Home > Cultura > Al Senato - Palazzo Giustiniani – la consegna del “GUIDO DORSO” riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno”

Al Senato - Palazzo Giustiniani – la consegna del “GUIDO DORSO” riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno”

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

Al Senato - Palazzo Giustiniani – la consegna del “GUIDO DORSO” riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno”

Targa di Mattarella alla Fondazione Banco di Napoli. L’iniziativa - patrocinata dal Senato, dal Cnr e dall’Università di Napoli ”Federico II” - è giunta alla 42° edizione - L’evento trasmesso in diretta sul sito del Senato e dell’Associazione Dorso


Sono stati consegnati presso la sala Zuccari di palazzo Giustiniani, i premi “Guido Dorso”, promossi dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri, nel corso di una cerimonia svoltasi a numero chiuso secondo la normativa anti-Covid. L’iniziativa - patrocinata dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” - segnala dal 1970 contestualmente giovani studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e diprogresso del Sud ”. Anche i riconoscimenti di questa 42ma edizione del Premio Dorso - ha spiegato Nicola Squitieri - intendono dare sempre più visibilità all’altra faccia del Sud. Quella efficiente, che fa profitti, che promuove iniziative vincenti, che vuole indicare quei percorsi operosi nel mondo dell’imprenditoria, della ricerca, dell’innovazione, non un Sud delle lamentazioni ma protagonista del suo sviluppo. Destinatari quest’anno per le varie sezioni della 42° edizione sono stati: Giancarlo Coraggio, presidente della Corte Costituzionale (istituzioni); Marino Niola, docente nell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (cultura); Pietro Aleardo Siciliano, Istituto di Microelettronica e Microsistemi del Cnr di Lecce (ricerca); Elda Morlicchio, già rettore dell’Università L’Orientale di Napoli (università); Vito Grassi, vice presidente di Confindustria - a.d. Graded spa (imprenditoria); Gloria Giorgianni, amministratore unico della casa di produzione Anele (editoria multimediale); suor Cecilia Messina, Centro polifunzionale “Cardinale Corrado Ursi” di Napoli (terzo settore); Gerarda Fattoruso, università del Sannio, per la tesi “Processi decisionali per il miglioramento gestionale di attività industriali nel Mezzogiorno”:

La targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinata dall’Associazione Dorso ad una istituzione che opera per il progresso economico, sociale e culturale del Mezzogiorno, è stata quest’anno conferita alla Fondazione Banco di Napoli, presieduta da Rossella Paliotto. Per il quarantennale del Premio Dorso un riconoscimento speciale è stato assegnato al maestro Riccardo Muti consegnato a Napoli, il 30 luglio, nel corso di un evento svoltosi al Conservatorio S. Pietro a Majella.            

La commissione giudicatrice è composta da: Andrea Amatucci, presidente del comitato scientifico dell’associazione Dorso; Mara Carfagna, ministro per il Sud; Maria Chiara Carrozza, presidente Cnr; Matteo Lorito, rettore università di Napoli “Federico II”; Nicola Squitieri, presidente dell’associazione Dorso e Francesco Saverio Coppola, segretario della commissione. A consegnare i riconoscimenti ai premiati oltre ai componenti della commissione giudicatrice il presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi anche a nome del comitato scientifico dell’Associazione Dorso. La presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati in un messaggio di adesione, dopo aver formulato i rallegramenti ai nuovi premiati, ha manifestato il suo “vivo apprezzamento per aver organizzato un evento di cosi grande rilievo culturale, che valorizza le eccellenze del Mezzogiorno e incoraggia le nuove generazioni allo studio e alla ricerca, con l’obiettivo di promuovere il Sud e le sue straordinarie risorse”.

