Home > Sport > Nasce il progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo

Nasce il progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Nasce il progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo


Al via un progetto di nuoto inclusivo al palazzetto del nuoto di Arezzo. Il Centro Sport Chimera, soggetto gestore dell’impianto cittadino, ha avviato una sinergia con l’associazione Crescere volta a favorire percorsi di integrazione e inclusione di ragazzi con disabilità attraverso le diverse attività natatorie. Questi nuotatori saranno coinvolti nei gruppi sportivi impegnati all’interno della piscina attraverso allenamenti congiunti capaci di dar vita a positivi processi di crescita, interscambio e sviluppo delle potenzialità. «Gli spazi del palazzetto del nuoto di Arezzo - commenta Valter Magara, presidente del Centro Sport Chimera, - sono da sempre posti a disposizione anche delle associazioni impegnate in ambito sociale, con una particolare attenzione e sensibilità verso la disabilità per cui l’attività sportiva è un importante volano di integrazione e di socializzazione».

Il percorso sportivo sarà condotto in collaborazione con i tecnici e gli istruttori della Chimera Nuoto con la finalità di arrivare ad integrare gli atleti con disabilità fisiche, intellettive e relazionali nel settore giovanile per permettere loro di vivere le emozioni di mettersi alla prova in vere e proprie gare. Il progetto coinvolgerà circa dieci ragazzi che hanno già frequentato corsi di nuoto e che sono dunque capaci di muoversi in vasca nei diversi stili ma a cui, finora, era mancata la possibilità di confrontarsi e di condividere questa esperienza con coetanei normodotati. L’intenzione è dunque di superare ora questo ultimo scoglio per arrivare ad attuare una vera e piena inclusione sociale che rappresenta l’obiettivo dell’associazione di volontariato Crescere che, guidata dalla presidente Faustina Bertollo, è impegnata nel progettare e realizzare interventi mirati a fornire alle persone con disabilità le stesse opportunità delle persone a sviluppo tipico. Il nuoto inclusivo va così a rappresentare una nuova tappa volta a favorire un’ulteriore crescita e maturazione al di fuori dei nuclei familiari originari attraverso la partecipazione alla vita sociale e l’apporto di un contributo in termini di umanità, originalità e differenza. «Questa sinergia - ribadisce Bertollo, - permetterà di sfruttare l’ambiente acquatico e l’incontro con gli atleti del settore giovanile della Chimera Nuoto come occasioni di crescita, di felicità e di emozione per i nostri ragazzi, con il sogno di poter un giorno andare a rappresentare il nuoto aretino anche nelle competizioni agonistiche».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Una convenzione tra Acli e Centro Sport Chimera per il nuoto ad ogni età


MARCO BOTTI LANCIA DA AREZZO L'ULTIMO LIBRO DI GIORGIO FERI SUI 7 COLLI DELLA CONCA ARETINA


LUCA BERTI E LA SOCIETA' STORICA ARETINA INTERVENGONO SULLA QUESTIONE INDUSTRIALE AD AREZZO


Il palazzetto del nuoto di Arezzo verso la nuova stagione


“La magia del nuoto”, al via la formazione per aspiranti istruttori e tecnici


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un nuovo servizio alla farmacia “Mecenate” per lo screening dell’osteoporosi

Un nuovo servizio alla farmacia “Mecenate” per lo screening dell’osteoporosi
Lo screening dell’osteoporosi direttamente in farmacia. La Farmacia Comunale n.6 “Mecenate” è stata dotata della strumentazione per eseguire l’esame della densitometria ossea che permetterà, in pochi secondi, di conoscere la resistenza delle proprie ossa e di prevenire così i rischi di fratture. Questo test è effettuato in modo non invasivo e misura la densità minerale ossea al calcagno, fornendo (continua)

Un pomeriggio alla scoperta del Liceo Classico e Musicale “Petrarca”

Un pomeriggio alla scoperta del Liceo Classico e Musicale “Petrarca”
Un pomeriggio alla scoperta del Liceo Classico e Musicale “Petrarca”. Sabato 27 novembre, la sala Vasariana in piazza del Praticino ospiterà il secondo Open Day dell’istituto cittadino che permetterà agli alunni di terza media e alle rispettive famiglie di conoscere i percorsi didattici che saranno proposti per l’anno scolastico 2022-2023. L’appuntamento prenderà il via con un momento in plenaria (continua)

Un’azienda cortonese porta quarantamila capponi sulle tavole del centro Italia

Un’azienda cortonese porta quarantamila capponi sulle tavole del centro Italia
Un’azienda cortonese porterà quarantamila capponi sulle tavole delle festività del centro Italia. Questa ingente mobilitazione sta vedendo per protagonista Alemas che, punto di riferimento in Toscana nel settore avicolo, ha rinnovato il proprio impegno nell’allevamento e nella distribuzione di una delle carni maggiormente caratteristiche della gastronomia natalizia. Il lavoro di questa r (continua)

Riparte l’attività del centro riabilitativo di Certomondo

Riparte l’attività del centro riabilitativo di Certomondo
Il centro riabilitativo di Certomondo a Ponte a Poppi riprende la propria attività dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria. La struttura, fortemente voluta dal Comune di Poppi, è gestita dall’Istituto “Madre della Divina Provvidenza” dei Padri Passionisti di Agazzi tramite convenzione con la Asl Toscana Sud Est e sarà nuovamente a disposizione dei pazienti casentinesi che potranno tornare a (continua)

Gli agonisti della Chimera Nuoto debuttano con quarantaquattro medaglie

Gli agonisti della Chimera Nuoto debuttano con quarantaquattro medaglie
Quarantaquattro medaglie nel debutto stagionale del settore giovanile della Chimera Nuoto. La società aretina ha rotto il ghiaccio al ventiduesimo trofeo “Città di Calenzano” dove è scesa in vasca con tutti i suoi agonisti nati tra il 2003 e il 2009 che, accompagnati dal tecnico Adriano Pacifici, sono riusciti a ben figurare con venti ori, sedici argenti e otto bronzi. I positivi piazzamenti raggi (continua)