Home > Arte e restauro > Una giornata di studi sull’arte casentinese con “I colloqui di Raggiolo”

Una giornata di studi sull’arte casentinese con “I colloqui di Raggiolo”

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Una giornata di studi sull’arte casentinese con “I colloqui di Raggiolo”


Docenti e studiosi a confronto nel borgo di Raggiolo sui temi dell’arte casentinese. Sabato 25 settembre, a partire dalle 10.00, i locali dell’Ecomuseo della Castagna ospiteranno la diciassettesima giornata di studi de “I colloqui di Raggiolo” che permetterà di vivere un’occasione di formazione, di approfondimento e di confronto sulla ricchezza architettonica e pittorica della vallata. L’appuntamento, promosso dalla Brigata di Raggiolo, sarà focalizzato sugli sviluppi dell’arte in Casentino tra il sedicesimo e il diciottesimo secolo, dando seguito ad un percorso iniziato nell’edizione del 2020 in cui erano stati approfonditi i temi storico-artistici del periodo tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo. “I colloqui di Raggiolo” faranno affidamento sulle parole di esperti e di professori universitari che contribuiranno ad una fortunata rassegna che, nata nel 2005, è organizzata con il coordinamento scientifico del professor Andrea Barlucchi e in collaborazione con l’Associazione di Studi Storici “Elio Conti”, l’Università di Siena e l’Ecomuseo del Casentino, con la partecipazione anche del Comune di Ortignano Raggiolo e dell’Unione dei Comuni Montani.

La giornata de “I colloqui di Raggiolo” sarà focalizzata sulla valorizzazione del Casentino come “culla d’arte” anche attraverso la presentazione dei risultati di una serie di ricerche sulle testimonianze presenti nella vallata. A partire dal sedicesimo secolo, infatti, molte architetture religiose furono rinnovate con un impulso che è espresso da grandi santuari che videro uno sviluppo dell’apparato decorativo tra affreschi, pale d’altare e pitture di scuola fiorentina. Il programma si aprirà alle 10.00 con l’intervento “Il Casentino descritto. Paesaggio, architettura, arte nei manoscritti e nelle fonti dei secoli XVII e XVIII” di Giuseppina Romby e proseguirà poi con “La pittura del ‘500 in Casentino. Dalla riforma del Savonarola alla riforma cattolica” di Alessandra Grassi, con “Artisti forestieri per il Casentino tra il ‘600 e il ‘700: Jacopo Ligozzi, Emanuele da Como e i fratelli Rolli” di Laura Morelli e con “Le arti applicate” di Dora Liscia Bemporad. Il pomeriggio, invece, sono attese le relazioni “Da Lucca a Bibbiena: i capolavori della clausura di Santa Maria del Sasso” di Michel Scipioni, “Le vicende artistiche del convento della Verna durante il Granducato Mediceo” di Nicoletta Baldini, “Giorgio Vasari a Camaldoli e in Casentino” di Alessandro Cecchi e “Il fasto nella liturgia. I paramenti sacri dal XVI e XVIII secolo in territorio casentinese” di Lorenzo Pesci.

Al termine dell’incontro verranno prodotti e pubblicati gli atti dell’iniziativa che arricchiranno la raccolta di documenti delle precedenti edizioni per promuovere nuove iniziative di tutela e di promozione della ricchezza della vallata. La partecipazione alla giornata è consentita in numero limitato e su prenotazione al 338/155.27.96 nel rispetto delle norme anti-Covid, ma sarà possibile seguire “I colloqui di Raggiolo” anche in streaming sul canale youtube della Brigata di Raggiolo.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

“I colloqui di Raggiolo”, una giornata di studi sull’arte casentinese


La castagnatura di Raggiolo sul web con un ricco calendario di iniziative


“Raggiolo a cappello”, l’arte di strada invade i vicoli del borgo casentinese


“Racconta Raggiolo” termina con la raccolta di settantanove testi


Due mesi di spettacoli e di iniziative per “RaggioloEstate2021”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nasce il progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo

Nasce il progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo
Al via un progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo. Il Centro Sport Chimera, soggetto gestore dell’impianto cittadino, ha avviato una sinergia con l’associazione Crescere volta a favorire percorsi di integrazione e inclusione di ragazzi con disabilità attraverso le diverse attività natatorie. Questi nuotatori saranno coinvolti nei gruppi sportivi impegnati all’interno del (continua)

Il Patronato Acli riattiva gli sportelli a Montagnano e Frassineto

Il Patronato Acli riattiva gli sportelli a Montagnano e Frassineto
Il Patronato Acli riapre i propri sportelli a Montagnano e a Frassineto. I servizi nei due paesi della Valdichiana erano stati sospesi nel marzo del 2020 durante le prime fasi dell’emergenza sanitaria ma saranno ora riattivati per tornare a garantire un’importante forma di sostegno e di assistenza previdenziale alle comunità locali. La prima a ripartire sarà la sede di Frassineto nei locali (continua)

Quattro squadre giovanili della Sba verso il debutto in campionato

Quattro squadre giovanili della Sba verso il debutto in campionato
Conto alla rovescia per il ritorno in campo delle squadre giovanili della Scuola Basket Arezzo impegnate nei campionati regionali. L’Under19 Tecnoil, l’Under16 Chimet, l’Under 15 Galvar e l’Under14 sono le quattro formazioni della società aretina che, nei prossimi fine settimana, potranno vivere le emozioni del ritorno in campo e del debutto in una stagione in cui saranno opposte ad avversari (continua)

Una domenica a porte aperte al Frantoio di San Gimignano

Una domenica a porte aperte al Frantoio di San Gimignano
Porte aperte al Frantoio di San Gimignano. La partenza della stagione di raccolta e frangitura delle olive sarà arricchita da una giornata di degustazioni e di visite alla storica struttura sangimignanese in programma domenica 24 ottobre, dalle 10.00 alle 18.00, fornendo così la possibilità di vivere un’esperienza a diretto contatto con il mondo dell’olio. L’iniziativa, a ingresso gratuito ne (continua)

“Lettere da Parigi”, la lirica incontra la beneficenza al Teatro Petrarca

“Lettere da Parigi”, la lirica incontra la beneficenza al Teatro Petrarca
Teatro e musica si uniscono per una grande produzione all’insegna della beneficienza. Domenica 31 ottobre, alle 18.00, il Teatro Petrarca ospita lo spettacolo di opera lirica “Lettere da Parigi: dalle Camelie alla Traviata” che proporrà un omaggio al capolavoro di Verdi attraverso la condivisione del palcoscenico da parte di cantanti, attori, poeti e danzatori. La serata, promossa dalle Acli (continua)