Home > Turismo e Vacanze > Praga come a casa tua

Praga come a casa tua

scritto da: Harry di Prisco | segnala un abuso

Praga come a casa tua

Praga eletta dalla rivista di viaggi britannica Time Out la città più bella del mondo


Torniamo finalmente a vivere la libertà di viaggiare, Praga è certamente una delle città più sicure sotto vari aspetti ed è la città più bella del mondo, classificatasi al primo posto secondo il sondaggio lanciato dalla rivista di viaggi Time Out per eleggere le  “Best cities in the world” 2021. All’inchiesta  hanno partecipato 27.000 lettori che hanno attribuito alla capitale della Repubblica Ceca l’83% delle preferenze, il punteggio maggiore è stato assegnato per l’aspetto storico-artistico, Praga è poi giunta seconda anche per le migliori destinazioni per il relax.

Città magica e romantica dalle cento torri, cuore d´Europa, città dai tetti d´oro,  tranquilla e curata dove è facile orientarsi e nella quale si può fare a meno dei mezzi pubblici anche se i trasporti sono precisi al minuto.  Ben si può dire che qui il tempo si è fermato e dove i monumenti raccontano la storia dei suoi mille anni. Un labirinto segreto in cui l’architettura degli splendidi palazzi dai vari stili si confonde con il presente, antico e moderno si fondono mirabilmente, un vero libro aperto di architettura. Un esempio è la Casa Danzante, l’architetto si è ispirato per i due moderni palazzi  alla celebre coppia di ballerini Ginger Rogers e Fred Astaire, gli edifici ben si integrano con quelli ottocenteschi vicini. I monumenti, i musei, le gallerie e le chiese dei quattro quartieri, che fino all’ottocento erano quattro città diverse, sono tutti facilmente raggiungibili, bisogna solo farsi trasportare per andare alla scoperta di luoghi segreti e meno noti. Nel quartiere più antico di Malá Strana, che in ceco significa “Parte Piccola”, esiste una stradina di dieci metri di lunghezza per cinquanta centimetri di larghezza, denominata suggestivamente “taverna del diavolo” in cui è stato installato un semaforo pedonale per evitare che qualche passante si blocchi, come è successo in passato ad un turista, fu necessario cospargerlo di sapone per farlo divincolare. I luoghi noti a tutti e più visitati sono: il ponte Carlo e l’Orologio astronomico. Il ponte Carlo, voluto da Carlo IV,  lungo poco più di cinquecento metri è poggiato su 16 archi ed è difeso da tre torri. Le leggende che si raccontano risalgono già al periodo della sua costruzione del 1357, la stessa data di inizio dei lavori sembra sia stata scelta dal re per avere un numero bifronte considerato fortunato. Le stesse pietre sono state incastonate aggiungendo migliaia di uova, per resistere alla corrente del fiume Moldava, come hanno dimostrato le prove di laboratorio che hanno confermato la presenza di elementi organici. Di notte quando finalmente il ponte è vuoto, le statue sembra prendano vita, in particolare quando nella vicina isola di Kampa nasce un bambino. L’isola è una delle oasi urbane più affascinanti del mondo situata nel corso principale del fiume Moldava, considerato uno degli angoli più romantici di Praga. La statua che ritrae la Crocifissione ha un’insegna riportante la dicitura “Santo, santo, santo è il Dio delle folle” si racconta che fosse fatta  pagare ad un ebreo che aveva insultato la statua, il Comune di Praga nel 2000 si è visto costretto a porre tre lapidi in varie lingue per smentire la leggenda per evitare inquietudini della comunità ebraica. La leggenda più nota è quella che riguarda la statua di San Giovanni Nepumoceno, fatto uccidere e gettato nel fiume in quanto non aveva voluto riferire al re Venceslao i segreti della confessione della regina. La lingua di San Giovanni venne ripescata secoli dopo ancora insanguinata, da allora  la statua viene accarezzata per assicurarsi dieci anni di buona fortuna e il ritorno a Praga. L’attrazione più importante della piazza del vecchio municipio (Radnice)  è l’Orologio astronomico. Qui ogni ora si tiene dal 1410 un’esibizione di statue animate che suscita l’ammirazione dei turisti. Uno dei  panorami più suggestivi della città e quello dalle terrazze del vigneto di Santa Chiara sopra il palazzo di Troia, nei pressi dell’Orto botanico in cui vi è la serra tropicale denominata Fata Morgana. I vigneti della città sono un monumento protetto e fanno parte delle esposizioni. Il vigneto più antico, che risale all'inizio del X secolo,  è quello di San Venceslao sulle pendici del Castello di Praga. Una visita a Praga non può tralasciare la visita al castello che domina la città ed è simbolo della Repubblica Ceca, considerato il castello più grande del mondo con la sua superficie di ben 70.000 metri quadrati. Fra le sue mura vi sono diversi cortili e numerosi prestigiosi edifici, come l’imponente cattedrale di San Vito che è  il palazzo più importante della città. Uscendo dal castello si percorre il caratteristico Vicolo d’Oro, in cui Rodolfo II d'Asburgo alla fine del XVI secolo fece costruire 24 minuscole casette per ospitare  le guardie del maniero e le loro famiglie. La pittoresca stradina è conosciuta anche come "Via degli Alchimisti", per la leggenda secondo la quale alcuni alchimisti cercavano qui di tramutare il ferro in oro con la pietra filosofale e scoprire l’elisir di lunga vita. Abitò una di questa abitazioni Franz Kafka, il più importante scrittore ceco, fra le maggiori figure della letteratura del XX secolo e importante esponente del modernismo e del realismo magico.

