Home > Esteri > Lo smantellamento di una cellula terroristica a Tangeri da parte dei servizi segreti marocchini

Lo smantellamento di una cellula terroristica a Tangeri da parte dei servizi segreti marocchini

scritto da: FLM | segnala un abuso

Lo smantellamento di una cellula terroristica a Tangeri da parte dei servizi segreti marocchini

La competenza dei servizi marocchini, cosi come la posizione geografica del Paese, ne fanno un partner essenziale per la sicurezza degli Stati della sponda nord, e in un continente ancora piuttosto stabile , il Marocco mostra sicurezza e stabilità come nessun altro luogo sotto la guida di Sua Maestà il Re Mohammed VI.


Secondo la media , l 'ufficio centrale per le indagini giudiziarie del Regno del Marocco(BCIJ), un ramo di agenzia di Intelligence nazionale del Marocco,ha smantellato una cellula terroristica legata all'ISIS, formata da 5 membri impegnati di ideologia estremista dello Stato Islamico nelle città di Tangeri estremo nord del Paese, il coinvolgimento di questi terroristi hanno giurato fedeltà all'organizzazione terroristica ISIS,

Inoltre, lo smantellamento di questa cellula terroristica e il fallimento dei suoi progetti estremisti fanno parte dei continui sforzi del DGST(I servizi della Direzione del Territorio del Marocco) per combattere le organizzazioni terroristiche e neutralizzare i pericoli che minacciano la sicurezza del Regno del Marocco e la sicurezza dei suoi cittadini, indica un comunicato stampa di BCIJ.

Tuttavia, grazie all'intervento effettuato a Tangeri da parte dal corpo speciale del DGST, che ha realizzato un ottimo risultato inerente l'arresto del presunto "emiro"diquesta cellula terroristica che openeva una resistenza forte, inoltre, è stato lanciato bombe sonore di avvertimento per poter neutralizzare il pericolo, di conseguenza sono stati arrestati altri 4 persone che portano ideologie estreme"Takfir".

Inoltre, i sospetti tutti tra i 22 e 28, sono stati arrestati, cercavano di procurarsi le materie prime per la fabbricazione di bombe e di fiale di vario volume contenenti acido nitrico ,e liquidi sospetti chimici, nonché chiodi e fili elettrici , e sei bombole di gas sospettate di essere utilizzate nella fabbricazione di esplosivi artigianali, e attrezzature informatiche con l 'obiettivo di effettuare operazioni terroristiche in varie città del Regno del Marocco. Durante l `operazione di intervento presso l 'abitazione del capo di questa cellula terroristica, le forze speciali hanno messo in sicurezza i familiari dell'imputato e dei vicini di casa al fine di eliminare qualsiasi pericolo che deriva dall'esplosione, Sono stati sequestrate anche una bandiera del ISIS,abiti paramilitari, e coltelli di diversi dimensioni, anche stampe e foto di Adnan Abu Al Walled Al Sahrawi ,ex leader del ISIS nella regione del Sahel e del Sahara, e i membri di questa cellula terroristica sono impegnati in una campagna di polarizzare e reclutamento per rafforzare il loro ranghi,secondo il comunicato.

I membri di questa cellula terroristica sono stati messi a disposizione alla procura competenti per proseguire l'indagine, ed identificare i loro progetti e i suoi piani di azioni per poter garantire la sicurezza della patria e dei loro cittadini.

Tuttavia, tornando al passato il Marocco fu colpito da al Qaeda nel 2003 quando furono uccise 45 persone a Casablanca, e nel 2011 quando un attentato provoco' la morte di 17 persone a Marrakech.

La competenza dei servizi marocchini, cosi come la posizione geografica del Paese, ne fanno un partner essenziale per la sicurezza degli Stati della sponda nord, e in un continente ancora piuttosto stabile , il Marocco mostra sicurezza e stabilità come nessun altro luogo sotto la guida di Sua Maestà il Re Mohammed VI.

Vale la pena menzionare che la cooperazione in materia di sicurezza tra il Marocco e i suoi vicini settentrionali, è aumentata negli ultimi anni in seguito agli attacchi terroristici di grandi proporzioni avvenuti in Europa.

