Home > Ambiente e salute > Le informazioni fornite dai test sierologici sono un potenziale ancora poco sfruttato

Le informazioni fornite dai test sierologici sono un potenziale ancora poco sfruttato

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

27 Ottobre 2021 - In queste settimane si parla diffusamente della terza dose di vaccino contro il Covid 19, di green pass con scadenza temporale dopo il ciclo vaccinale e di tamponi ravvicinati per i soggetti che hanno deciso di non vaccinarsi.


27 Ottobre 2021 - In queste settimane si parla diffusamente della terza dose di vaccino contro il Covid 19, di green pass con scadenza temporale dopo il ciclo vaccinale e di tamponi ravvicinati per i soggetti che hanno deciso di non vaccinarsi. Siamo ancora in attesa di studi ed evidenze che indichino la durata della protezione in base all’immunità cellulare e degli anticorpi, per cui l’invito è quello comunque di vaccinarsi. Tuttavia, è sempre corretto non valutare la condizione immunitaria del soggetto ai fini della vaccinazione? Chi ha contratto naturalmente il virus e dimostra di avere sviluppato gli anticorpi, oggi è comunque obbligato, per avere il green pass, a sottoporsi a 2 dosi di vaccino. È davvero necessario? Potrebbe essere utile misurare la quantità di anticorpi per conoscere il livello delle proprie difese immunitarie? Le indicazioni ufficiali raccomandano di vaccinarsi senza eseguire verifiche, anche se la situazione è ben più delicata. I vaccini sono tutti efficaci, ma non al 100%.  Come si può essere certi di avere risposto alle dosi vaccinali senza verifiche? Questa domanda assume ancora più rilevanza per i soggetti fragili e immunodepressi che richiederebbero una verifica ancora più attenta e stringente della loro condizione. Ad oggi i test sierologici sono l’unico strumento per monitorare l’effettiva risposta immunitaria di un soggetto in modo semplice, rapido e su larga scala. Le informazioni fornite da tali test sono un potenziale poco sfruttato. Se condotti in strutture sanitarie qualificate, i test sierologici potrebbero essere maggiormente utilizzati anche per supportare le decisioni in ambito vaccinale. Stanno emergendo anche ipotesi per considerare il risultato dei test sierologici come indicatore di sicurezza: potranno diventare elemento del green pass? La presenza di anticorpi potrebbe essere considerata per la sicurezza nell’ambiente di lavoro?

Oggi solo il green pass vale come garanzia, ma non contempla la positività anticorpale tra i criteri di guarigione: chi è guarito dalla malattia, pur avendo sviluppato gli anticorpi, sembra quindi discriminato. L’auspicio è che le istituzioni attribuiscano maggior valore all’utilizzo dei test sierologici, garantendo maggiore accesso a questo importante strumento di valutazione.

“Il green pass a mio modo di vedere è un giusto modo per incoraggiare fortemente la vaccinazione che sta dando eccellenti risultati nel contenimento della pandemia, ma soprattutto nella riduzione delle forme gravi di malattia e della mortalità. D’altra parte sarebbe auspicabile il dosaggio su larga scala di anticorpi con le giuste metodiche (solo test quantitativi e non rapidi), per acquisire maggiori informazioni sulla durata individuale degli anticorpi e sul livello necessario al fine di assicurare protezione nonché per migliorare la conoscenza sulle interazioni virus/ospite. Quindi utile il dosaggio su larga scala di anticorpi con le giuste metodiche se considerato, con onestà intellettuale, un work in progress. Fossi le Istituzioni, lo farei.” Queste le parole del Prof. Sergio Bernardini, noto Professore di Biochimica clinica e Biochimica molecolare dell’Università Tor Vergata di Roma.

