Home > Cultura > Luca Nannipieri e il suo libro "a cosa serve la storia dell'arte" tradotto e pubblicato all'estero

Luca Nannipieri e il suo libro "a cosa serve la storia dell'arte" tradotto e pubblicato all'estero

scritto da: Cristinavannuzzi | segnala un abuso

Luca Nannipieri e il suo libro

L'ultimo libro di Luca Nannipieri "A cosa serve la storia dell'arte", pubblicato in Italia da Skira, presentato al Senato della Repubblica, come il precedente libro di Nannipieri su Raffaello lo è stato alla Camera dei Deputati in occasione delle celebrazioni ufficiali dell'artista, viene ora dato alle stampe in Francia dalla casa editrice Editions L'Harmattan e distribuito nelle librerie francesi.


Luca Nannipieri e il suo libro "A cosa serve la storia dell'arte" tradotto e pubblicato all'estero

Consacrazione internazionale per il noto critico d'arte

 

 

 

Parigi, 15 ottobre 2021

 

 

Il noto critico d'arte Luca Nannipieri, dopo le conferenze ospitate nei maggiori musei italiani, dalla Pinacoteca di Brera di Milano ai Musei Capitolini a Roma, vola in Francia, a Parigi, e poi in Inghilterra: i suoi libri infatti vengono tradotti e pubblicati nei due paesi, e ad essi saranno affiancate conferenze in luoghi pubblici.

Il suo ultimo libro "A cosa serve la storia dell'arte", pubblicato in Italia da Skira, presentato al Senato della Repubblica, come il precedente libro di Nannipieri su Raffaello lo è stato alla Camera dei Deputati in occasione delle celebrazioni ufficiali dell'artista, viene ora dato alle stampe in Francia dalla casa editrice Editions L'Harmattan e distribuito nelle librerie francesi.

 

 

Il libro pubblicato a Parigi è una summa della sua riflessione sull'arte, che lo ha portato anche a ottenere il Premio per la Critica al Gran Galà Arte Cinema Imprese durante la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, a vedersi dedicato già un libro sul suo pensiero, scritto da una studiosa, e a calcare, quando necessario, i set televisivi per divulgare l'arte al pubblico più popolare su Rai e Mediaset.

Il libro tradotto affronta le grandi domande della storia: perché i popoli conservano i manufatti e le opere che fanno? Cosa spinge le comunità a preservare i simboli e le testimonianze ricevuti dal passato? Perché nelle città, prima occidentali, poi ovunque nel pianeta, si sono aperti musei e gallerie per proteggere le opere fatte nei secoli trascorsi? Perché l'arte e la bellezza cambiano col tempo e con le geografie, al punto che un'opera venerata nei millenni addietro viene poi spesso dispersa, trascurata o seppellita e oggi riscoperta come testimonianza di valore da custodire? Insomma il libro riflette sulle fondamenta della storia dell'arte.

 

 

Luca Nannipieri, riconosciuto dalla stampa francese come uno dei più autorevoli e mediaticizzati critici d'arte italiani, ha pubblicato con Skira i libri "Capolavori rubati" (2019), "Raffaello" (2020), "A cosa serve la storia dell'arte" (2020) e un altro volume è in uscita a fine novembre; dalla rubrica televisiva su RaiUno, "SOS Patrimonio artistico", Rai Libri ha pubblicato il volume "Bellissima Italia. Splendori e miserie del patrimonio artistico nazionale".

 

 

Nel libro "A cosa serve la storia dell’arte" (Skira, 2020), in Francia col titolo "À quoi sert l'histoire de l'art" (Editions L'Harmattan, 2021), approfondendo il rapporto tra patrimonio storico-artistico, persona e comunità, Luca Nannipieri riflette sulla responsabilità sociale dello storico e del critico d’arte, mettendo a confronto il suo pensiero con i fondatori o punti di riferimento della disciplina, da Johann Joachim Winckelmann ad Arnold Hauser, da Alois Riegl a Erwin Panofsky, da Max Dvořák, Bernard Berenson e Heinrich Wölfflin.

 

 

 

 

 

 

 

Felice e orgoglioso per quella che costituisce una tangibile conferma del suo valore professionale, apprezzato anche all'estero, Luca Nannipieri dichiara: "L'Italia gioisce giustamente per le medaglie d'oro alle Olimpiadi, per i campionati europei di calcio, per il Premio Nobel per la Fisica, ma esistono riconoscimenti sovranazionali più silenziosi, non comparabili con un Premio Nobel, ma pur sempre importanti perché sono prove di un'attenzione che varca i confini nazionali. E' emozionante vederti nascere in altre lingue da quella con cui scrivi. Questi libri andranno dove io mai andrò, saranno toccati da mani che io mai conoscerò, saranno sfogliati da lettori che io mai vedrò. Tutto questo mi riempie il cuore di gratitudine, anche perché per gli storici dell'arte questo accade assai raramente”

 

 

Editions L'HARMATTAN

5-7 rue de l'Ecole Polytechnique

75005 Paris France

www.editions-harmattan.fr

 

 

Per ulteriore materiale e interviste:

 

Ufficio Stampa Luca Nannipieri

Ilaria Biancalani

email: ilbi.press@gmail.com

Mob. +39 328 9271693

cultura | arte | eventi | francia | Inghilterra |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Istambul nei ricordi di Davide Cufaro Petroni