 Una passeggiata per Praga significa essere parte integrante di tutte le magie e i misteri del passato.

Harry di Prisco

Praga |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alla scoperta di praga


La forma dell'ideologia. Praga: 1948-1989


Ecco alcuni dettagli sulla moneta di Praga in repubblica Ceca


Al servizio della Ristorazione: Arredamento Cucina Ristorante


Volare a Praga: come scegliere il volo aereo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Una stella è nata a Castel dell'Ovo in mezzo al golfo di Napoli

Una stella è nata a Castel dell'Ovo in mezzo al golfo di Napoli
Apertura della nuova sede al Borgo Marinari del ristorante “Donna Luisella” la tradizione dal 1930 L’altra sera è stata una serata da ricordare a lungo, sotto l’ombra del Castel dell’Ovo si è inaugurato il nuovo ristorante napoletano “Da Luisella”, in un dei luoghi più belli di Napoli, frequentato da turisti provenienti da tutto il mondo: il Borgo Marinari. Il castello è il simbolo più vero di Napoli e personifica la nostra tradizione millenaria, proprio come Luisella è il simbolo più vero (continua)

Rieti dove il nuovo esiste e il vecchio resiste

Rieti dove il nuovo esiste e il vecchio resiste
I progetti “Turismo e Cultura” e “Punto Impresa Digitale” della Camera di Commercio di Rieti Viterbo e dall'Azienda Speciale Centro Italia Rieti consentono la valorizzazione e la conoscenza dei territori La nuova Camera di Commercio di Rieti-Viterbo da subito ha mostrato l'utilità dell'accorpamento fra quella di Viterbo  e quella di Rieti, la nuova realtà rappresenta  la conclusione di un percorso  per rispondere in maniera più efficace alle esigenze delle aziende e di tutti gli attori del mondo economico in una società in continua trasformazione. In tal modo le strutture e le (continua)

A Baia il Cibus & Salus Festival per Terrardente

A Baia il Cibus & Salus Festival  per Terrardente
Dall’Antica Roma ai nostri giorni L’evento in programma oggi sabato 25 è dedicato alla conoscenza della cultura flegrea e del Parco Monumentale, eccezionale luogo storico e paesaggistico, con particolare attenzione ad un’ampia proposta turistica che valorizzi le radici e le peculiarità territoriali. Il Parco Monumentale di Baia ospita il primo appuntamento del Cibus & Salus Festival, in programma oggi sabato 25 alle ore (continua)

Basilik il locale solidale di Leopoli dove andare a mangiare per fare del bene agli altri

Basilik  il locale solidale di Leopoli dove andare a mangiare per fare del bene agli altri
In Ucraina il ristorante-bar solidale "Basilik" è la prima iniziativa per venire incontro alle categorie bisognose della popolazione e dove far conoscere la cucina italiana Nella ripresa dalla pandemia vi è il pericolo di "Dimenticare chi è rimasto indietro" la misericordia invece "non abbandona chi rimane indietro" è il monito di Papa Francesco  Si dice che quando si mette in gioco una donna, il successo è assicurato. A Leopoli (Lviv in ucraino) una donna aveva un folle desiderio di fare del bene e aiutare gli altri. Ulyana Kuzyk è la fondatrice della (continua)

Fiocco azzurro e rosa a Napoli per la nascita dell’ASD Napoli Pallavolo

Fiocco azzurro e rosa a Napoli per la nascita dell’ASD Napoli Pallavolo
La "Napoli Pallavolo" Associazione Sportiva Dilettantistica parteciperà ai campionati di serie C della prossima stagione e a breve avvierà anche una squadra napoletana di sitting volley per disabili E’ nata l’ASD Napoli Pallavolo, un nuovo progetto strategico e unitario per il volley femminile e maschile della città di Napoli. L' obiettivo principale di questa iniziativa innovativa è quello di riportare la pallavolo femminile e maschile di Napoli ai massimi livelli e di diventare un punto di riferimento sportivo per Napoli. Tra gli altri obiettivi vi è anche la costituzione di una (continua)