Nell’albo d’onore dei vincitori del “Guido Dorso” figurano alcuni tra i più autorevoli esponenti del mondo delle istituzioni, della ricerca, dell’economia e della cultura: da Giovanni Leone a Giorgio Napolitano; da Renato Dulbecco a Franco Modigliani; da Antonio Marzano a Pietro Grasso; da Pasquale Saraceno a Francesco Paolo Casavola; da Antonio D’Amato a Dominick Salvatore.  Il premio Dorso consiste in un’artistica opera in bronzo creata, in esclusiva, dallo scultore Giuseppe Pirozzi. L’evento è stato trasmesso in diretta sul sito web del Senato e dell’Associazione Dorso.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Quota rosa nel Team MP: Silvia Scalia


“Senato&Ambiente”: il Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati illustra il progetto


Senato: l’incontro del Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati con la Stampa parlamentare


L’espansione di Surplex S.r.l., newco guidata dal Managing Director Guido Franchini


Alla Nunziatella successo per il ricordo di E.A.Mario


Maria Elisabetta Alberti Casellati: il primo anno alla Presidenza del Senato


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Torna a Napoli l’APCI

Torna a Napoli l’APCI
Due giorni di congresso e visite delle giacche bianche della ristorazione nella nostra Partenope Qualche mese addietro ed esattamente il 10 maggio 2021, l’Associazione Professionale Cuochi Italiani ha tenuto a Napoli il suo primo incontro in presenza del dopo pandemia segnando una ripartenza de visu di tutte le attività dell’associazione, con una gran voglia di rinascere. Il 15 e 16 novembre sempre del 2021 l’APCI è tornata a Napoli dove ospitata nel confortevole hotel, della catena MGal (continua)

Alla 65a Assemblea Internazionale AMIRA, la Campania conquista l’Italia

Alla 65a Assemblea Internazionale AMIRA, la Campania conquista l’Italia
Con l’acquisizione dell’incarico di Delegata Nazionale delle AMIRINE e la vittoria del primo posto nel concorso nazionale “Le Donne nell’Arte del Flambè” Si è appena conclusa la 65a Assemblea Internazionale dell’Associazione Maître Italiani Ristoranti & Alberghi, che programmata nel 2020 all’hotel Astoria di Grado, a causa della pandemia si è dovuta svolgere sempre nello stesso albergo nel novembre di un anno dopo. La manifestazione che è stato il momento di rincontrarsi per i tanti iscritti ed iscritte al sodalizio dei maîtres ha ottenut (continua)

Una “dolce” serata in una incantevole location

Una “dolce” serata in una incantevole location
Con Capri di fronte, la splendida visione dell’intero golfo di Napoli ed i dolci di una passionaria pastry chef Parlare di bellezze naturali è sempre bello, ma quando si è nel top del creato, diviene un momento veramente emozionante, tanto più che a Termini frazione di Massa Lubrense (il nome deriva dal fatto che è il punto superiore estremo di Punta Campanella, il promontorio di fronte a Capri)la Pastry Chef Maria Grazia Cocurullo, con la finalità di far degustare alcuni suoi dolci, ha invitato a cen (continua)

Franco Manna festeggia i suoi 60anni

Franco Manna festeggia i suoi 60anni
Lodevole il gesto solidale espresso, come in altre occasioni, dal Presidente del gruppo “Sebeto” L’imprenditore napoletano Franco Manna, ideatore della catena Rossopomodoro, che si è poi arricchita di altri prestigiosi marchi del food divenendo società “Sebeto” della quale Manna è presidente, ha avuto la lodevole idea di festeggiare i suoi 60anni inviando agli amici un caloroso invito:Cari Amici, per i miei 60anni ho deciso di contribuire al progetto di padre Antonio Loffredo. Insieme ai (continua)

Nasce a Napoli “Donna Luisella”, un B&B di gran gusto ed una ristorazione eccellente

Nasce a Napoli “Donna Luisella”, un B&B di gran gusto ed una ristorazione eccellente
Il nuovo tempio dell’accoglienza partenopea è situato al Borgo Marinari Gran successo per la serata inaugurale del nuovo locale “Donna Luisella” che, sull’isolotto di Megaride, sotto il Castel dell’Ovo, direttamente sul mare, ha aperto i battenti con l’esperienza, la tradizione e l’impegno a rivalutare la propria città e proiettarla nel mondo, cosa che l’intera famiglia Fusco intende portare avanti. Chi non ricorda la romantica, flautata e melodiosa canzone int (continua)