Home > Altro > Kyiv Review il racconto fotografico dell’Ucraina di Enzo Dell’Acqua in mostra a Milano

Kyiv Review il racconto fotografico dell’Ucraina di Enzo Dell’Acqua in mostra a Milano

scritto da: Arrigomo | segnala un abuso


Appartamenti ed edifici abbandonati a Chernobyl, così come condomini e grattacieli di Kiev, come tutte le case abitate negli anni dalle persone che ci hanno vissuto, raccontano delle storie. Attimi di vita di ragazze a passeggio, commercianti con la loro merce, attori, artisti, madri con figli caduti sul fronte di una guerra non dichiarata e ignorata dal mondo esterno. Tutto questo e altro ancora emergono dalle fotografie di Enzo Dell’Acqua, freelance abituato a seguire teatri bellici, ma anche la vita quotidiana. Qui, in un progetto multimediale presentato presso lo spazio Model in via Novi 2, zona Tortona a Milano entriamo in un mondo lontano eppure vicino per noi pressoché sconosciuto. Grazie a questi scatti Dell’Acqua scansione l’anima Ucraina nelle sue varie sfaccettature e riesce a farci capire questo mondo misterioso ma affascinante.  La capitale Kiev come molte città della ex cortina di ferro vede il centro con i nuovi grattacieli e la periferia con i palazzi sovietici anni 50 a ricordarci il triste periodo della dittatura. Dopo più di 20 anni ancora è palpabile il sentimento di cautela in cui si era costretti a vivere, col timore di dire qualcosa di sbagliato e finire nella terribile macchina della polizia segreta. Un paese che attraverso la rivoluzione arancione ha dimostrato di voler guardare a occidente, prendendo le distanze dall’ingombrante vicino. Le splendide foto ci danno il senso di ciò che accade ed è in divenire e che ci riguarda da vicino perché siamo tutti interconnessi nel mondo globale che ha superato, almeno virtualmente il concetto di nazione, con buona pace dei rigurgiti nazionalisti. E sovraanisti che infiammano l’Europa. Una mostra affascinante cui si ha il piacere di avere come cicerone speciale il fotografo stesso, pronto ad esaudire ogni curiosità sul suo lavoro. Da non perdere.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il sicuro contributo cinese per la pace in Ucraina. Di Giancarlo Elia Valori.


Una società di network di Ucraina ha presentato un pacchetto di canali televisivi per tutto il mondo


Marco Baroni (giornalista, Presidente UGEI): “Anacronismo e paranoia di Vladimir Vladimirovič Putin”


Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


Questo visualizzatore di Realtà Virtuale porta il progetto ad un livello superiore


Studio fotografico Trevisan


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Parigi, tutto in una notte. Il nuovo film della regista Catherine Corsini con Valeria Bruni Tedeschi partendo da una storia d’amore in crisi parla di gilet gialli, soprusi della polizia e sfascio degli ospedali pubblici

Un film che affronta molti argomenti passando all’interno delle stesse inquadrature da micro a macrocosmo con un convincente mixing match questo Parigi, tutto in una notte, traduzione fuorviante di La fracture che più rende il significato della pellicola di Catherine Corsini. Raf ( una convincente Valeria Bruni Tedeschi) e Julie ( Marina Fois ), una coppia sull’orlo della rottura, si ritrovano in (continua)

Supereroi, il nuovo film di Paolo Genovese sulla coppia centra il suo obiettivo narrativo sulle difficoltà del rapporto a due

Servono i superpoteri per amarsi tutta una vita, Anna e Marco lo sanno bene.Lei è una fumettista dal carattere impulsivo, nemica delle convenzioni; lui un professore di fisica convinto che ogni fenomeno abbia la sua spiegazione. A tenerli insieme è un’incognita che nessuna formula può svelare. Il nuovo film di Paolo Genovese tratto dal suo romanzo omonimo attraverso un continuo andare avanti e ind (continua)

Mollo tutto e apro un chiringuito, l’esordio al cinema del Milanese Imbruttito

Dopo sette anni di trionfi sulle pagine social più seguite, Germano Lanzoni e il suo Milanese Imbruttito approda finalmente al cinema con Mollo tutto e apro un chiringuito e con un felice esito. Ha una sceneggiatura di buon livello, decisamente superiore a quella dei cinepanettoni e soprattutto senza alcuna volgarità. La trama è presto detta. Il signor Imbruttito, dirigente di spicco di una grande (continua)

Trafficante di virus: il film ispirato alla vicenda giudiziaria di Ilaria Capua non convince appieno

Un’occasione persa. Questo è ciò che ho pensato all’uscita dall’anteprima di Trafficante di virus, il film liberamente ispirato alla vicenda giudiziaria della nota virologa italiana Ilaria Capua ed al suo libro. Un materiale così vibrante, in cui tutti i peggiori vizi del Bel Paese, tra cui le surreali inchieste giudiziarie, fortunatamente scoppiate come bolle di sapone, le situazioni imbarazzanti (continua)

Un anno con Salinger, delizioso film tratto dal romanzo di Joanna Rakoff

Volete vedere un film simpatico, misurato e che vi farà scoprire il mondo misterioso dei grandi agenti letterari d’oltreoceano? Un anno con Salinger, la pellicola del regista Philippe Falardeau tratta dalla autobiografia di Joanna Rakoff è ciò che fa al caso vostro. La New York degli Anni 90 fa da sfondo alla storia vera di Joanna che, dopo aver lasciato gli studi di specializzazione universitaria (continua)