declinato attraverso varie forme. Si tratta di Sara Favarò e Oliva Patanella, in arte Anil, che martedì 19 ottobre a Misilmeri, in provincia di Palermo, daranno vita a una kermesse che metterà insieme letteratura e arti figurative. L'appuntamento con le due artiste - entra (continua)

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO
L'iniziativa,coordinata da Salvatore Mirabile - alla guida dell'omonimo Museo e presidente provinciale di Trapani dell'Accademia di Sicilia - vedrà la consegna di premi e riconoscimenti "Al Teatro di Segesta": è il titolo del recital poetico che si terrà sabato 16 ottobre a partire dalle 9:30.L'evento è organizzato e promosso in sinergia tra l’Accademia di Sicilia, che di recente ha tagliato il traguardo dei venticinque anni, e il Museo Mirabile di Marsala, in provincia di Trapani.Negli spazi del Parco Archeologico, che ha offerto il patrocinio gratuito all'iniziativa, poeti prov (continua)

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo
Organizzato in col­la­bo­ra­zio­ne con l'UNIPA e la Fondazione GIMBE, l’incontro ospi­te­rà di­ver­si esper­ti che si confronteranno sul­l’im­pat­to del­la pan­de­mia Altroconsumo organizza e promuove a Palermo un nuovo evento per incontrare la gente e parlare di idee e pro­get­ti che possano contribuire a costruire un’ I­ta­lia più equa e so­ste­ni­bi­le. L’iniziativa si terrà venerdì 15 ottobre a partire dalle 16:30, nell’Aula Magna “Vincenzo Li Donni” dell’Edificio 13 dell’Università degli Studi di Palermo, in viale delle Scienze.Or­ga­niz­za­to dalla se (continua)

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ
La manifestazione sarà dedicata al compianto presidente Tony Marotta L’Accademia di Sicilia  compie venticinque anni.Un anniversario importante, che sarà celebrato a Palermo sabato 9 ottobre alle 18:00, nella Sala De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa, in via Paolo Gili 4.Nella stessa occasione, sarà inaugurato il nuovo anno accademico nel quadro delle attività socio-culturali.Per espressa volontà della Presidenza e del Senato Accademico, la manifestazione s (continua)

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il delegato vicario di Sicilia Antonio di Janni ricorda Monsignor Cataldo Naro: "Altissima espressione della Chiesa "

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il delegato vicario di Sicilia Antonio di Janni ricorda Monsignor Cataldo Naro:
"Nel 2002 ebbi il piacere di conoscerlo - spiega il nobile tracciando un ricordo dell'alto prelato - quando era stato appena nominato Arcivescovo di Monreale" "Sono trascorsi quindici anni dalla scomparsa di Monsignor Cataldo Naro, tra le più alte espressioni della Chiesa siciliana di sempre": lo afferma il delegato vicario di Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Antonio di Janni, omaggiando con affetto l'Arcivescovo di Monreale, originario di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta. "Nel 2002 ebbi il pi (continua)