Istambul nei ricordi di Davide Cufaro Petroni
Un nuovo prestigioso appuntamento nel mese di dicembre con l' Arte allo Spazio Art d'Or (Galleria Multimediale del Made in Italy) diventato ormai un punto di riferimento esclusivo per la città di Bari. L’affascinante scrigno del bello, location di eventi, di brand ed eccellenze esclusivo dove, in questi mesi, si sono avvicendati grandi nomi della Moda, dell'Arte e del Design, luogo ormai ambito da tutti coloro che desiderano fare conoscere le proprie creazioni. Il prossimo appuntamento è con l'Artista Davide Cufaro Petroni ... ed Instabul. A Bari per presentare la sua mostra viene introdotto dal capo redattore di Affari Italiani il noto giornalista Antonio V.Gelormini, la Mostra è a cura di Guido e Marina Corazziari fondatori dello Spazio Art d'Or. DAVIDE CUFARO PETRONI E LA SUA ISTAMBULSpazio Art d’Or a BariDal 4 dicembre 2021 fino all’8 gennaio 2022  Un nuovo prestigioso appuntamento nel mese di dicembre con l' Arte allo Spazio Art d'Or (Galleria Multimediale del Made in Italy) diventato ormai un punto di riferimento esclusivo per la città di Bari. L’affascinante scrigno del bello, location di eventi, di brand ed eccellenze esc (continua)

Hanna Moore Milano accessori il must have dell'inverno

Hanna Moore Milano accessori il must have dell'inverno
Caldi come un abbraccio sono stati presentati alla Music Week Milano gli accessori di pelletteria eco creati dal brand Hanna Moore Milano dell’imprenditore campano Gianfranco Unione durante la settimana della musica al Lounge&Bistrot Fifty Five. UN MUST HAVE DI SUCCESSO ALLA MUSIC WEEK MILANOL’accessorio cult dell’inverno di Hanna Moore MilanoCaldi come un abbraccio sono stati presentati alla Music Week Milano gli accessori di pelletteria eco creati dal brand Hanna Moore Milano dell’imprenditore campano Gianfranco Unione durante la settimana della musica al Lounge&Bistrot Fifty Five.Il 22 novembre una serata particolare al Loun (continua)

PATRIZIA PELLEGRINI INAUGURA LO STUDIO A FIRENZE

PATRIZIA PELLEGRINI INAUGURA LO STUDIO A FIRENZE
Riceviamo dal nostro corpo messaggi che suggeriscono di “immergersi” nella natura con lo scopo di riportare importanti benefici alla mente, al fisico e alla spiritualità di ogni persona, un viaggio nella natura per staccare dalla vita frenetica della città, regalarsi una vacanza nella natura per recuperare la forza dell'elemento naturale sul nostro benessere, migliorando persino la salute cardiovascolare. Uno studio pubblicato nel 2012 sul Journal of Cardiology ha scoperto che nei pazienti anziani con ipertensione, dopo un soggiorno di qualche giorno nel verde della campagna ha portato ad una significativa riduzione della pressione sanguigna, associata a minori rischi di diabete di tipo 2 e malattie cardiache, soprattutto se confrontato con le persone che hanno trascorso lo stesso tempo in un contesto urbano.  INAUGURAZIONE DELLO STUDIO DI PATRIZIA PELLEGRINI A FIRENZESTUDI FANFANI PIAZZA DELL’INDIPENDENZA 18/A CONSIGLI DI PATRIZIA PELLEGRINI NATUROPATA®IL CONCETTO DI BELLEZZA  Consigli di Patrizia Pellegrini naturopata: Come ripeto sempre alle pazienti che cercano in me la spinta e le motivazioni per seguire una certa dieta, dovete imparare a volervi bene, mettervi al centro (continua)

ALL'ACCADEMIA A REGGIO CALABRIA LA NAZIONALE ATTORI PER SOS VILLAGGI DEI BAMBINI

ALL'ACCADEMIA A REGGIO CALABRIA LA NAZIONALE ATTORI PER SOS VILLAGGI DEI BAMBINI
Cucina Gourmet e solidarietà per far sorridere i bambini. Un binomio perfetto per gustarsi la Cena di Gala in compagnia della Nazionale Attori, sulle note culinarie dello Chef Filippo Cogliandro, Ambasciatore dei Sapori, dei Colori e della Creatività della Calabria. Giorgio Pasotti, Giuseppe Zeno, Enrico Loverso, Mario Ermito, Raimondo Todaro, Antonio Tallura, Andrea Agostinelli, Ludovico Fremont e molti altri personaggi noti del cinema e delle fiction in Tv saranno venerdì 12 novembre dalle ore 20 al ristorante L'A Gourmet L'Accademia. La cena anticipa l’importante Partita della Solidarietà tra Primavera della Reggina 1914 e Nazionale Attori, che si svolgerà il giorno dopo, sabato 13 novembre alle ore 11 allo Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria. Due speciali occasioni per partecipare attivamente al progetto Il Futuro è in Gioco, la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per contrastare la povertà educativa in Italia messa in campo dall’Organizzazione internazionale SOS Villaggi dei Bambini. Cena di Gala con i vip della Nazionale Attori a Reggio CalabriaFioccano le prenotazioni per gustare il menu dello Chef Filippo Cogliandro al ristorante L'A Gourmet L'Accademia Venerdì 12 novembre dalle ore 20 Cucina Gourmet e solidarietà per far sorridere i bambini. Un binomio perfetto per gustarsi la Cena di Gala in compagnia della Nazionale Attori, sulle note culinarie dello C (continua)

E' JAMU A VINERIA MODERNA

E' JAMU A VINERIA MODERNA
In degustazione a Firenzea Vineria Moderna in vini della libertàPoco più di quarant’anni in due e il desiderio di “coltivare vite”. La storia personale di Maria Domenica e Rocco Luppino è quella di due giovani costretti ad abbandonare la terra natale e a cercare di fare altrove ciò che non hanno potuto fare a casa. Figli di Domenico Luppino u (continua)