Forum Marocco Veneto

isis Tangeri Marocco |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Un corso per prevenire e gestire il rischio terrorismo


Autofagia: Il Segreto Per Rimanere Sempre Giovani


I veterani del Caucaso, spina dorsale dell’esercito dello Stato islamico


Cercare di capire il Medio Oriente


La scienza riconosce il mangostano preziosa fonte di energia


Il Re Mohammed VI ha rivolto un discorso alla nazione sabato 31 luglio 2021 in occasione del 22 anniversario dell'ascesa al Trono del Sovrano.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L'esercito algerino continua i suoi assassinii contro i rifugiati sahrawi a Tindouf

 L'esercito algerino continua i suoi assassinii contro i rifugiati sahrawi a Tindouf
Il Comitato delle Nazioni Unite per i diritti Umani ha denunciato la situazione nei campi di Tindouf e gestiti dai membri del Fronte Polisario accusando il Paese di non aver agito per proteggere le vittime delle violazioni e di non essersi assunto le sue responsabiltà L'esercito algerino ha sparato su un gruppo di civili saharawi nei campi di Tindouf che ha provocato un morto e un ferito molto grave . Si tratta di un assasinio di un sahrawi e la ferita di un altro da parte dell'esercito algerino a seguito di un colpo dell'ANP nella notte dal 25 al 26 novembre corrente all'est del campo di Dakhla.Si precisa che l'esercito algerino ha sparato a un gr (continua)

La questione del Sahara in Marocco è una causa nazionale legittima irreversibile

 La questione del Sahara in Marocco è una causa nazionale legittima irreversibile
Il Re del Marocco Mohammed VI ha rinnovato l'espressione del Segretario Generale delle Nazioni Unite e il suo inviato personale per avviare il processo politico il prima possibile, perchè il Marocco è sincero nel suo approccio alla risoluzione di questo conflitto attraverso la soluzione politica, che può essere solo nel quadro della sovranità. Secondo la media, il Re del Marocco Mohammed VI ha inviato alla nazione un messaggio di fermezza in discorso tenuto in occasione del 46º anniversario della Marcia Verde cosi come l'abitudine con franchezza e chiarezza portando dei messaggi diretti di opinione pubblico nazionale e internazionale precisando l'importanza del Sahara marocchino. Inoltre, l'approccio adottato dal Marocco per ris (continua)

La Manipolazione algerina mira all'instabilità della regione magrebina

 La Manipolazione algerina mira all'instabilità della regione magrebina
le autorità marocchine non hanno fatto commenti nell'immediato perché il Regno del Marocco non ha mai preso di mira cittadini algerini nè lo farà mai, indipendentemente dalle circostanze e dalle provocazioni Secondo una fonte algerina che annunciato la morte di 3 di suoi cittadini in un bombardamento nel Sahara del Marocco attribuito all' esercito marocchino, ma una fonte marocchina, il Marocco non si lascerà coinvolgere in una guerra contro l'Algeria. Inoltre, se l' Algeria cerca la guerra a tutti i costi, il Marocco non la vuole proprio, perchė non sarà mai trascinato in una spirale di (continua)

L' Unione Africana intera che deve difendere l 'unita e rifiutare ogni forma di separatismo

L' Unione  Africana intera che deve difendere l 'unita e rifiutare ogni forma di separatismo
ll TPF rinnova il suo impegno non solo per l'esito della conferenza per l'attualità dello stato finale emesso il 16 ottobre 2021 da due Tanzaniani Think Thanks a termine della conferenza. Secondo la media, il Sig.SADIKI GODIGODI, presidente della "Tanzania Peace Foundation" ha negato completamente la notizia circolata su alcune pagine dei media, nonché l'inautenticità di entrambi la firma e il timbro nel documento falso, pubblicato il 21 ottobre 2021 nei sul social media e vari siti, con una manipolazione ingannevole dei media algerini considerata come " Fake News".Inol (continua)

Il rispetto della costituzione in Marocco, chiave dell' esercizio del potere

Il rispetto della costituzione in Marocco, chiave dell' esercizio del potere
La realizzazione di questi preziosi vantaggi a favore della donna marocchina è il risultato della saggia politica di Sua Maestà il Re Mohammed VI , che si è sempre adoperato per la promozione del ruolo e della condizione della donna marocchina in diversi ambiti in particolare attraverso il sostegno e l' incoraggiamento della loro partecipazione effettiva ai processi decisionali e alla gestione della cosa pubblica. Secondo la media, in un comunicato del Gabinetto Reale, il Re del Marocco Mohammed VI ha voluto nominare il Sig. Khalid Ait Taleb come ministro della sanità e della protezione sociale, in sostituzione della Sig. ra Nabila Rmili, come prevede l'art.47 della costituziona marocchina. Tale nomina avviene conformemente alla disposizioni costituzionali, e dopo la presentazione all 'Alta valut (continua)