Home > Internet > LinkedIn, il social media preferito da Aziende e Professionisti

LinkedIn, il social media preferito da Aziende e Professionisti

scritto da: Giacomo Cellini | segnala un abuso

LinkedIn, il social media preferito da Aziende e Professionisti


LinkedIn è il social media del b2b, nato ormai vent'anni fa come un enorme database di curriculum vitae. Da alcuni anni si è trasformato nel social network dei professionisti e del business.

Nel 2016 è stato acquistato da Microsoft per 26 miliardi di dollari, da quel momento la sua ascesa è stata prepotente.

Oggi, nel 2021, lo si può utilizzare sia per il proprio network personale che per quello professionale. Infatti è perfetto per il personal branding, per cercare lavoro e per trovare clienti.

Come funziona LinkedIn

Lo abbiamo appena detto LinkedIn non è un “curriculum online”. LinkedIn si presenta a tutti noi in versione gratuita oppure, solo per chi vuole, in abbonamento a pagamento con una serie di servizi aggiuntivi come: LinkedIn Recruiter, LinkedIn Sales Navigator, Premium Career.

Alla sua base ci sono tre semplici regole:

  1. Crea un profilo attraente e che rispecchia professionalmente la tua unicità (tra poco vedremo che significa);
  2. Aggiungi più collegamenti possibili, in modo intelligente: persone che conosci o con cui hai già lavorato (curioso di capire perché?);
  3. Diffondi ogni giorno contenuti di valore per stimolare i tuoi collegamenti a interagire con te, a ragionare con te, a scambiare valore con te, per accrescere la tua visibilità anche nei confronti dei contatti che sono collegati con i tuoi contatti.

Come sviluppare il tuo business su LinkedIn

Trovare clienti non è mai semplice, però LinkedIn è il social perfetto per trovare clienti B2B. Il motivo è semplice: le persone in questo social cercano questo, cioè sviluppare il proprio business interagendo con potenziali clienti e fornitori.

Immagina LinkedIn come una grossa fiera a cui partecipano milioni di persone. 600 milioni di persone iscritte! E immagina di passeggirare lungo i corridoi della fiera e poter parlare con tutti: clienti, ex clienti, fornitori, potenziali clienti ecc.

Tutti lì e tutti pronti ad ascoltarti. Insomma potenziali clienti che ti ascoltano, osservano, interagiscono con te in ogni modo in attesa di poterti dare la loro fiducia e di decidersi a comprare da te.

Come usare LinkedIn in azienda?

Se il profilo privato contiene le skills e le esperienze professionali della persona, la pagina aziendale o di un libero professionista deve descrivere l’operato generale dell’attività o del professionista, cercando di evidenziarne i punti di forza. La pagina aziendale LinkedIn deve essere il primo strumento di pubblicità dell’attività: una vera e propria vetrina capace di fare personal branding in modo naturale.

LinkedIn non è solo un’ottima soluzione per la comunicazione con potenziali clienti privati: infatti, è molto utilizzato anche dalle aziende che lavorano nel settore B2B (forniscono servizi per altre aziende). Molte collaborazioni e partnership nascono proprio da questo Social Network.

Inoltre, LinkedIn è una soluzione vincente anche per trovare nuove figure professionali da inserire nella propria azienda. Infatti, nella sezione “Lavoro”, un’azienda può pubblicare offerte relative alle proprie posizioni lavorative aperte. In questo modo chi è alla ricerca di lavoro potrà candidarsi direttamente con il proprio profilo LinkedIn, rendendo la ricerca molto più semplice e scorrevole per l’azienda.

Quindi cosa aspetti a sviluppare il tuo business su questo social media? Iscriviti!

linkedin | social selling | marketing | web marketing | social media |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

LinkedIn For Business: come utilizzare LinkedIn per il marketing?


Come cercare lavoro con Linkedin


L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


Martin Gruschka, manager di successo nel settore degli investimenti


Le principali competenze acquisite nel corso della carriera dal manager Dario Mirri


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore