Home > Altro > Il turismo esperienziale smart di Yookye chiude il crowdfunding con 380.000 euro e continua a crescere

Il turismo esperienziale smart di Yookye chiude il crowdfunding con 380.000 euro e continua a crescere

scritto da: Giorgio Bellucci | segnala un abuso

Il turismo esperienziale smart di Yookye chiude il crowdfunding con 380.000 euro e continua a crescere

“Lavoriamo già con alcune Regioni italiane per studiare pacchetti mirati. Siamo stati scelti dal Gruppo FS per un percorso di promozione e intanto stiamo sviluppando l’intelligenza artificiale” Paolo Taricco, CEO e co-founder Yookye


Chi ha detto che in estate l’Italia si ferma? Certamente non quella delle startup e tantomeno quella del crowdfunding. Ne sanno qualcosa i fondatori di Yookye, la giovane azienda dei viaggi esperienziali smart che grazie ai suoi “esperti locali” dislocati in tutto il Paese, è in grado di elaborare le richieste del viaggiatore formulando tre proposte su misura. Ogni proposta comprende una struttura extralberghiera in cui alloggiare, servizi di trasporto ed esperienze da provare. Al turista non resta che selezionare l’offerta più invitante e prenotare. Proprio in agosto, Yookye ha concluso la sua campagna di equity crowdfunding che ha raccolto ben 380mila euro sulla piattaforma Hensoo.

L’estate calda di Yookye

Mentre si concludeva la campagna di raccolta, Yookye ha continuato a lavorare non solo come Tour Operator (ricordiamo che questa è una startup tecnologica, ma anche una vera e propria OTA accreditata ovvero un’agenzia di viaggi online). La startup ha infatti vinto il primo premio del contest Train Digital Tourism Experience per un percorso di accelerazione promosso dal Gruppo FS Italiane in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, ha iniziato a lavorare con la Regione Marche per promuovere il territorio grazie ai suoi pacchetti di viaggi esperienziali e tanto altro.

“È stata un’estate davvero piena.” - ha dichiarato Paolo Taricco, CEO e co-founder della startup di Alba (CN). “Abbiamo avuto tante richieste sul nostro portale. La maggior parte aveva come meta il Sud Italia. La Sicilia, in particolare, è stata la regione più gettonata, seguita subito dalla Puglia e dalla Sardegna”.

Riguardo al successo della campagna di crowdfunding, Taricco ha commentato: “Siamo davvero orgogliosi di questo risultato. Ora potremo concentrarci sullo sviluppo del nostro sistema di intelligenza artificiale che renderà rapidissima l’elaborazione di offerte di viaggio cucite come abiti su misura per ogni viaggiatore. La nostra IA sta imparando dalle scelte degli esperti locali per fornire risposte e proposte in pochi minuti. Grazie a questi fondi abbiamo poi la possibilità di potenziare uno dei nostri asset tecnologici più distintivi, ovvero la blockchain Ethereum che usiamo per certificare la bontà delle recensioni su location, guide, tour, esperienze, servizi”. Con questa tecnologia, ogni commento lasciato dagli utenti viene “blindato” in modo da non poter essere in alcun modo manipolato, evitando così la piaga delle false recensioni sul web.

Viaggi & tecnologia piacciono agli investitori

Yookye è una di quelle startup in grado di portare innovazione all’interno di un settore che ne ha davvero tanto bisogno come quello del turismo e questo piace non solo ai viaggiatori, ma anche agli investitori che hanno deciso di aderire alla raccolta. Fra questi, anche importanti nomi del panorama imprenditoriale italiano come Giuseppe Miroglio, Presidente Gruppo Industriale Miroglio che ha dichiarato: “Ho deciso di investire in Yookye in quanto ritengo che il progetto, e il team che lo gestisce, abbia un ottimo potenziale di crescita. Credo che l’elemento ‘esperienziale’ sia destinato a prendere sempre più piede, soprattutto per un turismo più di prossimità e di raggio più breve, che vuole esplorare e scoprire territori meno noti, vivendo momenti autentici e unici. Yookye affronta questo mercato con un approccio efficace, che combina la componente tecnologica del machine learning con quella umana degli esperti locali.”



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Varsavia (Polonia) Gala sulla Disabilità


Come fare formazione con le metodologie esperienziali?


CMP presenta la sua Heritage Ski Capsule ispirata a Mondrian


Startup: 5 errori da evitare per una campagna di equity crowdfunding che funzioni


Il turista Silver alla scoperta della Tuscia Viterbese


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Report Acronis sulla preparazione digitale 2021 rivela le principali lacune nella sicurezza

Il Report Acronis sulla preparazione digitale 2021 rivela le principali lacune nella sicurezza
Acronis, leader globale nella Cyber Protection, ha pubblicato il suo Report Acronis sulla preparazione digitale 2021, un'analisi completa del panorama attuale della Cyber Security e dei principali punti critici che hanno ostacolato aziende e lavoratori da remoto durante la pandemia globale.Nella ricerca Acronis dello scorso anno, oltre l'80% delle aziende globali ammetteva di non avere la necessar (continua)

Tino Cennamo e Fabio Salviato entrano nel board di Locare, la startup che tutela gli affitti

Tino Cennamo e Fabio Salviato entrano nel board di Locare, la startup che tutela gli affitti
Nelle settimane finali della propria campagna di equity crowdfunding su BacktoWork, Locare, la startup che risolve i problemi di burocrazia e morosità negli affitti, continua a portare a casa conferme e risultati. Dopo un accordo con Airbnb Italia per un progetto pilota sulle locazioni a carattere transitorio, la startup padovana guidata da Andrea Napoli accoglie all’interno del proprio team due i (continua)

Insegnare il cinese con l’Intelligenza Artificiale? Ci pensa Edugo, la startup dal cuore italiano che risolleva il business delle scuole

Insegnare il cinese con l’Intelligenza Artificiale? Ci pensa Edugo, la startup dal cuore italiano che risolleva il business delle scuole
Il cinese è una lingua molto complessa. Tale difficoltà è ben chiara a un occidentale che prova a impararla e un po’ meno a un madrelingua che la apprende in maniera del tutto naturale. È questo il punto di partenza che ha permesso a Giuseppe Tomasello di ideare e fondare Edugo, una startup che ha una missione molto chiara: facilitare l’insegnamento delle lingue straniere attraverso la tecnologia (continua)

Cosa ha causato il down di Facebook, Instagram e Whatsapp: la parola agli esperti

Cosa ha causato il down di Facebook, Instagram e Whatsapp: la parola agli esperti
ntorno alle 17,40 di ieri Facebook, Instagram e Whatsapp sono diventate inaccessibili in tutto il mondo. Poi poco prima dell'una di notte (ora italiana) hanno ripreso lentamente a funzionare. E alla fine sono arrivate le scuse anche di Mark Zuckerberg per il gigantesco blackout globale. “Scusate per l’interruzione, sappiamo quante persone fanno affidamento sui nostri servizi per restare connesse”. (continua)

SIT Alemira presenta soluzioni di apprendimento innovative per la scuola, la ricerca e la formazione aziendale

SIT Alemira presenta soluzioni di apprendimento innovative  per la scuola, la ricerca e la formazione aziendale
Con l’odierno elevato livello della tecnologia, non c'è motivo per cui l'istruzione e la formazione debbano essere confinate al modello di apprendimento passivo. SIT Alemira  - ecosistema del Schaffhausen Institute of Technology (SIT)  - offre un programma digitale completo ed efficiente per l'istruzione, l'apprendimento e la scienza.L'ecosistema Sit Alemira include una piattaforma di ap (continua)