Ufficio stampa Motore Sanità

comunicazione@motoresanita.it

Liliana Carbone - Cell. 347 2642114   

Marco Biondi - Cell. 327 8920962

www.motoresanita.it



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tampone molecolare SARS-CoV-2 Poliambulatori Lazio Korian


Covid-19 Le prestazioni dei Poliambulatori Lazio korian


test sierologico Poliambulatori Lazio Korian


Test sierologico quantitativo anticorpi anti Sars-CoV-2


Coronavirus, Susanna Esposito sulla Fase 2: “Test sierologici per limitare il contagio”


Prenota un test sierologico presso uno dei nostri Poliambulatori | Korian Poliambulatori Lazio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Amiloidosi cardiaca: in 10 anni molto è stato fatto. Ora però occorre accelerare i tempi di diagnosi

“Bisogna lavorare con i medici, le istituzioni, le aziende farmaceutiche per cercare di creare attenzione su questa malattia che, potenzialmente, interessa 25-30mila pazienti in Italia e per la quale è fondamentale intervenire nel suo stadio iniziale” 30 novembre 2021 - Con il termine amiloidosi si intende un gruppo di condizioni rare ma gravi, causate da depositi di proteine anomale, chiamate amiloidi, nei tessuti e negli organi di tutto il corpo. Vengono classificate in localizzate o sistemiche, acquisite o ereditarie. Il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente l’amiloide si deposita, dando luogo alla cosid (continua)

Sclerosi Multipla: “Gioco di squadra e terapia precoce, le armi a disposizione per rallentare la progressione della malattia”

30 novembre 2021 - La Sclerosi Multipla (SM) può esordire ad ogni età, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni. 30 novembre 2021 - La Sclerosi Multipla (SM) può esordire ad ogni età, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni. Ci sono circa 2,5-3 milioni di persone con SM nel mondo, di cui 1,2 milioni in Europa e circa 130.000 in Italia. Il numero di donne con SM è doppio rispetto a quello degli uomini, assumendo così le caratteristiche non solo di malattia giovanile ma anche (continua)

Invito stampa - Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte - 3 Dicembre 2021, Ore 10:30

venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità. Il Piemonte è la prima e unica Regione in Italia ad aver lanciato la gara di equivalenza terapeutica sull’HCV, a due anni dal via libera di AIFA. Una regione pilota dunque, che dopo oltre un (continua)

Epilessia: come migliorare la presa in carico e combattere lo stigma in 10 punti Ecco il decalogo stilato da Istituzioni, clinici e Associazioni di pazienti, in occasione dell’evento nazionale promosso da Motore Sanità

A fronte di 86 nuovi casi per 100mila abitanti e 180 casi per 100mila abitanti dopo i 75 anni (dati LICE - Lega Italiana Contro l’Epilessia), in Italia si registrano notevoli difficoltà non solo nell’accesso ai farmaci antiepilettici (FAE), ma anche nella loro prescrizione e dispensazione. 25 novembre 2021 - “Le persone con epilessia sono portatori di uno stigma perché la crisi epilettica, già discriminata dalla storia, comporta una difficoltà nella gestione e una non comprensione da parte della società”, ha dichiarato il Dottor Claudio Zanon, Direttore Scientifico di Motore Sanità, in apertura dell’evento “Dati epidemiologici e criticità nella presa in carico della p (continua)

Amiloidosi cardiaca: “Diagnosi tempestiva e nuove terapie disponibili per una migliore presa in carico dei pazienti”

25 novembre 2021 - Sono circa 30 le proteine che, negli esseri umani, possono formare depositi di amiloide, ed il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente si deposita, dando luogo alla cosiddetta ‘amiloidosi cardiaca’. 25 novembre 2021 - Sono circa 30 le proteine che, negli esseri umani, possono formare depositi di amiloide, ed il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente si deposita, dando luogo alla cosiddetta ‘amiloidosi cardiaca’. Le forme di amiloidosi che più frequentemente coinvolgono il cuore in maniera significativa sono l’amiloidosi AL e l’amiloidosi da transtiretina (amilo (continua)