Home > Ambiente e salute > Women for Oncology Italy plaude al primo sì alla legge sulla parità salariale

Women for Oncology Italy plaude al primo sì alla legge sulla parità salariale

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

20 ottobre 2021 - Dalla Camera, arriva il primo sì unanime alla legge sulla parità salariale


20 ottobre 2021 - Dalla Camera, arriva il primo sì unanime alla legge sulla parità salariale. Si tratta di un grosso passo in avanti per combattere le discriminazioni di genere. Il gap salariale tra uomo e donna non è giusto e non è accettabile e finalmente, dopo fino troppo tempo le cose iniziano a muoversi. Retribuzioni, reclutamento e opportunità di carriera devono poter essere uguali indipendentemente dal proprio sesso. 

Tra l’altro la pandemia del Covid non ha fatto altro che accentuare queste differenze. Ora l’auspicio è che il Senato faccia velocemente la sua parte. Come Women for Oncology Italy da anni siamo in prima linea nella lotta contro il gender gap e continueremo a lavorare in questa direzione.“E’ necessario uscire dal tunnel del gender pay gap. Le donne chiedono di lavorare, di potersi realizzare su tutti i piani. Vogliono avere i figli e valorizzarsi sul lavoro. La strategia europea da un lato raccomanda l’integrazione della dimensione di genere in ogni azione politica programmata e dall’altro raccomanda la pianificazione di azioni mirate e di interventi specifici finalizzati al raggiungimento della parità di genere. E’ necessario adottare misure di trasparenza occupazionale e salariale: partendo dai dati possono essere valutate ulteriori misure correttive delle disparità e aree di miglioramento con ricadute positive per tutto il sistema”, ha dichiarato Rossana Berardi, Presidente dell’Associazione Women for Oncology Italy, Professore Ordinario di Oncologia dell’Università Politecnica delle Marche e Direttore della Clinica Oncologica Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

SCIENZA, CONOSCENZA E CUORE. PROFESSIONISTE IN RETE


Tumori - Women for Oncology premia un film a tema oncologico Rossana Berardi, al Bardolino Film Festival per sottolineare l’impegno di W4O nella lotta contro il cancro


Gender Gap: l’appello di Women for Oncology Italy al Presidente Draghi


Parità salariale: Carlotta Ventura ospite dell’evento “Addio gender pay gap”


COVID-19: la pandemia frena il percorso professionale delle donne in oncologia I risultati del sondaggio ESMO Women for Oncology


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Amiloidosi cardiaca: in 10 anni molto è stato fatto. Ora però occorre accelerare i tempi di diagnosi

“Bisogna lavorare con i medici, le istituzioni, le aziende farmaceutiche per cercare di creare attenzione su questa malattia che, potenzialmente, interessa 25-30mila pazienti in Italia e per la quale è fondamentale intervenire nel suo stadio iniziale” 30 novembre 2021 - Con il termine amiloidosi si intende un gruppo di condizioni rare ma gravi, causate da depositi di proteine anomale, chiamate amiloidi, nei tessuti e negli organi di tutto il corpo. Vengono classificate in localizzate o sistemiche, acquisite o ereditarie. Il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente l’amiloide si deposita, dando luogo alla cosid (continua)

Sclerosi Multipla: “Gioco di squadra e terapia precoce, le armi a disposizione per rallentare la progressione della malattia”

30 novembre 2021 - La Sclerosi Multipla (SM) può esordire ad ogni età, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni. 30 novembre 2021 - La Sclerosi Multipla (SM) può esordire ad ogni età, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni. Ci sono circa 2,5-3 milioni di persone con SM nel mondo, di cui 1,2 milioni in Europa e circa 130.000 in Italia. Il numero di donne con SM è doppio rispetto a quello degli uomini, assumendo così le caratteristiche non solo di malattia giovanile ma anche (continua)

Invito stampa - Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte - 3 Dicembre 2021, Ore 10:30

venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. Il Piemonte è la prima e unica Regione in Italia ad aver lanciato la gara di equivalenza terapeutica sull’HCV, a due anni dal via libera di AIFA. Una regione pilota dunque, che dopo oltre un (continua)

Epilessia: come migliorare la presa in carico e combattere lo stigma in 10 punti Ecco il decalogo stilato da Istituzioni, clinici e Associazioni di pazienti, in occasione dell’evento nazionale promosso da Motore Sanità

A fronte di 86 nuovi casi per 100mila abitanti e 180 casi per 100mila abitanti dopo i 75 anni (dati LICE - Lega Italiana Contro l’Epilessia), in Italia si registrano notevoli difficoltà non solo nell’accesso ai farmaci antiepilettici (FAE), ma anche nella loro prescrizione e dispensazione. 25 novembre 2021 - “Le persone con epilessia sono portatori di uno stigma perché la crisi epilettica, già discriminata dalla storia, comporta una difficoltà nella gestione e una non comprensione da parte della società”, ha dichiarato il Dottor Claudio Zanon, Direttore Scientifico di Motore Sanità, in apertura dell’evento “Dati epidemiologici e criticità nella presa in carico della p (continua)

Amiloidosi cardiaca: “Diagnosi tempestiva e nuove terapie disponibili per una migliore presa in carico dei pazienti”

25 novembre 2021 - Sono circa 30 le proteine che, negli esseri umani, possono formare depositi di amiloide, ed il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente si deposita, dando luogo alla cosiddetta ‘amiloidosi cardiaca’. 25 novembre 2021 - Sono circa 30 le proteine che, negli esseri umani, possono formare depositi di amiloide, ed il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente si deposita, dando luogo alla cosiddetta ‘amiloidosi cardiaca’. Le forme di amiloidosi che più frequentemente coinvolgono il cuore in maniera significativa sono l’amiloidosi AL e l’amiloidosi da transtiretina (amilo (continua)