Home > Economia e Finanza > Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico

Materiali di scarto come scorie e polimeri per produrre l’acciaio in modo sostenibile: il modello di Gruppo Riva, leader europeo nel comparto siderurgico


L'impiego di scorie nere, scorie bianche, polveri di acciaieria e polimeri consente a Gruppo Riva di ottenere una produzione siderurgica ispirata ai principi dell'economia circolare.

Gruppo Riva: l'utilizzo delle scorie e delle polveri nella produzione circolare

Ridurre al minimo gli sprechi è uno degli elementi alla base dell'economia circolare. Nello specifico del settore siderurgico, ciò è percorribile attraverso strategie che includono l'utilizzo di rifiuti esterni nei cicli produttivi, oppure trasferendo i propri scarti all'esterno, in particolare verso stabilimenti in grado di convertirli e riutilizzarli. Entrambe le modalità sono impiegate da Gruppo Riva, azienda siderurgica numero uno in Italia e tra le maggiori in Europa. Il Gruppo supporta con forza la circolarità dei materiali nella produzione dell'acciaio: ne sono un esempio i processi che mettono a disposizione le scorie nere, le scorie bianche e le polveri di acciaieria provenienti dagli impianti siderurgici. Le scorie nere, ad esempio, sono trasferite in stabilimenti specializzati per la trasformazione e il riutilizzo, con finalità quali la fabbricazione di conglomerati cementizi e bituminosi. Le scorie bianche, contenenti un'alta percentuale di calce, sono invece adatte alla produzione di leganti idraulici, cementi e alla stabilizzazione del suolo. Le polveri di acciaieria, infine, anch'esse valorizzate nelle strategie sostenibili di Gruppo Riva, trovano riutilizzo in quanto costituite da elementi recuperabili come zinco, metalli non ferrosi, alogenuri e ferro.

Gruppo Riva: i vantaggi dei polimeri nella siderurgia

In oltre 60 anni di attività, Gruppo Riva ha reso l'innovazione e la qualità due elementi centrali nel proprio operato, in un continuo processo di ricerca e sviluppo che, nel caso del settore siderurgico, ben si lega alle attuali necessità di tipo sostenibile. Specifiche attività del Gruppo sono in corso per verificare la possibilità di ricorrere, con continuità, all'utilizzo interno di polimeri provenienti dalla raccolta differenziata dei rifiuti plastici (nello specifico dalle bottiglie per il confezionamento dell'acqua minerale). Introdotti nei processi metallurgici e siderurgici, i polimeri riescono a limitare le emissioni di anidride carbonica, agendo come riducenti e diminuendo il carbone e l'antracite presenti. Tale strategia adottata da Gruppo Riva valorizza a pieno le qualità dei polimeri: con costi inferiori e consumi inferiori, i polimeri offrono prestazioni migliori rispetto alle fonti fossili e contribuiscono a potenziare quei prodotti di recupero che, in alternativa, sarebbero indirizzati verso attività di smaltimento, con un conseguente beneficio in termini di impatto ambientale.


Fonte notizia: https://www.businesspics.eu/v/Gruppo+Riva/


Gruppo Riva |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Riva Acciaio: il contributo all’economia circolare


Sostenibilità: la politica adottata da Gruppo Riva per un’economia circolare


Settore siderurgico: focus su Riva Acciaio, azienda leader in Italia


Gruppo Riva, pioniere nella produzione siderurgica in Europa


Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità


Circular economy e acciaio: l’esempio di Gruppo Riva


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Pietro Vignali, per l’ex Sindaco di Parma un calvario giudiziario durato 10 anni

Pietro Vignali, per l’ex Sindaco di Parma un calvario giudiziario durato 10 anni
Dopo 10 anni di vicende giudiziarie, lo scorso inverno Pietro Vignali ha ottenuto la completa assoluzione dall’accusa di assunzioni clientelari durante il suo mandato come Sindaco di Parma Un'inchiesta partita nel 2011 e che si è conclusa solo nel 2020 con l'assoluzione e la riabilitazione. Per Pietro Vignali, ex primo cittadino di Parma, la battaglia non è ancora finita.Pietro Vignali: sul presunto caso 'dirigentopoli' accuse tanto infamanti quanto inconsistenti"A fine 2010 ero il quarto sindaco più amato d'Italia ed erano gli anni dei grandi progetti. Parma, inoltre, guidava (continua)

Alessandro Fioretto, AD di Italchimica, commenta il successo dell’attività

Alessandro Fioretto, AD di Italchimica, commenta il successo dell’attività
Alessandro Fioretto (Italchimica): “Tutti i prodotti sono stati adeguati in base alle informazioni fornite dagli enti competenti in materia di salute pubblica per il contenimento della pandemia” Italchimica al fianco di turismo e ristorazione, per la sicurezza di studenti e famiglie, come azienda leader in Italia nell'ambito della sanificazione e dei prodotti detergenti. L'AD Alessandro Fioretto spiega l'origine di questo successo e gli obiettivi per il futuro.Alessandro Fioretto: il successo di Italchimica"Con i nostri prodotti siamo in 18mila scuole. E se a settembre abbiamo lavora (continua)

Giampiero Catone: “Occorre riflessione seria sul lavoro, Rdc errore clamoroso”

Giampiero Catone: “Occorre riflessione seria sul lavoro, Rdc errore clamoroso”
Sul quotidiano “La Discussione” Giampiero Catone commenta i numeri del reddito di cittadinanza: “Sprecati 7,2 miliardi” Non ha dubbi Giampiero Catone: il Reddito di Cittadinanza è una misura fallimentare. In un articolo pubblicato sul quotidiano "La Discussione", il giornalista spinge per un utilizzo delle risorse mirato a politiche del lavoro e welfare.Giampiero Catone: "Ogni posto creato con il Rdc costa allo Stato 52mila euro"Sotto il punto di vista dell'occupazione, il sussidio introdotto dal Governo si è (continua)

House to House: innovazione e sostenibilità per crescere e ripartire dopo la pandemia

House to House: innovazione e sostenibilità per crescere e ripartire dopo la pandemia
Un’opportunità unica, quella di diventare Laundry Specialist, e fare carriera: l’impegno di House to House per formare e valorizzare i futuri professionisti del settore Nata nel 2006, House to House, specializzata in elettrodomestici e prodotti naturali per il bucato, continua ad espandersi in tutta Italia aprendo le porte a nuovi collaboratori: la crescita dell'azienda guidata da Nicola Lunardon.House to House: traguardi e riconoscimenti internazionaliFor a better life. House to House nasce nel 2006 per migliorare la quotidianità delle famiglie it (continua)

Sicurezza in Azione: il progetto di Riva Acciaio vince il Premio AIM Sicurezza

Sicurezza in Azione: il progetto di Riva Acciaio vince il Premio AIM Sicurezza
Il progetto “Sicurezza in Azione” di Riva Acciaio ha coinvolto alcuni lavoratori degli stabilimenti di Cerveno e Sellero, vincendo il Premio Sicurezza indetto dall’AIM Il progetto di Riva Acciaio dedicato alla salute e sicurezza sul lavoro ha coinvolto i dipendenti di due stabilimenti. I dettagli e gli obiettivi di "Sicurezza in Azione"."Sicurezza in Azione": il progetto di Riva AcciaioGrazie al progetto "Sicurezza in Azione" realizzato per gli anni 2018 - 2019, Riva Acciaio si è aggiudicato il Premio Sicurezza promosso dall'Associazione Ital (continua)