Home > Primo Piano > La comunità di Carinaro in festa per celebrare il culto in onore della sua santa Patrona Eufemia

La comunità di Carinaro in festa per celebrare il culto in onore della sua santa Patrona Eufemia

scritto da: Marcofrancescoeramo | segnala un abuso

La comunità di Carinaro in festa per celebrare il culto in onore della sua santa Patrona Eufemia

Il 16 settembre, nel giorno della salita al cielo della gloriosa santa di Calcedonia, la comunità dei fedeli di Carinaro si prepara a celebrare la solenne festa liturgica con la partecipazione del Cardinale Crescenzio Sepe.


La comunità di Carinaro si prepara a celebrare la festa liturgica in onore della santa patrona Eufemia.
Ormai sono già  due anni che in seguito alle misure restrittive dovute al diffondersi della pandemia da Covid19, i festeggiamenti patronali, quelli legati alle tradizioni civili con luminarie e serate canore, non si svolgono; ma la comunità dei fedeli  si prepara comunque a celebrare l'evento più importante, quello che ricade il 16 settembre, giorno della gloria della santa in paradiso, con solenni funzioni liturgiche.
L'alba  sarà salutata dallo scampanio delle campane a festa e dallo  sparo di numerosi fuochi d'artificio, che annunceranno alla comunità  il giorno di festa. 
Alle ore 07.30 e 10:30 nella Chiesa parrocchiale verranno celebrate le ss. Messe. 
Alle ore 19:30 nella piazza principale del paese, p.zza Trieste, alla presenza del simulacro della santa, esposta sopra un magnifico tosello, si terrà una solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe arcivescovo metropolita di Napoli, dal parroco don Antonio Lucariello, e dal clero locale. La santa Messa sarà animata dai canti della corale parrocchiale e diretti dal M. Eufemia Barbato. 
Al termine della santa Messa il simulacro della santa verrà riportato in Chiesa e nel rispetto delle misure anticontagio  vigenti i fedeli sono invitati a rimanere fermi ai propri posti per evitare assembramenti. 
Il culto di santa Eufemia, specie nella comunità carinarese, é molto sentito. 
La santa é nata in Calcedonia da genitori devoti alla fede Cattolica. 
Fin dall'infanzia si è distinta per le sue virtù e per le sue pratiche caritatevoli. 
Ha sempre partecipato alla santa Messa nei giorni festivi e in quelli comandati prendendo parte al gruppo delle giovani ancelle di Cristo ( un gruppo di ragazze che aiutano il sacerdote nel servizio all'altare; a loro infatti sono riservati i primi posti tra i banchi della Chiesa). 
All'età di 15 anni, nonostante le insistenze e le pressioni subite, Eufemia  rifiuta le nozze con il proconsole Prisco, e per questo viene sottoposta ai più crudeli ed atroci tormenti. 
Secondo i documenti riportati nell'Acta Sanctorum la giovane Eufemia ha subito i più brutali supplizi: le sono stati strappati i denti con le tenaglie, é stata messa sul rogo,  posta tra le ruote trainate dai buoi per sventrarle il corpo, é stata gettata in una fossa con verghe e seghe e, ne é uscita  sempre illesa per amore di Gesù, fino all'ultimo tormento quando, gettata in un anfiteatro tra orsi e leoni, chiede a Dio di accogliere la sua anima. Così un leone, graffiandola al braccio, la fa morire dissanguata. 
Il culto di Santa Eufemia  é molto praticato. Tante sono le chiese che si vantano del suo patrocinio. 
Finanche il grande pittore ed incisore italiano Andrea Mantegna nell'elogiare le virtù eroiche della giovane ragazza calcedonese ne ha raffigurato l'immagine in uno splendido dipinto conservato nel museo nazionale di Capodimonte a Napoli. 
A Rovigno D'Istria sono conservate le sue spoglie mortali;  a Carinaro il suo culto é praticato da una secolare tradizione: la santa é invocata come patrona del latte materno. Secondo fonti storiche durante i periodi di carestie, quando le giovani donne non producevano latte dalle mammelle per nutrire i propri figli si rivolgevano alla santa per chiederLe aiuto. 
Il 16 settembre di ogni anno in occasione della festa liturgica, per celebrare l'ascesa al cielo della sua anima, oltre alle sante Messe, viene esposta alla visione di tutti i fedeli, per l'intera giornata, la sacra reliquia contenete un ossicino del suo avambraccio.


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ASSOCIAZIONE VOLONTARI di SAN GIORGIO O. d. V. Comunicato N°6/2021: = Festa di Santa Margherita al Castello di Prampero di Magnano in Riviera (UD) =


Fabrizio Palenzona: i media e la verità sulla Chiesa cattolica


Fera energie rinnovabili: La Fattoria Eolica di Santa Luce compie due anni


Brusciano: Habemus Ente Festa! Il Consiglio Comunale ha votato i quattro componenti ed il Sindaco Montanile ha nominato il Presidente e il Direttore Amministrativo. (Scritto da Antonio Castaldo)


LA 10ª VERONA MARATHON ALL’INSEGNA DEL KENYA. ALBERT MATEBOR KIPLAGAT E LA JEROTICH IN TRIONFO


Monsignor Gianni Carrù, Il culto del patrono dei chierichetti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

A più di un anno dal lockdown: la salute psicofisica dei bambini va peggiorando.

A più di un anno dal lockdown: la salute psicofisica dei bambini va peggiorando.
I dati emergenti nell'ambito della salute mentale dei bambini non sono confortevoli; a più di un anno dal lockdown che ha costretto i bambini a chiudersi in casa, ad evitare rapporti sociali con altre persone, privandoli del gioco e della libertà, ha progressivamente comportato un peggioramento del loro benessere psicofisico. COVID: BAMBINI E LOCKDOWN UN ANNO DOPO, DALLA RESILIENZA ALLA RESISTENZAPossesso e uso di device digitali sempre in aumento e in età più precoce, con conseguente pervasività di questi strumenti nella vita dei bambini in età scolare.Questo é quanto viene fuori da una ricerca di Milano-Bicocca.Stando ai dati “alimentazione e sonno - continuano a essere messi a dura prova.Rispetto ai dati del 2020 si (continua)

I problemi di salute mentale possono essere curati a partire dall'intestino

I problemi di salute mentale possono essere curati a partire dall'intestino
L'intestino ha un sistema nervoso enterico che, come quello autonomo, invia dei propri messaggi al cervello determinandone la funzionalità. Gli indizi sulla salute del cervello possono trovarsi nell'intestino. È importante quindi tenere sotto osservazione il ruolo dell'asse intestino-cervello in relazione alle condizioni di salute e decidere poi il tipo di interventi sull'intestino per fornire sollievo in alcuni disturbi di salute mentale.Odore di brownies in forno.  Ascoltare una pubblicità per una patatina salata.  Ve (continua)

I docenti e la loro realtà emotiva: una condizione stressante continua può avere ripercussioni negative anche sugli alunni.

I docenti e la loro realtà emotiva: una condizione stressante continua può avere ripercussioni negative anche sugli alunni.
L'insegnamento é uno dei mestieri più belli e al tempo stesso anche più complicato. I docenti hanno bisogno di innumerevoli risorse personali e materiali per contrastare il difficile problema del burnout. Se I docenti stanno bene psicologicamente altrettanto lo saranno anche gli studenti. Diversi studi hanno analizzato la realtà emotiva dei docenti e le percezioni del proprio lavoro quotidiano a scuola. Quando viene chiesto agli insegnanti di descrivere le tre emozioni che provano più frequentemente nella quotidianità scolastica, le più ricorrenti sono: la sopraffazione, la frustrazione e lo stress. Delle tre la più lunga emozione citata é la frustrazione. Se invece ai docenti vien (continua)

Giornata Internazionale del cane. Un amico di fiducia per cui vivere bene ed in maniera sana.

Giornata Internazionale del cane. Un amico di fiducia per cui vivere bene ed in maniera sana.
Gli studi hanno accertato che oltre alla compagnia il cane trasmette empatia e fa bene al cuore. Ecco il decalogo per averne cura. In occasione della Giornata internazionale del cane ricordiamo i benefici di un pet, ma anche i comportamenti che chi decide di avere con sè un animale dovrebbe adottare ogni giornoNegli studi scientifici viene chiamato «pet effect». Si tratta dell’effetto che un animale d’affezione ha sul suo padrone, specialmente se quest’ultimo è malato o sta affrontando un periodo difficile, fisicamente o psic (continua)

Nietzsche e la dissacrazione dei valori, nel 121esimo anniversario della sua morte.

Nietzsche e la dissacrazione dei valori, nel 121esimo anniversario della sua morte.
Anche la crisi in Afghanistan degli ultimi giorni è l'espressione più evidente della dissacrazione dei valori. Dio muore nelle donne perseguitate, negli uomini uccisi e nei bambini allontanati dalle loro famiglie. Le terribili vicende che si stanno verificando in Afganistan stanno segnando "sotto l'aspetto politico" una inevitabile crisi della civiltà occidentale, con conseguente perdita dei valori che dichiarano la morte di Dio. È proprio come anche Nietzsche aveva affermato in una delle sue principali opere "la gaia scienza". Dio è morto; l'umanità non ha più il suo punto di riferimento; lo ha ucciso (continua)